SABATO 02 MAGGIO 2015, 16:52, IN TERRIS

SINODO SULLA FAMIGLIA: DIOCESI IN CAMPO CONTRO LE CRISI MATRIMONIALI

Don Paolo Gentili, direttore dell’Ufficio per la pastorale familiare della Cei, parla delle risposte al questionario inviato alle Chiese locali

STEFANO CICCHINI
SINODO SULLA FAMIGLIA: DIOCESI IN CAMPO CONTRO LE CRISI MATRIMONIALI
SINODO SULLA FAMIGLIA: DIOCESI IN CAMPO CONTRO LE CRISI MATRIMONIALI
“Una famiglia che adotta una famiglia”. E’ questa una delle nuove modalità pastorali che sta emergendo in molte diocesi italiane per aiutare nuclei familiari in difficoltà, ma anche coppie di fidanzati o di giovani sposi che stanno iniziando a vivere il compito genitoriale. Lo ha affermato don Paolo Gentili, direttore dell’Ufficio per la pastorale familiare della Cei, in un’intervista a Radio Vaticana. Il sacerdote ha parlato delle risposte al questionario inviato alle Chiese locali dalla Segreteria generale del Sinodo dei vescovi, in preparazione all’Assemblea che si terrà a ottobre sulla famiglia, sottolineando il contributo offerto non solo dalle diocesi, ma anche da aggregazioni e movimenti laicali e singoli fedeli.

Dal materiale giunto si denota da una parte la presenza di tanti che vivono “l’affetto sponsale senza giungere al matrimonio” e fanno figli senza aver costituito una famiglia; dall’altra la bellezza di tante famiglie che “sono come quelle fiammelle che portano la luce nei quartieri, nelle città”. Don Gentili, inoltre, ha osservato che “è emerso anche un atteggiamento un po’ nuovo, per certi versi, di misericordia, di maggior rispetto per le situazioni di diversità, di difficoltà, di sofferenza, anche la questione delle nuove unioni, dei conviventi, delle unioni omosessuali”. La Chiesa cerca di far sentire la “tenerezza” verso le persone in difficoltà, anche chi si sta separando e che magari può rivivere il perdono. “Lo annunciano – ha aggiunto – le tante coppie che avrebbero potuto rompere quel rapporto, e invece, per grazia di Dio, non solo sono insieme, ma sono felicemente insieme”.
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.
Facebook Twitter Google + Scrivici Scrivici
Commenti

Gentile lettore, 

la redazione si riserva di approvare i commenti prima della loro pubblicazione. 

Fai una donazione
Vuoi essere aggiornato?
NEWS
Pesante sentenza di condanna per un giovane marocchino
TORINO

Sei anni al jihadista "della porta accanto"

Marocchino condannato per terrorismo
Il procuratore Verzera
CATANIA

Anziane sorelle massacrate in casa

Uccise a coltellate. Si segue la pista della rapina
Miliziani dell'Isis
GENOVA

Istigazione al terrorismo, tunisino indagato

Sulla sua pagina Facebook foto e video inneggianti all'Isis
Senato
BIOTESTAMENTO

Si va verso l'approvazione della legge

Passano i primi articoli. Centro Studi Livatino: "Sigillo funesto a un Paese che sta scomparendo"
Un dipendente Ryanair
RYANAIR

Calenda: "Lettera indegna", il Garante: "Incostituzionale"

Il ministro: "Chi è sul mercato deve rispettare le regole". Furlan: "Compagnia arrogante"
Doug Jones durante un comizio (repertorio)
USA|VOTO IN ALABAMA

Vince Jones, schiaffo a Trump

Il candidato dem prevale su Moore. I repubblicani perdono una roccaforte del sud
Arte sacra, Calabria
ARTE SACRA

La Calabria della fede raccontata in un libro

Il volume raccoglie 173 santuari in altrettante schede con contenuti iconografici, bibliografici e archivistici
Il ciclista Chris Froome
CICLISMO

Chris Froome positivo al doping

Trovate tracce superiori al consentito di salbutamolo. Ad annunciarlo l'Uci