SABATO 08 GIUGNO 2019, 18:50, IN TERRIS


VATICANO

Messa di Pentecoste, il Papa: "Lasciamoci prendere per mano dallo Spirito"

L'omelia del Pontefice alla messa vespertina nella Vigilia di Pentecoste

MANUELA PETRINI
Facebook Twitter Copia Link Invia Scrivici
"L

asciamoci prendere per mano dallo Spirito Santo e portare in mezzo al cuore della città per ascoltarne il grido, il gemito. Carissimi, per metterci in ascolto del grido della città di Roma, anche noi abbiamo bisogno che il Signore ci prenda per mano e ci faccia 'scendere' in mezzo ai fratelli che abitano nella nostra città, per ascoltre il loro bisogno di salvezza, il grido che arriva fino a Lui e che noi abitualmente udiamo. Si tratta di aprire gli occhi e orecchie, ma soprattutto il cuore, ascoltando il cuore. Allora ci metteremo in cammino davvero. Allora sentiremo dentro di noi il fuoco della Pentecoste, che ci spinge a gridare agli uomini e alle donne di questa città che è finita la loro schiavitù e che è Cristo la via che porta alla città del cielo". Sono queste le parole di Papa Francesco pronunciate nell'omelia durante la messa vespertina nella Vigilia di Pentecoste, celebrata sul Sagrata della Basilica Vaticana. 


Gesù è in mezzo a noi

Il Pontefice ha spiegato che anche oggi, "nell'ultimo giorno del tempo di Pasqua, festa di Pentecoste, Gesù è in mezzo a noi e proclama ad alta voce: 'Se qualcuno ha sete, venga a me, e beva chi crede in me. Come dice la scrittura: dal suo grembo sgorgheranno fiumi di acqua viva' - ha detto Papa Francesco - Lo Spirito Santo sgorga dal grembo di misericordia di Gesù Risorto, riempie il nostro grembo di una 'misura buona, pigiata, colma e traboccante' di misericordia (cfr Lc 6,38) e ci trasforma in Chiesa-grembo di misericordia, cioè in una 'madre dal cuore aperto' per tutti! Quanto vorrei che la gente che abita a Roma riconoscesse la Chiesa, ci riconoscesse per questo di più di misericordia, per questo di più di umanità e di tenerezza, di cui c’è tanto bisogno! Si sentirebbe come a casa, la “casa materna” dove si è sempre benvenuti e dove si può sempre ritornare. Si sentirebbe sempre accolta, ascoltata, ben interpretata, aiutata a fare un passo avanti nella direzione del regno di Dio… Come sa fare una madre, anche con i figli diventati ormai grandi". 


Il "primato dello Spirito"

"Che cosa celebriamo oggi, tutti insieme, in questa nostra città di Roma?", ha chiesto il Pontefice rivolgendosi ai presenti. "Celebriamo il primato delo Spirito, che ci fa ammutolire di fronte all'imprevedibilità del piano di Dio e poi trasalire di gioia - ha spiegato - Questo cammino di Chiesa, questo passaggio, questo Esodo, questo arrivo alla terra promessa, la città di Gerusalemme dalle porte sempre aperte per tutti, dove le varie lingue dell'uomo si compongono nell'armonia dello Spirito". 

 

 

Spazio al lettore: per commentare questo articolo scrivi a direttore@interris.it

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.
Commenti

Gentile lettore, 

la redazione si riserva di approvare i commenti prima della loro pubblicazione. 

Fai una donazione
Vuoi essere aggiornato?
NEWS
La nave Ocean Viking
MIGRANTI

Intesa raggiunta: Ocean Viking attracca a Malta

Il premier maltese ne dà l'annuncio via Twitter: i 356 naufraghi saranno redistribuiti in altri 6 Paesi
Pupi Avati
CINEMA

Ecco “Il signor diavolo” di Pupi Avati

Il regista cattolico trasforma in film il suo libro sulla presenza del male
SPAZIO

Nella Via Lattea fino a 10 milioni di "gemelli" della Terra

Lo ha calcolato l’università della Pennysilvania con i dati del telescopio Kepler. La prossima missione spaziale...
 Alexei Navalny
RUSSIA

Mosca: rilasciato il dissidente Alexei Navalny

Era stato arrestato sotto casa lo scorso 24 luglio
Il viadotto crollato
ANCONA

Crollo cavalcavia A14: Procura, 22 a processo

Richiesta per 18 persone e 4 società; l'udienza preliminare si terrà il 9 dicembre
Sacedote esorcista
MEETING RIMINI

Esorcisti: “Esistenza reale del diavolo è verità di fede”

"La Chiesa mette in guardia da coloro che lo ritengono solo un simbolo"