MARTEDÌ 27 SETTEMBRE 2016, 14:52, IN TERRIS

SANTA MARTA, IL PAPA: "NEI MOMENTI OSCURI NE' PASTIGLIE NE' BICCHIERINI, MA AFFIDARSI ALLA PREGHIERA"

Per il Pontefice in un momento di sofferenza è necessario "restare in silenzio con tanto amore, vicinanza, carezze. E non fare discorsi che alla fine non aiutano e, anche, fanno del male"

AUTORE OSPITE
SANTA MARTA, IL PAPA:
SANTA MARTA, IL PAPA: "NEI MOMENTI OSCURI NE' PASTIGLIE NE' BICCHIERINI, MA AFFIDARSI ALLA PREGHIERA"
I momenti oscuri che viviamo a causa di una tragedia familiare, una malattia, perché siamo giù... non vanno affrontanti prendendo "una pastiglia per dormire e allontanarsi dai fatti", non serve neanche farsi "due, tre, quattro bicchierini". "Non aiuta", ha detto Papa Francesco durante l'omelia nella messa mattutina a Casa Santa Marta. "Quando ci sentiamo persi è meglio pregare Dio con insistenza", questa è per il Pontefice la soluzione.

Papa Francesco ha anche incoraggiato, quando incontriamo qualcuno in "desolazione spirituale", in un momento di sofferenza "sia di malattia, di qualsiasi sofferenza, ma che è proprio nella desolazione", a restare in "silenzio; ma - ha spiegato - silenzio con tanto amore, vicinanza, carezze. E non fare discorsi che alla fine non aiutano e, anche, fanno del male".

Nella messa, - che papa Francesco ha offerto per le suore vincenziane, le Figlie della Carità, che presentano servizio a Casa Santa Marta, visto che oggi è la festa di san Vincenzo de' Paoli - il Papa ha commentato il brano di Giobbe, che ha perso tutti i figli ed è stato abbandonato dagli amici, e si sente sull'orlo del baratro.

"La desolazione spirituale - ha osservato - è una cosa che accade a tutti noi: può essere più forte, più debole … Ma, quello stato dell'anima oscuro, senza speranza, diffidente, senza voglia di vivere, senza vedere la fine del tunnel, con tante agitazioni nel cuore e anche nelle idee … La desolazione spirituale ci fa sentire come se noi avessimo l'anima schiacciata: non riesce, non riesce, e anche non vuol vivere: 'Meglio è la morte!'. E' lo sfogo di Giobbe. Meglio morire che vivere così. Noi dobbiamo capire quando il nostro spirito è in questo stato di tristezza allargata, che quasi non c'è respiro: a tutti noi capita, questo".

Pensare di risolvere prendendo una "pastiglia" o con i "bicchierini", ha detto, "non aiuta". Bisogna invece pregare, come ha fatto Giobbe: "gridare giorno e notte affinché Dio tenda l'orecchio". "Silenzio, presenza e preghiera", ha poi suggerito papa Bergoglio per essere vicini a chi è in una situazione difficile. "Quando una persona soffre, quando una persona è nella desolazione spirituale - ha raccomandato - si deve parlare il meno possibile e si deve aiutare con il silenzio, la vicinanza, le carezze la sua preghiera davanti al Padre". Anche "sapere accompagnare le persone che soffrono momenti brutti di tristezza e di desolazione spirituale", è "una grazia", e il Papa ha chiesto di pregare per ottenerla.
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.
Facebook Twitter Google + Scrivici Scrivici
Commenti

Gentile lettore, 

la redazione si riserva di approvare i commenti prima della loro pubblicazione. 

Fai una donazione
Vuoi essere aggiornato?
NEWS
La missione Apollo 11
NASA

Sono online i dialoghi delle missioni Apollo

Le storiche frasi degli astronauti si possono riascoltare grazie ad un software ideato dai ricercatori texani
Esplosione in un impianto di stoccaggio di gas in Austria
AUSTRIA

Esplosione in un impianto di gas: 1 morto

Almeno 60 persone sono rimaste ferite
Medico in corsia (repertorio)
SCIOPERO DEI MEDICI

A rischio 40 mila interventi chirurgici

Incrociano le braccia in 134 mila. Lorenzin: "Sono al loro fianco"
La bandiera del Puerto Rico
I LEADER RELIGIOSI DEL PUERTO RICO

"Stop all'aumento delle tasse o la ripresa sarà impossibile"

Cattolici ed evangelici in una lettera al Congresso Usa: "Non siamo cittadini di serie b"
Catalani al voto (repertorio)
CATALOGNA

Sondaggi incerti: sul voto peserà il dato dell'affluenza

Si recherà alle urne l'82% dei cittadini e questo potrebbe spostare gli equilibri
Telefono in auto

Il rischio del telefono

Le norme draconiane annunciate per combattere l'uso del cellulare in auto, non si faranno perché la...
prostitute
PROSTITUZIONE

Cisl Campania contro la tratta

Una conferenza a Napoli per promuovere strumenti di contrasto al fenomeno
Donald Trump
ATTACCO A NEW YORK

Trump: "Pene più severe per i terroristi"

Appello al Congresso: "Sistema lassista. Urgenti riforme sull'immigrazione"