DOMENICA 24 MARZO 2019, 13:06, IN TERRIS


ANGELUS

Missionari martiri, il Papa: "Un dovere ricordare il loro calvario"

Il Santo Padre ricorda l'urgenza della conversione: "Va colta subito, non va giustificata la pigrizia spirituale"

REDAZIONE
Facebook Twitter Copia Link Invia Scrivici
Il Papa all'Angelus
Il Papa all'Angelus
Q

uaranta missionari uccisi, quasi il doppio rispetto allo scorso anno. Sono i numeri che rivela Papa Francesco al termine della preghiera per l'Angelus della terza domenica di Quaresima, ricordando la Giornata in memoria dei missionari martiri: "Nel corso del 2018, in tutto il mondo numerosi vescovi, sacerdoti, suore e fedeli laici hanno subito violenze - ha detto il Santo Padre -. Ricordare questo calvario contemporaneo di fratelli e sorelle perseguitati o uccisi a motivo della loro fede in Gesù, è un dovere di gratitudine per tutta la Chiesa, ma anche uno stimolo a testimoniare con coraggio la nostra fede e la nostra speranza in Colui che sulla Croce ha vinto per sempre l’odio e la violenza con il suo amore". Colui che, inoltre, come ricorda il Vangelo domenicale "ci parla della misericordia di Dio e della nostra conversione" attraverso la parabola del fico sterile che, per quanto venisse innaffiato con cura, mancava ogni volta di produrre frutto. Un vignaiolo, però, "chiede al padrone di avere pazienza e gli domanda una proroga di un anno, durante il quale egli stesso si preoccuperà di riservare una cura più attenta e delicata al fico, per stimolare la sua produttività".


L'immagine del Fico

Una parabola che, ha spiegato il Pontefice, pone il personaggio del pardone come Dio padre e il vignaiolo come immagine di Gesù, "mentre il fico è simbolo dell’umanità indifferente e arida", per la quale Cristo intercede presso il Padre, pregandolo "di attendere e di concederle ancora del tempo, perché in essa possano germogliare i frutti dell’amore e della giustizia". L'immagine del fico rappresenta "un'esistenza sterile, incapace di donare, incapace di fare il bene. E' simbolo di colui che vive per sé stesso, sazio e tranquillo, adagiato nelle proprie comodità, incapace di volgere lo sguardo e il cuore a quanti sono accanto a lui e si trovano in condizione di sofferenza, di povertà, di disagio". Un atteggiamento di egoismo e sterilità spirituale che "si contrappone il grande amore del vignaiolo nei confronti del fico: fa aspettare il padrone, ha pazienza, sa aspettare, gli dedica il suo tempo e il suo lavoro".


Il tempo della conversione

Si tratta dello stesso tempo che "Dio lascia a noi per la conversione". Un tempo di cui tutti noi abbiamo bisogno "fare un passo avanti" e, in questo senso, ci accompagna "la pazienza di Dio, la misericordia... Nonostante la sterilità, che a volte segna la nostra esistenza, Dio ha pazienza e ci offre la possibilità di cambiare e di fare progressi sulla strada del bene". Tuttavia, la "dilazione di questo tempo" comporta anche una presa di coscienza sull'urgenza della conversione: "La possibilità della conversione non è illimitata; perciò è necessario coglierla subito; altrimenti essa sarebbe perduta per sempre... Noi possiamo fare grande affidamento sulla misericordia di Dio, ma senza abusarne. Non dobbiamo giustificare la pigrizia spirituale, ma accrescere il nostro impegno a corrispondere prontamente a questa misericordia con sincerità di cuore".

Spazio al lettore: per commentare questo articolo scrivi a direttore@interris.it

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.
Commenti

Gentile lettore, 

la redazione si riserva di approvare i commenti prima della loro pubblicazione. 

Fai una donazione
Vuoi essere aggiornato?
NEWS
NERA

Calabria: duplice omicidio a Corigliano Rossano

Sul delitto indaga Eugenio Facciola, Procuratore di Castrovillari

Due modi di vedere

Non si placa la polemica tra il ministro Salvini ed il Ministro Toninelli. I due governanti hanno visioni totalmente...
Baby gang
MONZA E BRIANZA

Sgominata baby gang: rapinavano i compagni di scuola

Contesti familiari problematici, sui social si ritraevano con pistole e passamontagna
INDAGINE

Foggia: operazione "Madrepatria", un sindaco ai domiciliari

La pubblica accusa ipotizza gravi reati, tra questi la corruzione
Stress da caldo nelle piante
TROPICALIZZAZIONE

Coldiretti: "Troppo caldo, a rischio ortaggi e frutta"

"Oltre 14 miliardi di euro di costi in perdite e danni in un decennio"
Sostanze stupefacenti
SICILIA

Maxi operazione antidroga a Enna

Azzerata l'attività di spaccio in Piazza Armerina con decine di arresti
Giovani universitari - foto di repertorio
ROMA

A scuola di politica nella diocesi del Papa

Da giovedì a sabato la “Summer School” del Vicariato di Roma. La “lectio magistralis” sarà...
Una tartaruga caretta caretta
BIODIVERSITÀ A RISCHIO

Una specie su quattro a rischio estinzione

Si allunga la lista rossa delle biodiversità minacciate. I pericoli per la flora e la fauna in Italia
L'Ayatollah Ali Khamenei
ESCALATION

Iran, arrestate 17 persone "legate alla Cia"

L'ultimo episodio che fa salire ancora di più la tensione fra Teheran e Washington
TUTELA MINORI

Ostia: foto a bimbi in costume, arrestati

Nei confronti dei due indagati sono stati disposti ulteriori accertamenti