GIOVEDÌ 04 MAGGIO 2017, 17:13, IN TERRIS

Riforma dei media vaticani, il Papa: "No all'attaccamento a un passato glorioso, ma gioco di squadra per rispondere a nuove sfide"

Il Pontefice ha chiesto ai membri della Segreteria per le comunicazioni di portare a compimento il cammino di una riforma che però dovrà realizzarsi avendo cura di valorizzare "quanto nella storia si è sviluppato all'interno dell'assetto della comunicazione della Sede Apostolica"

REDAZIONE
Riforma dei media vaticani, il Papa:
Riforma dei media vaticani, il Papa: "No all'attaccamento a un passato glorioso, ma gioco di squadra per rispondere a nuove sfide"
"Non lasciamoci vincere dalla tentazione dell'attaccamento a un passato glorioso; facciamo invece un grande gioco di squadra per meglio rispondere alle nuove sfide comunicative che la cultura di oggi ci domanda, senza paure e senza immaginare scenari apocalittici". Sono queste le parole di incoraggiamento che Papa Francesco ha pronunciato ricevendo in udienza monsignor Dario Viganò, prefetto del Dicastero, e i membri della Segreteria per la comunicazione.

La riforma "irreversibile" dei media vaticani


"L'Osservatore Romano, che dal prossimo anno entrerà a far parte del nuovo Dicastero, dovrà trovare una modalità nuova e diversa, per poter raggiungere un numero di lettori superiore a quello che riesce a realizzare in formato cartaceo; la Radio Vaticana, da anni diventata un insieme di portali, va ripensata secondo modelli nuovi e adeguata alle moderne tecnologie e alle esigenze dei nostri contemporanei; anche la Libreria Editrice Vaticana e l'antica Tipografia Poliglotta Vaticana entreranno a far parte della grande comunità di lavoro del nuovo Dicastero, e questo richiederà la disponibilità ad armonizzarsi con il nuovo disegno produttivo e distributivo". Il Pontefice ha spiegato che le sue parole tratteggiano la riforma "irreversibile" dei media vaticani, che però dovrà realizzarsi avendo cura di valorizzare "quanto nella storia si è sviluppato all'interno dell'assetto della comunicazione della Sede Apostolica". Inoltre, Papa Francesco ha ricordato che questo processo è iniziato con la costituzione della Segreteria per la comunicazione, dicastero che il prossimo 27 giugno celebrerà i due anni di vita e che "si presenta in piena riforma, dal momento che è una realtà nuova che sta muovendo ormai passi irreversibili".

 L'esigenza di una "convergenza digitale"


Dopo aver sottolineato che non si tratta di "un coordinamento o di una fusione di precedenti dicasteri, ma di costruire una vera e propria istituzione ex novo", il Pontefice ha spiegato che "questo nuovo sistema comunicativo nasce dall'esigenza della cosiddetta 'convergenza digitale'". Parlando ai membri della Segreteria per le comunicazioni, inoltre, Papa Francesco ha che "la storia è indubbiamente un patrimonio di esperienze preziose da conservare e usare come spinta verso il futuro. Diversamente essa si ridurrebbe a un museo, interessante e bello da visitare, ma non in grado di fornire forza e coraggio per il proseguimento del cammino".

Un incoraggiamento a "portare a compimento il cammino".


"Cari fratelli e sorelle, il lavoro che vi aspetta - ha osservato il Pontefice rivolto a don Vigano' e ai membri del nuovo dicastero - e' ampio e articolato". "Con il contributo di ciascuno, si porterà a compimento questa riforma che, "valorizzando quanto nella storia si è sviluppato all'interno dell'assetto della comunicazione della Sede Apostolica", è ordinata a "una integrazione e gestione unitaria". "Vi incoraggio pertanto - ha continuato il Papa sempre rivolto ai membri del Dicastero - a lavorare nelle commissioni di studio, con analisi dettagliate e, una volta individuati i percorsi, a decidere e procedere coraggiosamente secondo i criteri scelti. Vi chiedo inoltre - ha poi concluso - che il criterio-guida sia quello apostolico, missionario, con una speciale attenzione alle situazioni di disagio, di povertà, di difficoltà, nella consapevolezza che anche queste oggi vanno affrontate con soluzioni adeguate. Così diventa possibile portare il Vangelo a tutti, valorizzare le risorse umane, senza sostituirsi alla comunicazione delle Chiese locali e, al tempo stesso, sostenendo le comunità ecclesiali che più hanno bisogno". L'udienza di oggi, in occasione della Prima Assemblea Plenaria della Segreteria per la Comunicazione, è stata anche l'occasione per ringraziare il prefetto, monsignor Vigano', e "quanti hanno contribuito in vari modi alla preparazione del lavoro di questi giorni".
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.
Facebook Twitter Google + Scrivici Scrivici
Commenti

