MERCOLEDÌ 17 APRILE 2019, 10:12, IN TERRIS

UDIENZA GENERALE

Papa: "Gratitudine della Chiesa per chi ha salvato Notre Dame"

Nella catechesi, Francesco invita a chiedere "di saperci affidare al Padre nelle prove"

SIMONE PELLEGRINI
Facebook Twitter Copia Link Invia Scrivici
Pompieri impegnati a spegnere l'incendio di Notre Dame
Pompieri impegnati a spegnere l'incendio di Notre Dame
"C

olgo questa occasione per esprimere alla comunità diocesana di Parigi, a tutti i parigini e all’intero popolo francese il mio grande affetto e la mia vicinanza dopo l’incendio nella Cattedrale di Notre-Dame. Cari fratelli e sorelle, sono rimasto molto addolorato e mi sento tanto vicino a tutti voi. A quanti si sono prodigati, anche rischiando di persona, per salvare la Basilica va la gratitudine di tutta la Chiesa. La Vergine Maria li benedica e sostenga il lavoro di ricostruzione: possa essere un’opera corale, a lode e gloria di Dio. Dio vi benedica!". Nel corso dell'Udienza generale di oggi, il pensiero di Papa Francesco corre inevitabilmente a Parigi, alle fiamme che hanno avvolto Notre-Dame.


"La gloria di Dio è amore puro"...

Un evento che ha scosso l'animo dei cattolici di tutto il mondo, ma che proprio nella catechesi di oggi trovano conforto. Il Pontefice torna a parlare del Padre Nostro, soffermandosi sul passaggio dell'Ultima Cena in cui il Signore, "alzati gli occhi al cielo, disse: 'Padre, è venuta l’ora: glorifica il Figlio tuo – e poi – glorificami davanti a te con quella gloria che io avevo presso di te prima che il mondo fosse”. Francesco si chiede: "Di che gloria si tratta?". E' ciò che indica "il rivelarsi di Dio, è il segno distintivo della sua presenza salvatrice fra gli uomini. Ora, Gesù è Colui che manifesta in modo definitivo la presenza e la salvezza di Dio. E lo fa nella Pasqua: innalzato sulla croce, è glorificato. Lì Dio finalmente rivela la sua gloria: toglie l’ultimo velo e ci stupisce come mai prima. Scopriamo infatti che la gloria di Dio è tutta amore: amore puro, folle e impensabile, al di là di ogni limite e misura".


..."ed è paradossale"

Di qui l'invito di Bergoglio ai fedeli a chiedere al Padre di "togliere i veli ai nostri occhi perché in questi giorni, guardando al Crocifisso, possiamo accogliere che Dio è amore". La gloria di Dio - precisa dunque - "è il contrario della gloria mondana, che arriva quando si è ammirati, lodati, acclamati". La gloria di Dio, invece, "è paradossale: niente applausi, niente audience. Al centro non c’è l’io, ma l’altro: a Pasqua vediamo infatti che il Padre glorifica il Figlio mentre il Figlio glorifica il Padre. Nessuno glorifica sé stesso". E poi il Papa si sofferma sul momento in cui Gesù entra nel giardino del Getsemani, durante il quale sente "paura e angoscia" ma "nella prova Gesù ci insegna ad abbracciare il Padre, perché nella preghiera a Lui c’è la forza di andare avanti nel dolore". Il Papa evidenzia quindi che talvolta, quando noi siamo nella prova, "restiamo chiusi in noi stessi ci scaviamo un tunnel dentro, un doloroso percorso introverso che ha un’unica direzione: sempre più a fondo in noi stessi". Ma "il problema più grande non è il dolore, ma come lo si affronta. La solitudine non offre vie di uscita; la preghiera sì, perché è relazione, affidamento". Di qui l'invito finale: "Pregando in questi giorni il 'Padre nostro', possiamo chiedere una di queste grazie: di vivere le nostre giornate per la gloria di Dio, cioè con amore; di saperci affidare al Padre nelle prove; di trovare nell’incontro col Padre il perdono e il coraggio di perdonare".

 

 

Commenti

Gentile lettore, 

la redazione si riserva di approvare i commenti prima della loro pubblicazione. 


Scrivi il tuo commento


Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.
Fai una donazione
Vuoi essere aggiornato?
NEWS
Bullismo
MINORI VIOLENTI

Lunedì in aula la legge che toglie i bulli alle famiglie

Numero verde per le vittime e multe ai genitori che non mandano i figli a scuola
Calzaturificio
EMPOLI

Pagati un euro l'ora: 2 arresti per caporalato

Migranti africani sfruttati in ditte calzaturiere gestite da due coniugi cinesi
Il degrado nell'ex-stabilimento Thyssen di Torino - Foto © Alessandro Di Marco per Ansa
DIRITTI UMANI

Thyssen, la Corte Europea avvia un procedimento contro Italia e Germania

I due Paesi dovranno chiarire a Strasburgo perché i manager dello stabilimento, seppure condannati, sono ancora in...
Giornata Mondiale dei Poveri 2019: logo e tema
EDIZIONE 2019

Giornata Mondiale dei Poveri: le iniziative diocesane

A Rimini un gruppo di giovani condividerà la notte con i senzatetto
Decorazioni natalizie

Sì al Natale a scuola

Si avvicina Natale e immancabilmente alcuni insegnanti, stavolta in provincia di Ancona, ripropongono il solito...
Magistratura

La Magistratura non risponde a logiche politiche

La Magistratura per sua natura ha funzione e carattere professionale. Non è un soggetto del gioco politico o...
Una veduta aerea del complesso scolastico teatro della sparatoria
IL DRAMMA

Sangue negli Usa: spari in un liceo di Santa Clarita

Uno studente di 16 anni ha ucciso due compagni, ferendone altri quattro. Arrestato, anche lui sarebbe gravemente ferito
Fotografia di Stefano Cucchi
ROMA

Caso Cucchi, 12 anni per due carabinieri

Si tratta dei due militari accusati del pestaggio. Tedesco assolto dall'accusa di omicidio preterintenzionale. Prescrizione...
Jorge Lorenzo
MOTO GP

Lorenzo si ritira: ultima gara a Valencia, dove iniziò tutto

Il fuoriclasse maiorchino chiuderà la carriera dove conquistò il primo titolo mondiale: "Era meglio...
L'autoproclamatasi presidente Jeanine Áñez pronuncia il discorso prima di assumere la presidenza
BOLIVIA

La neopresidente Áñez cambia i ministri. Morales dal Messico la condanna

Rimpasto dell'esecutivo a La Paz. Aumentano le incognite di un Paese in bilico
Alvin accompagnato da due membri della Croce Rossa e Mezzaluna rossa Internazionale
AUDIZIONE PROTETTA

Il dramma di Alvin: "Ho visto morire mia mamma"

Il racconto shock del bimbo 11enne, portato in Siria proprio dalla madre unitasi al Califfato. Sei giorni fa il rientro in...
La foto della Madonnina che ha resistito alla tromba d'aria nella pineta devastata - Foto © Giuseppe Ferrara per BasilicataNotizie.net
BASILICATA

A Policoro, la Madonnina resiste alla furia del vento

La scena immortalata in una foto della pineta devastata. C'è già chi grida al miracolo