LUNEDÌ 01 FEBBRAIO 2016, 11:16, IN TERRIS

SANTA MARTA, BERGOGLIO: "L'UMILTA' E' LA STRADA PER LA SANTITA'"

Nell'Omelia della Messa mattutina il Papa si è soffermato sulla figura di Davide "peccatore ma santo"

AUTORE OSPITE
SANTA MARTA, BERGOGLIO:
SANTA MARTA, BERGOGLIO: "L'UMILTA' E' LA STRADA PER LA SANTITA'"
L’umiltà è la strada della santità; e l’umiltà si ottiene solo attraverso l’umiliazione. E’ quanto affermato da Papa Francesco nella odierna Messa mattutina a Casa Santa Marta. Papa Francesco si è soffermato nell’omelia sulla figura di Davide, “peccatore ma santo”. Peccatore perché è stato “a un passo dall’entrare nella corruzione”, ma il profeta Nathan, inviato da Dio, gli fa capire il male che aveva compiuto. Davide è dunque un peccatore ma non un corrotto, perché - annota il Papa - “un corrotto non se ne rende conto”, mentre lui chiede perdono a Dio e torna sui suoi passi: “Ci vuole una grazia speciale per cambiare il cuore di un corrotto. E Davide, che aveva il cuore nobile, ancora: ‘Ah, è vero: ho peccato!’, riconosce la sua colpa.

Purtroppo però il male compiuto porta sempre delle conseguenze: “Cosa dice Nathan? – spiega il Pontefice -.Il Signore perdona il tuo peccato, ma la corruzione che tu hai seminato crescerà. Tu hai ucciso un innocente per coprire un adulterio. La spada non si allontanerà mai dalla tua Casa”. “Dio perdona il peccato – sottolinea - Davide si converte ma le ferite di una corruzione difficilmente guariscono. Lo vediamo in tante parti del mondo”. Davide però è anche “santo”. Infatti nel suo cammino di vita si trova a dover affrontare il figlio Assalonne, ormai corrotto, che vuole ucciderlo. Ma il re riunisce i suoi e decide di lasciare la città e lascia tornare indietro l’Arca, non usa Dio per difendersi. Se ne va “per salvare il suo popolo”. “E questa – rileva Francesco – è la strada di santità che Davide, dopo quel momento in cui era entrato nella corruzione, incomincia a fare”.

Davide dunque piangendo e con il capo coperto lascia la città e c’è chi lo insegue per insultarlo. Fra questi, Simei che gli dice “sanguinario”, lo maledice. Davide accetta la cosente umiliazione come un segno di Dio perché, afferma il Papa, “se maledice, è perché il Signore” glielo ha detto: “Poi Davide disse ai suoi servi: ‘Ecco, il figlio uscito dalle mie viscere cerca di togliermi la vita’. Assalonne. ‘E allora, questo beniaminita lasciatelo maledire, poiché glielo ha ordinato il Signore’. Davide sa vedere i segni: è il momento della sua umiliazione, è il momento nel quale lui sta pagando la sua colpa. ‘Forse il Signore guarderà alla mia afflizione e mi renderà il bene in cambio della maledizione di oggi’, e si affida nelle mani del Signore. Questo è il percorso di Davide, dal momento della corruzione a questo affidamento nelle mani del Signore. E questa è santità. Questa è umiltà”.

Il percorso di umiltà attraverso l’umiliazione del re Davide dovrebbe essere quello di tutti i cristiani: “L’umiltà – sottolinea Papa Francesco – soltanto può arrivare a un cuore tramite le umiliazioni. Non c’è umiltà senza umiliazioni, e se tu non sei capace di portare alcune umiliazioni nella tua vita, non sei umile”. E’ semplice, è “matematico”, rafforza il Papa: “L’unica strada per l’umiltà è l’umiliazione. Il fine di Davide, che è la santità, viene tramite l’umiliazione. Il fine della santità che Dio regala ai suoi figli, regala alla Chiesa, viene tramite l’umiliazione del suo Figlio, che si lascia insultare, che si lascia portare sulla Croce – ingiustamente … E questo Figlio di Dio che si umilia, è la strada della santità. E Davide, con il suo atteggiamento, profetizza questa umiliazione di Gesù”. “Chiediamo al Signore la grazia, per ognuno di noi, per tutta la Chiesa, la grazia dell’umiltà, ma anche la grazia di capire che non è possibile essere umili senza umiliazione” conclude il Pontefice.
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.
Facebook Twitter Google + Scrivici Scrivici
Commenti

Gentile lettore, 

la redazione si riserva di approvare i commenti prima della loro pubblicazione. 

Fai una donazione
Vuoi essere aggiornato?
NEWS
Un frame del film
CINEMA

"Augustine", la vita di Sant'Agostino diventa un film

Grande produzione internazionale tra Algeria e Tunisia diretta da Samir Seif
Il sindaco di Cerignola, Franco Metta
CERIGNOLA

Il Sindaco ai malavitosi: "Siete quattro vigliacchi"

Su Facebook la video-denuncia: "Non vi lasceremo questa città, combatteremo fino alla fine"
Olimpiadi 2018 in Corea del Sud
OLIMPIADI 2018

La Corea del Nord cancella i sopralluoghi al Sud

Kim Jong-un annuncia una parata militare l'8 febbraio
Il cantante Bob Dylan
TOUR ITALIANO

Dylan annuncia tre nuove date dopo il tutto esaurito

Genova, Jesolo e Verona le tappe. Biglietti già in vendita
La linea 80 di Milano
MILANO

Aggredito sul bus da adolescenti, reagisce e ne accoltella uno

Il ferito, un 17enne, non è in pericolo di vita
Un particolare dell'arazzo di Bayeux
ELISEO

Dopo 950 anni l'arazzo di Bayeux potrebbe lasciare la Francia

Ritrae la Battaglia di Hastings e racconta la conquista normanna dell'Inghilterra
Un messaggio di posta certificata (Pec)
CODICE DELLA STRADA

Novità: le multe arriveranno via mail

Qualora non fosse possibili, arriverà per posta ordinaria
Grillo e Di Maio
GRILLO - DI MAIO

Appello ai gruppi in caso di scofitta alle elezioni

Il candidato premier del M5S: "No a spartizioni di poltrone o di potere, ma soluzioni concrete ai problemi del Paese"
L'hot spot di Lampedusa
LAMPEDUSA

Migranti: sassaiola contro le forze ordine

Ferito un carabiniere alla testa
Eugenio Scalfari e Carlo De Benedetti

La 'Repubblica' degli stracci

Volano gli stracci tra il fondatore Eugenio Scalfari e l’ex editore Carlo De Benedetti del quotidiano...
Mark Zuckerberg
RIVOLUZIONE FACEBOOK

Zuckerberg argina le fake: "Gli utenti decideranno le fonti migliori"

Grandi cambiamenti per il social: "Cambia il news feed: meno notizie ma più qualità"
STATI UNITI

Un anno di Trump

Dalla flat tax all'incontro col Papa, dalla Corea al Russiagate fino a Gerusalemme: 12 mesi da Tycoon