DOMENICA 24 MAGGIO 2015, 005:00, IN TERRIS

TENSIONI VATICANO-PECHINO, PAROLIN: "LE DICHIARAZIONI DI XI NON PRECLUDONO IL DIALOGO"

Il presidente cinese aveva detto che le religioni devono essere indipendenti da influenze straniere. Il segretario di Stato: "Si può essere cattolici e cittadini leali"

REDAZIONE
TENSIONI VATICANO-PECHINO, PAROLIN:
TENSIONI VATICANO-PECHINO, PAROLIN: "LE DICHIARAZIONI DI XI NON PRECLUDONO IL DIALOGO"
"Penso e spero che le dichiarazioni del presidente cinese Xi Jinping su religione e Stato non vogliano precludere il dialogo con una chiusura nei confronti della Santa Sede". Lo ha detto all'Ansa il segretario di Stato card. Pietro Parolin aggiungendo: "siamo d'accordo che essere un buon cattolico in comunione col Papa non va scapito della lealtà di cittadino".

Alla domanda se il Vaticano sia preoccupato dalle parole del presidente cinese che tre giorni fa ha dichiarato che le religioni in Cina devono essere indipendenti dalle influenze straniere, adattarsi alla società cinese ed impegnarsi ad essere leali allo Stato, il card. Parolin ha spiegato: "Dipende da come si interpretano queste parole: noi siamo d'accordo nel senso che il fatto di essere un buon cattolico, un cattolico in comunione con il Papa e che vive la sua fede cattolica, perché se non c'è comunione con il Papa non c'è neppure Chiesa cattolica, questo non va a scapito di una lealtà di un cittadino e di una comunità del proprio Paese".

Alla domanda se le affermazioni del presidente cinese non precludano i tentativi di dialogo avviati dalla Santa Sede, il segretario di Stato replica: "Queste sono posizioni che da parte cinese sono state spesso ribadite. Questo non ha impedito anche negli anni precedenti di fare dei passi, dei tentativi. Quindi io penso e spero che queste dichiarazioni non vogliano precludere il dialogo con una chiusura nei confronti della Santa Sede, pur esprimendo la posizione cinese, e che siano aperte a confrontarsi e a cercare insieme delle soluzioni che saranno sicuramente di beneficio per la Cina e per la pace nel mondo".
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.
Facebook Twitter Google + Scrivici Scrivici
Commenti

Gentile lettore, 

la redazione si riserva di approvare i commenti prima della loro pubblicazione. 

Fai una donazione
Vuoi essere aggiornato?
NEWS
VITERBO

Anziani coniugi trovati morti in casa

La coppia era stata avvolta nel cellophane. Ricercato il figlio che viveva con loro
COPPA ITALIA

Fiorentina e Milan, tris per i quarti

Stese Samp e Verona (3-2 e 3-0): derby al prossimo turno per Gattuso. Forte contestazione a Donnarumma
Giuseppe Sala
EXPO 2015

Sala accusato di concorso in abuso d'ufficio

Al sindaco di Milano è stato contestato il reato in relazione al capitolo "verde" dell'appalto per la...
Silvio Berlusconi
RISCHIO STRAPPO

Berlusconi: "Salvini? Fa i capricci"

Il leader del Carroccio duro dopo il 'no' di Forza Italia alle legge sui reati gravissimi: "Stop agli...
Pesante sentenza di condanna per un giovane marocchino
TORINO

Sei anni al jihadista "della porta accanto"

Marocchino condannato per terrorismo
Il procuratore Verzera
CATANIA

Anziane sorelle massacrate in casa

Uccise a coltellate. Si segue la pista della rapina
Miliziani dell'Isis
GENOVA

Istigazione al terrorismo, tunisino indagato

Sulla sua pagina Facebook foto e video inneggianti all'Isis
Senato
BIOTESTAMENTO

Si va verso l'approvazione della legge

Passano i primi articoli. Centro Studi Livatino: "Sigillo funesto a un Paese che sta scomparendo"