MARTEDÌ 11 SETTEMBRE 2018, 20:07, IN TERRIS

VATICANO

Mons. Gaenswein: "Siamo all'11 settembre della Chiesa"

Il segretario di Benedetto XVI ha lanciato il suo grido d'allarme per lo scandalo degli abusi sessuali nel clero

REDAZIONE
Facebook Twitter Copia Link Invia Scrivici
Mons. George Gaenswein
Mons. George Gaenswein
"O

ggi la Chiesa cattolica guarda con sconcerto al proprio 11 settembre". Così è intervenuto, proprio nel 17esimo anniversario degli attentati agli Stati Uniti d'America, mons. George Gaenswein, prefetto della Casa Pontificia e segretario particolare di Benedetto XVI, facendo riferimento allo scandalo degli abusi sessuali che hanno coinvolto il clero. Lo ha fatto in occasione della presentazione, alla Camera dei Deputati, del libro del giornalista americano Rod Dreher "Opzione Benedetto", che propone la creazione di piccole comunità di credenti come via di salvezza per la Chiesa.


Il parallelo con l'11 settembre

L'invito del presule tedesco è a non essere frainteso. "Non intendo confrontare né le vittime né i numeri degli abusi nell’ambito della Chiesa cattolica con le complessive 2.996 persone innocenti che l’11 settembre persero la vita a seguito degli attentati terroristici al World Trade Center e al Pentagono", ha detto. Del resto, ha sottolineato il vescovo, nessuno finora ha attaccato la Chiesa con aerei di linea carichi di passeggeri. "La Basilica di San Pietro è in piedi - ha affermato - e così anche le cattedrali in Francia, in Germania o in Italia che continuano a rappresentare l’emblema di molte città del mondo occidentale". E tuttavia - ha aggiunto - "le notizie provenienti dall’America che ultimamente ci hanno informato di quante anime sono state ferite irrimediabilmente e mortalmente da sacerdoti della Chiesa cattolica, ci trasmettono un messaggio ancor più terribile di quanto avrebbe potuto essere la notizia dell’improvviso crollo di tutte le chiese della Pennsylvania, insieme alla Basilica del Santuario Nazionale dell’Immacolata Concezione a Washington". Il riferimento allo Stato della Pennsylvania non è casuale: qui il gran giurì ha ritenuto valide le prove a carico di 300 preti pedofili raccolte dagli inquirenti negli ultimi due anni. Così come non è un caso che mons. Gaenswein abbia citato quel Santuario di Washington, dove nel 2008 accompagnò Benedetto XVI, il quale parlò “chino per la profonda vergogna” causata “dall’abuso sessuale dei minori da parte dei sacerdoti”, un lamento che “non riuscì a contenere il male, e nemmeno le assicurazioni formale e gli impegni a parole di una grande parte della gerarchia”.


La crisi

Il presule ha continuato a sottolineare la grande attenzione che Papa Ratzinger aveva nei confronti di questo grave peccato che alligna tra alcuni membri del clero. Ha così ricordato le parole che l’11 maggio 2010 rivolse ai giornalisti nell’aereo che lo portava a Fatima, con la denuncia che “la più grande persecuzione della Chiesa non viene dai nemici fuori, ma nasce dal peccato nella Chiesa”. E ancora, cinque anni prima, era il 25 marzo 2005, in una meditazione della Via Crucis al Colosseo, il cardinale Ratzinger parlò della “sporcizia nella Chiesa”. Cumuli di immondizia che formano le ombre “dei peccati, dei misfatti e dei delitti all’interno della Chiesa”. Anche per questo si perdono i fedeli. Mons. Gaenswein ha rivolto lo sguardo al suo Paese, la Germania, dove ormai "solo il 9,8% dei fedeli si incontrano la domenica nelle case di Dio per celebrare l’eucaristia". Questi elementi negativi non sono altro - ha osservato il vescovo tedesco - che "la prova finale che dovrà attraversare la Chiesa prima della venuta di Cristo descritta dal Catechismo". E "la persecuzione che accompagna il pellegrinaggio della Chiesa sulla terra - ha aggiunto - svelerà il mistero di iniquità".


