GIOVEDÌ 09 LUGLIO 2015, 17:53, IN TERRIS

MESSA DEL PONTEFICE A SANTA CRUZ: “ABBANDONIAMO LA LOGICA DEL CONSUMISMO”

La celebrazione ha dato inizio al quinto Congresso eucaristico nazionale

HORTENSIA HONORATI
MESSA DEL PONTEFICE A SANTA CRUZ: “ABBANDONIAMO LA LOGICA DEL CONSUMISMO”
MESSA DEL PONTEFICE A SANTA CRUZ: “ABBANDONIAMO LA LOGICA DEL CONSUMISMO”
"Siamo venuti da diversi luoghi, regioni, paesi, per celebrare la presenza viva di Dio tra di noi torna alla mente il ricordo di tutte le comunità che sono nate nel nome di Gesù in queste terre, delle quali noi siamo eredi". Con queste parole Papa Francesco accoglie i fedeli giunti per partecipare alla Santa Messa nella piazza del Cristo Redentore che farà da apertura al quinto Congresso eucaristico nazionale. "Nel Vangelo che abbiamo appena ascoltato ci è stata descritta una situazione abbastanza simile rispetto a quella che stiamo ora vivendo. Come quelle quattromila persone, noi siamo desiderosi di ascoltare la Parola di Gesù e di ricevere la sua vita. Loro ieri e oggi noi, insieme al Maestro, Pane di vita".

"In questi giorni - ha continuato il Papa - ho potuto vedere molte madri con i loro figli sulle spalle. Come fanno qui molte di voi. Portano su di sé la vita, il futuro della loro gente. Portano le ragioni della loro gioia, delle loro speranze. Ma portano sulle loro spalle anche disillusioni, tristezze e amarezze, l’ingiustizia che pare non avere fine e le cicatrici di una giustizia che non si realizza. Portano su di sé la gioia e il dolore della loro terra. Voi portate la memoria del vostro popolo, che si trasmette di generazione in generazione, una memoria in cammino".

Spesso però, come spiega Bergoglio, la speranza si indebolisce perché si perdono le ragioni della gioia e il cuore lascia spazio alla tristezza facendo dimenticare che "siamo un popolo amato". Nella disperazione poi è facile entrare nella logica del "pretendere", trasformando tutto in oggetto di scambio, di consumo, tutto diventa negoziabile. "Una logica che scarta tutti quelli che non 'producono'". Il Santo Padre fa però notare che nel Vangelo Gesù dice ai suoi discepoli che non sanno come sfamare la folla di 5000 persone: "Date voi stessi da mangiare. E Gesù continua a dircelo in questa piazza. Basta con gli scarti, date loro voi stessi da mangiare".

Questo è possibile solo attraverso tre gesti che il Signore compie: "Prende un pò di pane e qualche pesce, li benedice, li divide e li consegna perché i discepoli lo condividano con gli altri". Da qui il Papa spiega il significato di questi verbi. "Prende: Il punto di partenza è che Gesù prende molto seriamente la vita dei suoi. L’autentica ricchezza di una società si misura nella vita della sua gente, si misura negli anziani capaci di trasmettere la loro saggezza e la memoria del loro popolo ai più piccoli. Gesù non trascura la dignità di nessuno, con la scusa che non ha nulla da dare o da condividere".

"Benedice. Gesù prende su di sé, e benedice il Padre che è nei cieli. Sa che questi doni sono un dono di Dio. Benedire comporta questo duplice sguardo, da un lato ringraziare e dall’altro poter trasformare. Significa riconoscere che la vita è sempre un dono, un regalo che, posto nelle mani di Dio, acquisisce una forza che lo moltiplica. Il nostro Padre non toglie nulla, tutto moltiplica".

"Dedizione. In Gesù non vi è un prendere che non sia una benedizione, e non esiste una benedizione che non sia dedizione. La benedizione è sempre anche missione, ha una finalità, condividere, il dividere insieme quello che si è ricevuto, poiché solo nella dedizione, nel con-dividere troviamo, come persone umane, la fonte della gioia e facciamo esperienza della salvezza. Maria, che, come molte di voi, portò su di sé la memoria del suo popolo, la vita di suo Figlio, e sperimentò in sé stessa la grandezza di Dio, proclamando con giubilo che Egli 'ricolma di beni gli affamati' (cfr Lc 1,53), sia oggi il nostro esempio per affidarci alla bontà del Signore, che compie opere grandi mediante l’umiltà dei suoi servi".
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.
Facebook Twitter Google + Scrivici Scrivici
Commenti

Gentile lettore, 

la redazione si riserva di approvare i commenti prima della loro pubblicazione. 

Fai una donazione
Vuoi essere aggiornato?
NEWS
COPPA ITALIA

Fiorentina e Milan, tris per i quarti

Stese Samp e Verona (3-2 e 3-0): derby al prossimo turno per Gattuso. Forte contestazione a Donnarumma
Giuseppe Sala
EXPO 2015

Sala accusato di concorso in abuso d'ufficio

Al sindaco di Milano è stato contestato il reato in relazione al capitolo "verde" dell'appalto per la...
Pesante sentenza di condanna per un giovane marocchino
TORINO

Sei anni al jihadista "della porta accanto"

Marocchino condannato per terrorismo
Il procuratore Verzera
CATANIA

Anziane sorelle massacrate in casa

Uccise a coltellate. Si segue la pista della rapina
Miliziani dell'Isis
GENOVA

Istigazione al terrorismo, tunisino indagato

Sulla sua pagina Facebook foto e video inneggianti all'Isis
Senato
BIOTESTAMENTO

Si va verso l'approvazione della legge

Passano i primi articoli. Centro Studi Livatino: "Sigillo funesto a un Paese che sta scomparendo"
Un dipendente Ryanair
RYANAIR

Calenda: "Lettera indegna", il Garante: "Incostituzionale"

Il ministro: "Chi è sul mercato deve rispettare le regole". Furlan: "Compagnia arrogante"
Doug Jones durante un comizio (repertorio)
USA|VOTO IN ALABAMA

Vince Jones, schiaffo a Trump

Il candidato dem prevale su Moore. I repubblicani perdono una roccaforte del sud