VENERDÌ 10 GIUGNO 2016, 001:00, IN TERRIS

VATICANO, ISITUITO UN COMITATO PER GARANTIRE L'EQUA DISTRIBUZIONE DELLA COLLETTA PER L'UCRAINA

Padre Lombardi ha annunciato che il Comitato è stato istituito per un anno, "ma se c'è da continuare continuerà"

EDITH DRISCOLL
VATICANO, ISITUITO UN COMITATO PER GARANTIRE L'EQUA DISTRIBUZIONE DELLA COLLETTA PER L'UCRAINA
VATICANO, ISITUITO UN COMITATO PER GARANTIRE L'EQUA DISTRIBUZIONE DELLA COLLETTA PER L'UCRAINA
Il Papa ha istituito un Comitato per la distribuzione dei fondi raccolti in tutta Europa per il sostegno umanitario all'Ucraina, con la colletta da lui indetta il 24 aprile. Come funzionerà il comitato lo ha spiegato padre Federico Lombardi durante una conferenza stampa. Sarà guidato da un presidente, mons. Jan Sobilo, vescovo ausiliare di Kharikiv-Zaporizhia, e composto da altri 4 membri, 3 saranno scelti in loco dal presidente e uno sarà indicato da Caritas e Cor Unum, che coordinano la colletta. "Il comitato - ha detto Lombardi - è istituto per un anno, ma se c'è da continuare continuerà".

La colletta ha fruttato "somma di una certa consistenza, non dell'ordine di decine o centinaia di migliaia di euro - ha spiegato padre Lombardi - e del resto non si mette in piedi un comitato di 5 persone per gestire una cifra irrilevante". Organizzatori e beneficiari, ha sottolineato Lombardi, sono scelti "senza distinzione di religione, confessione o appartenenza etnica" e, ha sottolineato il portavoce, "tutta l'iniziativa vuol essere al di sopra delle differenze".

Quanto effettivamente sia stato raccolto con la colletta nelle Chiese d'Europa, ha spiegato padre Lombardi conversando con i giornalisti, "al momento non lo sa nessuno, perché la raccolta è un procedimento un po' complesso: parte dalle parrocchie, arriva prima alle conferenze episcopali e poi a Roma, e capita che, trattandosi di denaro, non ci si muove rapidamente, si tratta comunque di una somma di una certa consistenza".

La nota con cui viene annuncia l'istituzione del Comitato, ricorda che l'azione umanitaria promossa dal Pontefice con la colletta del 24 aprile, e denominata "Il Papa per l'Ucraina", destina i fondi, ai quali Bergoglio stesso ha offerto un contributo personale, è "esclusivamente a beneficio della popolazione vittima della guerra, senza distinzione di religione, confessione o appartenenza etnica".
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.
Facebook Twitter Google + Scrivici Scrivici
Commenti

Gentile lettore, 

la redazione si riserva di approvare i commenti prima della loro pubblicazione. 

Fai una donazione
Vuoi essere aggiornato?
NEWS
Carlo Calenda
ALITALIA

Calenda: "Offerta Lufthansa va migliorata"

Il ministro dello Sviluppo economico a 'Circo Massimo': "Collegamenti più efficienti possibile"
La portaerei USS Ronald Reagan, dove il velivolo era diretto
GIAPPONE

Aereo militare Usa precipita nel Pacifico

A bordo c'erano 11 passeggeri: recuperati in 8, non si sa se vivi. L'incidente a sud-est di Okinawa
CORLEONE

Salma di Riina tumulata. Nessun funerale

Ad accompagnare il feretro alcuni parenti. Il prete ha dato una benedizione
Silvio Berlusconi
STRASBURGO

Berlusconi candidato: la Corte europea decide

Udienza sul ricorso presentato nel 2013 dal Cavaliere contro gli effetti della Legge Severino
La piramide di Cheope
EGITTO

Il trono di Cheope in una stanza segreta della piramide

L'archeoastronomo Magli ha suggerito di tentare una nuova esplorazione della piramide con l'ausilio di un robot
Carmelo Barbagallo (Uil), Annamaria Furlan (Cisl), Susanna Camusso (Cgil)

Il bicchiere mezzo pieno e mezzo vuoto

Dopo una lunga e proficua discussione tra Sindacati e Governo sul tema delle pensioni, la Cgil dice che il bicchiere...