La salvezza

Mysterium iniquitatis con cui ha famigliarità Rod Dreher, secondo mons. Gaenswein. Il segretario particolare di Benedetto XVI apprezza il libro "Opzione Benedetto", anche perché è scritto da un laico e la crisi “nel suo nocciolo", è "una crisi del clero”, pertanto è “scoccata l’ora dei laici forti e decisi, soprattutto nei nuovi mezzi di comunicazione cattolici indipendenti”. Mons. Gaenswein definisce il volume dello scrittore americano come "una sorta di manuale di istruzioni" per “la costruzione di un’arca” perché “non c’è alcuna diga con la quale si possa ancora arginare la grande alluvione”, che “non solo da ieri è in procinto di inondare l’antico Occidente cristiano”.

Commenti

Gentile lettore, 

la redazione si riserva di approvare i commenti prima della loro pubblicazione. 


Scrivi il tuo commento


Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.
Fai una donazione
Vuoi essere aggiornato?
NEWS
Silvia Romano
IL CASO

Silvia Romano, gli sviluppi a un anno dal rapimento

Prime voci sulla giovane volontaria italiana che, secondo la Procura, sarebbe in mano a un gruppo di jihadisti somali
EDUCAZIONE

Scuola, riaprire il tavolo sul costo standard di sostenibilità

Il punto al convegno "Autonomia, parità e libertà di scelta educativa in Italia promosso da USMI E CISM
Il ponte crollato
FRANCIA

Crolla un ponte a nord di Tolosa: muore 15enne

Un camion e due auto sono precipitati nel fiume, nove i feriti
Area archeologica del Tempio di Apollo Aleo, a Crotone
CROTONE

Maxi retata contro i "tombaroli": 23 arresti e 80 indagati

Recuperati numerosi reperti archeologici per un valore di diversi milioni di euro
Forma di Parmigiano Reggiano
DAZI USA

Vendite in calo del 20% per il Made in Italy

Lo denuncia Coldiretti: "E' sempre più urgente l’attivazione di aiuti compensativi"
I soccorsi
CALIFORNIA | USA

Spara durante una festa in giardino: è strage

Almeno quattro morti e sei feriti a Fresno, sconosciuto movente e killer
Ambiente

L’ambiente

In un mondo come quello in cui viviamo è necessario che in ognuno di noi cresca l’attenzione sui problemi...
Dissesto idrogeologico
EMERGENZA MALTEMPO

Dissesto idrogeologico, giovedì in Consiglio dei ministri

132 frane, 125 alluvioni, sei erosioni costiere nel piano governativo di difesa del territorio
Cristiano Ronaldo
EURO 2020 | QUALIFICAZIONI

Ronaldo non si ferma: a un passo da quota 100

Con la rete al Lussemburgo il portoghese tocca 99 gol in nazionale. Il record assoluto di Ali Daei (109) è nel mirino
Gli stabilimenti ex Ilva
EX ILVA

ArcelorMittal, ultimatum delle aziende dell'indotto

Gli autotrasportatori mordono il freno e chiedono il saldo delle fatture. Boccia: "Senza scudo penale non si firma...
Emergenze a Venezia, Roma e Firenze
MALTEMPO

Da Venezia a Roma: piene, pioggia e vento sull'Italia

Acqua alta a 150 cm nella Serenissima, ora in discesa. A Firenze rischio piena dell'Arno, disagi a Roma e in Alto Adige
Trento
QUALITÀ DI VITA

Trento, la città dove si vive meglio

Il capoluogo del Trentino-Alto Adige prima nel 2019. Salgono Roma e Milano, Napoli terzultima. Potenza la prima delle...