VENERDÌ 19 FEBBRAIO 2016, 003:15, IN TERRIS

PAKISTAN, LO STATO CONTROLLERÀ LA PREGHIERA DEL VENERDÌ

Una norma permetterà al governo di controllare i sermoni della preghiera islamica del venerdì

EDITH DRISCOLL
PAKISTAN, LO STATO CONTROLLERÀ LA PREGHIERA DEL VENERDÌ
PAKISTAN, LO STATO CONTROLLERÀ LA PREGHIERA DEL VENERDÌ
Sembra dividere ancora di più i cristiani dai musulmani la nuova decisione dell'Assemblea provinciale del Sindh, regione del Pakistan, che ha stabilito che i sermoni della preghiera islamica del venerdì siano controllati in via preventiva dallo Stato. “Nessun predicatore avrà il permesso di fare discorsi provocatori. Questa proposta è importante per placare l’odio e sostituirlo con l’armonia religiosa”, ha commentato Abdul Qayum Soomro, consigliere del chief minister di Sindh per gli affari religiosi, nonché ideatore della norma.

Immediata la reazione della comunità islamica del Pakistan, che vede in questa legge una pesante intromissione dello Stato in questioni prettamente religiose. Abid Habib, dell’Associazione dei Superiori maggiori e membro della Commissione Giustizia e pace, intervistato da Asianews, si dice preoccupato per questa novità: “la nuova legge non mi convince del tutto. In futuro il governo potrebbe chiederci di registrare le omelie alla stazione di polizia. L’unica cosa di cui abbiamo bisogno è che gli imam di tutte le moschee del Paese vengano educati”.

Dello stesso parere, Muhammad Asim Makhdoom, segretario per l’informazione del Jamiat Ulema-e-Islam, partito religioso islamico, che sempre ad Asianews dichiara che questa legge porterà solo “anarchia”. “Il Corano – commenta – invoca la pace. Ma sembra che il governo voglia forzare il passaggio della norma. Essa mette l’Islam in discussione, quindi deve essere evitata”.

La reazione della Chiesa del Pakistan, invece, è positiva. Mons. Samson Shukardin, vescovo di Hyderabad, si è detto favorevole alla norma: “Essa aiuterà ad alleviare la tensione prevalente nel Paese, ma deve essere la stessa in tutte le province”. Secondo il vescovo, la nuova legge permetterà al governo di intervenire laddove si verifichino casi di odio religioso e fanatismo.
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.
Facebook Twitter Google + Scrivici Scrivici
Commenti

Gentile lettore, 

la redazione si riserva di approvare i commenti prima della loro pubblicazione. 

Fai una donazione
Vuoi essere aggiornato?
NEWS
Sonda alla ricerca di asteroidi
RICERCA

Nasa, è caccia agli asteroidi

In estate le sonde americane e giapponesi raggiungeranno i "sassi cosmici" Bennu e Ryugu
Indagano i carabinieri
CAVA DE' TIRRENI

Lite tra coniugi, morta la moglie

Grave il marito. Da chiarire se sia un caso di omicidio-suicidio o un reciproco accoltellamento
Polizia thailandese
THAILANDIA

Italiano smembrato e dato alle fiamme

La polizia conferma che si tratta di un 62enne di Sondrio. Ricercati l'ex moglie e il suo amante
Abuso su minore
CASSINO

Suicida l'agente penitenziario accusato di abusi alla figlia

La 14enne aveva parlato degli stupri in un tema scolastico
Matteo Renzi e Pier Carlo Padoan
ELEZIONI 2018

Renzi: "Ho chiesto a Padoan di candidarsi a Siena"

"La partita non si gioca solo sulle coalizioni"
Taxi a Milano
MILANO

Tassista abusivo arrestato per 2 stupri

Sembra che il fermato non abbia precedenti penali
Angela Merkel e Martin Shulz

Grosse Koalition

Sembra tutto pronto per una riedizione della Gross koalition in Germania tra i socialdemocratici del Spd e i...
Paolo Gentiloni
GENTILONI

"I 5 Stelle non avranno mai i numeri per governare"

Il Premier uscente: "Berlusconi non riuscirà ad addomesticare la Lega"