VENERDÌ 13 OTTOBRE 2017, 12:50, IN TERRIS


VATICANO / UDIENZA SPECIAL OLYMPICS

“Nello sport un linguaggio universale per superare le differenze”

L'udienza di Papa Francesco agli atleti dello Special Olympics, a Roma per il Torneo "Unified Football"

FABIO BERETTA
Papa Francesco saluta gli atleti dello Special Olympics Photo © L'Osservatore Romano
Papa Francesco saluta gli atleti dello Special Olympics Photo © L'Osservatore Romano

Lo sport è uno di quei linguaggi universali che supera le differenze culturali, sociali, religiose e fisiche, e riesce a unire le persone, rendendole partecipi dello stesso gioco e protagoniste insieme di vittorie e sconfitte“. E’ quanto afferma Papa Francesco nel ricevere in udienza, nella Sala Clementina del Palazzo Apostolico, in Vaticano, gli atleti dello Special Olympics, partecipanti al Torneo “Unified Football”, torneo internazionale di calcio a 5 unificato. Ogni squadra è composta da 9 giocatori: 5 con disabilità intellettive e 4 partner senza disabilità intellettiva, tutti di età compresa tra i 18 ed i 30 anni. I giovani, ricevuti quest’oggi dal Pontefice, che si affronteranno nelle competizioni dal 13 al 15 ottobre a Roma, provengono da 9 Paesi europei: Francia, Lituania, Polonia, Ungheria, Spagna, Portogallo, Belgio e Romania. L’Italia è rappresentata da 4 team, provenienti dalle Regioni del Lazio, Piemonte, Sardegna e Lombardia. 

Uno sport “unificato”

Nel salutare gli atleti, il Papa ricorda che loro che sono il “simbolo di uno sport che apre gli occhi e il cuore al valore e alla dignità di individui e di persone che altrimenti sarebbero oggetto di pregiudizi e di esclusione”. Da qui l’invito a riaffermare “l’importanza dello sport ‘unificato’, attraverso il quale atleti con e senza disabilità intellettiva giocano insieme. Questa bella realtà, che portate avanti con impegno e convinzione, alimenta la speranza di un futuro positivo e fecondo dello sport, perché fa sì che esso diventi una vera occasione di inclusione e di coinvolgimento”. E rivolgendosi direttamente ai ragazzi, li esorta a non stancarsi “di mostrare al mondo dello sport” l’impegno “per costruire società più fraterne, in cui le persone possano crescere, svilupparsi e realizzare appieno le proprie capacità”.

Un linguaggio universale

In questa prospettiva, prosegue il Pontefice, “lo sport è uno di quei linguaggi universali che supera le differenze culturali, sociali, religiose e fisiche, e riesce a unire le persone, rendendole partecipi dello stesso gioco e protagoniste insieme di vittorie e sconfitte”. Il Santo Padre sottolinea come anche la Chiesa “non manca di sostenere e incoraggiare quelle iniziative che favoriscono il bene delle persone e delle comunità“. E questo perché “lo sport ha sempre grandi storie da raccontare su persone che, grazie ad esso, sono emerse da condizioni di marginalità e povertà, dalle ferite e dagli infortuni”. Storie che mostrano al mondo intero “come la determinazione e il carattere di alcuni può essere motivo di ispirazione e di incoraggiamento” per tanti altri, uomini e donne, “in tutti gli aspetti della loro vita”. Infine, l’invito a trascorrere queste giornate “con gioia e serenità”, senza tralasciare “l’amicizia e la solidarietà“.

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.
Facebook Twitter Google + Scrivici Scrivici
Commenti

Gentile lettore, 

la redazione si riserva di approvare i commenti prima della loro pubblicazione. 

Fai una donazione
Vuoi essere aggiornato?
NEWS
L'esultanza del Milan al termine del match contro il Bologna
CALCIO | SERIE A

Frenano Roma e Napoli, sorride il Milan

Giallorossi e partenopei fermati sullo 0-0 da Chievo e Fiorentina. Primo successo per Gattuso, ok Udinese e Sassuolo
Monsignor Antonio Riboldi
NAPOLI

Addio a monsignor Riboldi, protagonista della lotta alla camorra

Il vescovo emerito di Acerra (Napoli) si è spento all'età di 94 anni
Il presidente della Repubblica Sergio Mattarella
MATTARELLA

"Il rispetto dei diritti umani è il pilastro di una società giusta"

Il messaggio del presidente della Repubblica in occasione della Giornata mondiale per i diritti umani
Il Duomo di Milano
CONCERTO DI NATALE

Arie sacre in Duomo di Milano

In scaletta le più belle "Ave Maria" del reportorio classico
La Stazione spaziale internazionale
MICRORGANISMI IN ORBITA

Trovati batteri terrestri all'interno della Stazione Spaziale

Sono stati portati in orbita dagli astronauti
il vescovo di Mazara del Vallo, monsignor Domenico Mogavero

Il senso d'umanità

In seguito alla decisione del Tribunale di sorveglianza di Roma che ha respinto la sua richiesta di sospensione della...