Gentile lettore, 

la redazione si riserva di approvare i commenti prima della loro pubblicazione. 

Fai una donazione
Vuoi essere aggiornato?
NEWS
Agenti della polizia tedesca
GERMANIA | TERRORISMO

Pianificavano attentato al mercatino di Natale: 6 arresti

Per l'attacco i fermati intendevano utilizzare armi ed esplosivo
Il premier Gentiloni e la segretaria generale Cgil, Susanna Camusso
PENSIONI

La Cgil boccia la proposta del Governo

Gentiloni: "Misure rilevanti e sostenibili. Camusso critica: "Mobilitazione il 2 dicembre"
CASCINA

Proiettili al sindaco donna che combatte gli stupri

Bossoli accompagnati da una lettera in cui la Ceccardi viene accusata di razzismo
VIOLENZA SUI MINORI

Sposa a nove anni a Padova: la Procura smentisce

La terribile notizia diffusa da un quotidiano locale stamattina
Oguz Guven
TURCHIA

Il direttore di Cumhuriyet web condannato per terrorismo

Oguz Guven dovrà scontare 3 anni e 1 mese per un tweet sulla morte sospetta di un magistrato
Sciopero nazionale dei taxi
SCIOPERO NAZIONALE DEI TAXI

Salta la trattativa col ministero, auto bianche ferme in tutta Italia

I sindacati hanno definito "insufficiente" il decreto attuativo emesso dal governo dopo l'accordo dello scorso...
L'asteroide 1I/2017 U1 o Oumuamua
OGGETTI INTERSTELLARI

Ecco Oumuamua, l'asteroide alieno

Osservato il 17 ottobre, presenta una forma simile a un sigaro e viene da fuori il Sistema solare
Marte, il cratere Schiaparelli
ROMA | MOSTRA RED HOPE

I paesaggi di Marte diventano opere d'arte

Per la realizzazione di queste opere, l'artista ha utilizzato i telai dei laboratori artigianali di un villaggio indiano nei...
Vigili del fuoco in India
INDIA

Scoppia un incendio in fabbrica: almeno 10 morti

Nel 2013, scondo l'Ilo, su un totale di 402 milioni di lavoratori, ci sono stati oltre 40 mila incidenti mortali sui luoghi...
Putin e Assad
SOCHI

Putin vede Assad: "Terrorismo verso la sconfitta"

Il presidente russo: "Le operazioni si avviano a conclusione. Ora avanzi il processo politico"
Angela Merkel
GERMANIA

Merkel punta a nuove elezioni

Manca ancora l'accordo per il governo. La cancelliera non vuole un esecutivo di minoranza
Il videomessaggio del Pontefice
PAPA FRANCESCO

"I credenti promuovano la reciproca comprensione"

Videomessaggio alla popolazione del Bangladesh alla vigilia del viaggio apostolico
Alessandro Di Battista
LA DECISIONE

Di Battista lascia: "Ma resto nel M5s"

Uno dei maggiori leader pentastellati esce dai palazzi: "Voglio scrivere e girare il mondo". E i militanti già...
Il sottomarino Ara San Juan
SOTTOMARINO DISPERSO

"I segnali non sono del 'San Juan'"

La Marina militare argentina smentisce che i suoni captati dai sonar appartengano al sommergibile, sparito dai radar da 5 giorni