GIOVEDÌ 04 APRILE 2019, 12:00, IN TERRIS


VATICANO

Mattarella alla messa di Santa Marta

Il capo dello Stato ha partecipato alla funzione in forma privata

FRANCESCO VOLPI
Facebook Twitter Copia Link Invia Scrivici
Mattarella e Papa Francesco
Mattarella e Papa Francesco
C'

era anche il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, tra i fedeli che hanno assistito questa mattina alla tradizionale messa celebrata dal Papa a Santa Marta. Il capo dello Stato, ha sottolineato il direttore ad interim della Sala Stampa Vaticana, Alessandro Gisotti, ha partecipato alla funzione "in forma privata". 


L'omelia del Pontefice

"Ci vuole tanto coraggio per pregare" senza essere "tiepidi" e ripetitivi perché "la preghiera del pappagallo non va". E' quanto ha detto Papa Francesco nell'omelia durante la celebrazione della messa a Santa Marta. "La vera preghiera - ha sottolineato il Pontefice - è questa: con il Signore. Quando io devo intercedere, devo farlo così, con coraggio, la gente, nel parlato comune, usa un'espressione che a me dice tanto, quando vuole arriva a qualcosa: 'Ce la metto tutta'. Nella preghiera di intercessione, questo pure vale: 'Ce la metto tutta'". 


Gesù intercede per noi

"Il coraggio di andare avanti. Ma forse può venire il dubbio: 'Ma io faccio questo, ma come so che il Signore mi ascolta?' Noi abbiamo una sicurezza: Gesù. Lui è il grande intercessore - ha spiegato il Papa come riportato da Vatican News - : Gesù prega per noi, in questo momento. E quando io prego, sia con la persuasione sia con il mercanteggiamento e sia balbettando sia discutendo con il Signore, ma è Lui che prende la mia preghiera e la presenta al Padre. E Gesù non ha bisogno di parlare davanti al Padre: gli fa vedere le piaghe. Il Padre vede le piaghe e dà la grazia. Quando noi preghiamo, pensiamo che lo facciamo con Gesù. Quando facciamo la preghiera di intercessione coraggiosa così, lo facciamo con Gesù: Gesù è il nostro coraggio, Gesù è la nostra sicurezza, che in questo momento intercede per noi". "Che il Signore ci dia la grazia di andare per questo cammino, di imparare ad intercedere. E quando qualcuno ci chiede di pregare, non farlo con due preghierine no, farlo sul serio - ha concluso il Pontefice -, nella presenza di Gesù, con Gesù, che intercede per tutti noi davanti al Padre.

Spazio al lettore: per commentare questo articolo scrivi a direttore@interris.it

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.
Commenti

Gentile lettore, 

la redazione si riserva di approvare i commenti prima della loro pubblicazione. 

Fai una donazione
Vuoi essere aggiornato?
NEWS
Una ragazza nigeriana costretta a prostituirsi
INCUBO TRATTA

Scoperto giro di prostituzione a Teramo

Le ragazze nigeriane erano costrette a prostituirsi per estinguere il debito di viaggio
Il magistrato Francesco Saverio Borrelli
LUTTO NELLA GIUSTIZIA

Morto Francesco Saverio Borrelli, magistrato di Mani Pulite

Il giudice è stato il volto di importanti inchieste italiane. Bobo Craxi: "Guidò un colpo di Stato"
Una sommità dell'Etna in eruzione
SICILIA

Etna in eruzione, riapre lo scalo di Catania

Dopo la colata della notte, attesi ritardi e disagi
Un agente dell'Arma dei Carabinieri pattuglia piazza San Pietro
ALLERTA ATTENTATO

Roma, rientrato l'allarme terrorismo

Continua l'indagine sul siriano sospettato di preparare un attacco nella Capitale
L'interno della parrocchia di San Giuseppe
CONCERTISTICA

La stagione musicale della parrocchia di Santa Marinella

Interessanti e numerosi gli appuntamenti organizzati nei fine settimana estivi

Oasi d'amore

Ieri sera sono andato a trovare mia zia di 98 anni in una casa-albergo nel mio paese di origine; l’ho...