VENERDÌ 16 GIUGNO 2017, 16:47, IN TERRIS

Veglia di preghiera in Olanda per i cristiani perseguitati

Organizzata dall'associazione Porte Aperte in 300 località

REDAZIONE
Veglia di preghiera in Olanda per i cristiani perseguitati
Veglia di preghiera in Olanda per i cristiani perseguitati
L'Olanda non è certo una terra che brilli per il fervore della fede. Per questo risulta particolarmente apprezzabile l'iniziativa in programma dalle 19 di questa sera alle 2 della notte di sabato 17 a favore dei cristiani perseguitati. Si tratta di una notte di preghiera organizzata in 300 località dei Paesi Bassi per i cristiani perseguitati. La manifestazione è stata promossa dall'associazione Open Doors (Porte aperte), nata nel 1955 quando un giovane missionario olandese, poi noto come Fratel Andrea, venuto a conoscenza della necessità di Bibbie nei Paesi oltre la Cortina di Ferro, consegnò clandestinamente una prima valigia piena di libri cristiani.

Il contrabbandiere di Dio


Alla fine degli anni '60 Fratel Andrea van der Bijl scrisse il libro con cui è diventato famoso in tutto il mondo, "Il contrabbandiere di Dio", e la sua azione si è diffusa ovunque i cristiani siano perseguitati: ha distribuito migliaia e migliaia di Bibbie e di libri a carattere religioso dall'Europa dell'Est alla Cina, al Vietnam e all'Africa fino ai Paesi in cui l'Islam è particolarmente opprimente.

La veglia


Questa notte “si ascolteranno storie di cristiani perseguitati e li si sosterrà nella preghiera", anche con la proiezione di documentari. "L’aperta violenza contro i cristiani è in aumento; la vostra preghiera farà la differenza per i fratelli e le sorelle perseguitati” si legge nell'invito dell’associazione, anche se “non ci è dato di immaginare quali potranno essere i frutti di questa preghiera nelle nostre comunità locali”. Oltre che dalle comunità l'iniziativa è stata promossa da singoli e famiglie che ospiteranno gruppi di preghiera. In un momento in cui Papa Francesco insiste tanto sul numero di martiri più alto che nei primi secoli e sull'ecumenismo del sangue che unisce tanti cristiani cattolici, protestanti e ortodossi in una persecuzione senza eguali, l'iniziativa di Porte Aperte in Olanda merita sostegno e ammirazione.
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.
Facebook Twitter Google + Scrivici Scrivici
Commenti

Gentile lettore, 

la redazione si riserva di approvare i commenti prima della loro pubblicazione. 

Fai una donazione
Vuoi essere aggiornato?
NEWS
Giordano Piovesan alla firma del contratto
VIAREGGIO

Legge la storia di un clochard sui giornali e lo assume

Giordano Piovesan, 55 anni, ex operaio specilizzato, aveva perso il lavoro a causa della crisi
GIORNATA MONDIALE DEI POVERI

Cene di fraternità e marce solidali: il mondo celebra la Gmp

Dall'Argentina alla Slovacchia, dalla Francia alla Colombia: le iniziative
Il presidente Trump con il premier israeliano Netanyahu
MEDIO ORIENTE

Gli Usa minacciano di chiudere la sede dell'Olp

Tentativo di forzare la mano per riprendere i negoziati con Israele. Dura reazione palestinese
Jessica Notaro
QUIRINALE

Mattarella conferisce 30 onorificenze al merito

Insignita anche Jessica Notaro e don Paolo Felice Giovanni Steffano
Daniel Hegarty
MOTOCICLISMO

Motociclista muore durante il Gp di Macao

Daniel Hegarty aveva 31 anni: è finito contro le barriere
Malcom Young sul palco
HARD ROCK

E' morto Malcolm Young fondatore degli Ac/Dc

Il fratello Angus: "Ci lascia un'eredità attraverso la quale vivrà per sempre"