MARTEDÌ 19 MAGGIO 2015, 13:16, IN TERRIS

"PENSARE AL NOSTRO CONGEDO DAL MONDO CI FA BENE"

Francesco nell'omelia di questa mattina ha spiegato, portando l'esempio di Gesù e San Paolo, il significato cristiano di dire "addio"

HORTENSIA HONORATI
"PENSARE AL NOSTRO CONGEDO DAL MONDO CI FA BENE"
Prendendo spunto dalle letture del giorno, Francesco ha oggi incentrato l'omelia della messa quotidiana a Casa Santa Marta sul significato di "dire addio" per un cristiano. Gesù si congeda per andare dal Padre e mandare lo Spirito Santo, San Paolo prima di andare a Gerusalemme piange con gli anziani venuti da Efeso per salutarlo. "Nella nostra vita - ha spiegato il Papa - ci sono tanti congedi piccoli e grandi e c'è anche tanta sofferenza e tante lacrime in alcuni di loro".

A riguardo il Pontefice ha portato alcuni esempi, come quello dei poveri Rohingya del Myanmar costretti a lasciare la loro terra a causa delle persecuzioni, passando mesi in barca e all'arrivo in una città non trovano accoglienza. Ha parlato del congedo esistenziale dei cristiani e degli yazidi, che non potranno più tornare nella loro terra perché cacciati dalle loro case.

"Piccoli e grandi congedi nella vita" ha ripetuto Francesco, come quello "della mamma che dà l’ultimo abbraccio al figlio che va in guerra". C'è poi anche "l'ultimo saluto – ha detto – che tutti noi dobbiamo fare, quando il Signore ci chiama all'altra riva. Io penso a questo”.

Questi, ha sottolineato Bergoglio, "sono i grandi congedi" dove non si può dire "a dopo o arrivederci" ma si deve dire "addio". Così come accade per Paolo che affida a Dio i suoi, e a Gesù che consegna al Padre i discepoli che rimangono nel mondo: "affidare a Dio: questa è l’origine della parola 'addio'. Noi lo diciamo  soltanto nei grandi congedi della vita". Soffermandosi su questo punto Francesco ha aggiunto: "Credo, che con queste due icone, quella di Paolo e di Gesù, possiamo pensare al nostro congedo. Ci farà bene. Chi sarà la persona che chiuderà i miei occhi? Cosa lascio? Mi fa bene immaginarmi in quel momento".

E' così che il Papa chiede provocatoriamente: "Io sono preparato per affidare a Dio tutti i miei? Per affidare me stesso a Dio? Per dire quella parola che è la parola dell’affidamento del figlio al Padre?". A conclusione Bergoglio ha così pregato: "Che Gesù morto e risorto ci invii lo Spirito Santo, perché noi impariamo quella parola, impariamo a dirla 'esistenzialmente', con tutta la forza possiamo dire 'addio'".
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.
Facebook Twitter Google + Scrivici Scrivici
Commenti

Gentile lettore, 

la redazione si riserva di approvare i commenti prima della loro pubblicazione. 

Fai una donazione
Vuoi essere aggiornato?
NEWS
Andrea La Rosa
MILANO

Trovato morto l'ex calciatore La Rosa

Il 35enne era scomparso lo scorso 16 novembre: il suo corpo è stato rinvenuto nel bagliaio di un'auto
Maria Elena Boschi
BANCA ETRURIA

Boschi: "Mai mentito al Parlamento"

Presidente della Consob: "Parlai della questione con lei"
Le
F1

Niente più "ombrelline" sulla griglia di partenza

Chase Carey: "Una giusta decisione per il futuro dello sport è necessaria"
Il premier italiano, Paolo Gentiloni
MIGRANTI

Gentiloni: "Le quote obbligatorie sono il minimo sindacale”

Il Premier al termine del V4: "Serve più impegno da parte della Ue"
Polizia
ORRORE A FOGGIA

Violenta la figlia davanti alla nipotina

Arrestato il padre di 48 anni per i reati di violenza sessuale aggravata e atti persecutori
Banca Etruria
BANCA ETRURIA

Consob: "Taciute criticità ai risparmiatori"

Il vice dg della Consob Giuseppe D'Agostino in audizione alla commissione d'inchiesta sulle banche
Papa Francesco in piazza San Pietro
PAPA FRANCESCO

"Educhiamo i giovani all'arte del dialogo"

Ricevuti gli ambasciatori di Yemen, Nuova Zelanda, Swaziland, Azerbaijan, Ciad, Liechtenstein e India presso la Santa Sede
LINKIN PARK

"One More Light Live", l'album in cui rivive Chester

Il 15 dicembre esce la nuova raccolta dedicata al cantante scomparso