MERCOLEDÌ 08 AGOSTO 2018, 10:09, IN TERRIS

VATICANO

Papa: appello a non cedere al "fascino dell'idolatria"

Nell'udienza generale ha invitato a rifiutare gli idoli e ad accettare la propria fragilità, che ci apre a Dio

REDAZIONE
Facebook Twitter Copia Link Invia Scrivici
Papa Francesco in Udienza generale - Photo © Vatican Media
Papa Francesco in Udienza generale - Photo © Vatican Media
"N

e abbiamo parlato la settimana scorsa, ora riprendiamo il tema perché è molto importante conoscere questo". Così Papa Francesco ha introdotto oggi, parlando a braccio in Aula Paolo VI per la seconda udienza generale dopo la pausa di luglio, la catechesi sull'idolatria, in linea di continuità con quella della scorsa settimana. La riflessione del Santo Padre è partita dall'idolo per eccellenza, il vitello d'oro, di cui si parla nel Libro dell'Esodo.


La religione fai-da-te

Il deserto è un’immagine della vita umana, la cui condizione è incerta e non possiede garanzie inviolabili”, ha proseguito Francesco: “Questa insicurezza genera nell’uomo ansie primarie, che Gesù menziona nel Vangelo: ‘Che cosa mangeremo? Che cosa berremo? Che cosa indosseremo?'”. E in quel deserto - ha proseguito - "accade qualcosa che innesca l’idolatria, perché Mosè, che era salito sul monte tardava a scendere dal monte”. “È rimasto lì 40 giorni e la gente si è spazientita”. Papa Bergoglio spiega che mancando Mosè, cioè "il capo, la guida rassicurante", "il punto di riferimento", la condizione del popolo "diventa insostenibile". Ne consegue la richiesta ad Aronne: "'Fa’ per noi un dio che cammini alla nostra testa!’. Facci un capo, facci un leader”. Così nasce una religione "fai-da-te", in quanto - ha ammonito il Papa - “se Dio non si fa vedere, ci facciamo un dio su misura”.


"Dio toglie l'Egitto che portiamo dentro"

La deriva verso l'idolatria riguarda anche noi. Essa - ha spiegato il Pontefice - “nasce dall’incapacità di confidare soprattutto in Dio, di riporre in Lui le nostre sicurezze, di lasciare che sia Lui a dare vera profondità ai desideri del nostro cuore. Questo permette di sostenere anche la debolezza, l’incertezza e la precarietà”. Perché “senza primato di Dio si cade facilmente nell’idolatria e ci si accontenta di misere rassicurazioni”. Segni di "amore e potenza" sono serviti a Dio per liberare il popolo dall'Egitto, dunque - la riflessione di Francesco - "non è costato tanto lavoro", ma - ha aggiunto - "il grande lavoro di Dio è stato togliere l’Egitto dal cuore del popolo, cioè togliere l’idolatria dal cuore del popolo. E ancora Dio continua a togliere l’idolatria dal cuore del popolo. È il grande lavoro di Dio: togliere l’Egitto che portiamo dentro, è il fascino dell’idolatria”.


Gli idoli di oggi

Ma quali sono i grandi idoli di oggi? Quelli di sempre: "Successo, potere e denaro", ha ripetuto il Papa. Il suo appello, invece, è ad “accettare la propria fragilità e rifiutare gli idoli del nostro cuore”. Del resto - ha detto ancora - “quando si accoglie il Dio di Gesù Cristo, che da ricco si è fatto povero per noi, si scopre che riconoscere la propria debolezza non è la disgrazia della vita umana, ma è la condizione per aprirsi a colui che è veramente forte”. Allora - ha sottolineato - "per la porta della debolezza entra la salvezza di Dio; è in forza della propria insufficienza che l’uomo si apre alla paternità di Dio. La libertà dell’uomo nasce dal lasciare che il vero Dio sia l’unico Signore. E questo permette di accettare la propria fragilità e rifiutare gli idoli del nostro cuore”. Francesco ha portato l'esempio di Cristo crocifisso, verso cui volgiamo lo sguardo, "che è debole, disprezzato e spogliato di ogni possesso". Tuttavia, "in lui si rivela il volto del Dio vero, la gloria dell’amore e non quella dell’inganno luccicante”. “Lui viene a rivelarci la paternità di Dio; in Cristo la nostra fragilità non è più una maledizione, ma luogo di incontro con il Padre e sorgente di una nuova forza dall’alto”, ha concluso il Santo Padre.

Commenti

Gentile lettore, 

la redazione si riserva di approvare i commenti prima della loro pubblicazione. 


Scrivi il tuo commento


Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.
Fai una donazione
Vuoi essere aggiornato?
NEWS
Dissesto idrogeologico
EMERGENZA MALTEMPO

Dissesto idrogeologico, giovedì in Consiglio dei ministri

132 frane, 125 alluvioni, sei erosioni costiere nel piano governativo di difesa del territorio
Cristiano Ronaldo
EURO 2020 | QUALIFICAZIONI

Ronaldo non si ferma: a un passo da quota 100

Con la rete al Lussemburgo il portoghese tocca 99 gol in nazionale. Il record assoluto di Ali Daei (109) è nel mirino
Gli stabilimenti ex Ilva
EX ILVA

ArcelorMittal, ultimatum delle aziende dell'indotto

Gli autotrasportatori mordono il freno e chiedono il saldo delle fatture. Boccia: "Senza scudo penale non si firma...
Emergenze a Venezia, Roma e Firenze
MALTEMPO

Da Venezia a Roma: piene, pioggia e vento sull'Italia

Acqua alta a 150 cm nella Serenissima, ora in discesa. A Firenze rischio piena dell'Arno, disagi a Roma e in Alto Adige

La luce di Carlotta

Mi ha colpito molto la descrizione della chiamata di Levi, della chiamata di Zaccheo, fatta da padre Marko...
Sabato e domenica forti piogge
METEOROLOGIA

Allerta rossa in 3 Regioni: domani pioggia e freddo

La Protezione Civile ha diramato l'allerta arancione in altre 8 Regioni e quella gialla sulle restanti
I soccorsi
MILANO

Maxi rissa davanti al McDonald: 30 ragazzi coinvolti

Fermati tre giovani di nazionalità tunisina: un 18enne e due minorenni
MALTEMPO

Non c'è pace per Venezia, nuova allerta per domani

In arrivo 20 milioni di euro per il primo ristoro dei danni
Carabinieri nella fabbrica di Melito
MELITO DI NAPOLI

Tiene segregati 43 operai in nero: arrestato imprenditore

Tra le vittime, tutte italiane, anche una donna incinta e due minorenni
Fulmini in mare
METEOROLOGIA

Dove cadrà il fulmine? Lo (pre)dice l'intelligenza artificiale

L'algoritmo, sviluppato in Svizzera al Politecnico di Losanna, usa solo dati meteorologici
Scontri in Bolivia
AMERICA LATINA

Bolivia, scontri tra polizia e manifestanti: 8 morti

L'appello via Twitter di Evo Morales affinché si metta fine al massacro
ArcelorMittal

Fuori del mondo

Sulla ex Ilva ora interviene anche la Procura della Repubblica di Milano. Il procuratore capo Francesco Greco, rende...