MARTEDÌ 05 SETTEMBRE 2017, 18:24, IN TERRIS

L'appello dei vescovi coreani: "Fermiamoci, la guerra nucleare non ha vincitori"

Monsignor Lazzaro You Heung-sik ha spiegato di rispettare le decisioni dell'Onu, ma per lui è necessario "lasciare sempre uno spazio al dialogo"

EDITH DRISCOLL
L'appello dei vescovi coreani:
L'appello dei vescovi coreani: "Fermiamoci, la guerra nucleare non ha vincitori"
"Tutti si devono fermare. Perché se scoppia una guerra nucleare, non ci saranno vincitori. Saremo tutti perdenti. Con armi così sofisticate, sarà la distruzione totale". E' questo, in base a quanto riportato dal Servizio di informazione religiosa, l'appello lanciato da monsignor Lazzaro You Heung-sik, vescovo di Daejeon e presidente della Commissione "Giustizia e pace" della conferenza episcopale coreana, a tutti i governi coinvolti nella crisi della Corea del Nord.

Il popolo coreano abituato a convivere con questa minaccia


"Il popolo coreano - ha affermato il vescovo, come riportato dal Sir - è abituato a convivere con questa minaccia, ormai da 70 anni, da quando la Corea è divisa in due. Purtroppo i governi passati e in genere il mondo politico ha sfruttato questa situazione per fini personali. Ma questa volta la situazione è diversa. Ciò che preoccupa è l'uso da parte dei leader di Stato di un linguaggio forte, intriso di odio, per cui non si sa che cosa può accadere, si vive in una sospensione. Siamo preoccupati ma ho fede che il Signore ci darà la forza, indicherà la strada, e noi tutti troveremo le vie giuste per instaurare un nuovo dialogo e andare avanti".

Lasciare spazio al dialogo


In riferimento alle ultime sanzioni applicate alla Corea del Nord, monsignor Heung-sik, ha sottolineato di rispettare le decisioni dell'Onu, ma secondo lui è necessario "lasciare sempre uno spazio al dialogo. Mai rompere la via della negoziazione. Deve rimanere sempre aperta una porta."
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.
Facebook Twitter Google + Scrivici Scrivici
Commenti

Gentile lettore, 

la redazione si riserva di approvare i commenti prima della loro pubblicazione. 

Fai una donazione
Vuoi essere aggiornato?
NEWS
La struttura in cui è rimasto ferito il clochard
AVELLINO

Molotov contro un rifugio di clochard

Senzatetto ucraino ustionato alle gambe
Jost Sustermans, Ritratto di Galileo, 1636, olio su tela, Firenze, Galleria degli Uffizi (particolare)
PADOVA

Galileo: in mostra il genio che ha ridisegnato l'universo

Dal 18 novembre 2017 al 18 marzo 2018 a Palazzo Monte di Pietà
MORTE RIINA

La Cei: "Nessun funerale pubblico per il boss"

Lo ha confermato il portavoce, don Maffeis: "Ricordo la scomunica del Papa ai mafiosi"
Carles Puigdemont
CATALOGNA

Puigdemont, sull'estradizione si decide il 4 dicembre

Il giudice rinvia al mese prossimo la decisione sul mandato d'arresto europeo. L'ex presidente resta in Belgio
DIFESA DELLA VITA NASCENTE

Aborto: una campagna per informare le donne

La rilancia l'Associazione ProVita proprio mentre a Roma spuntano manifesti sul tema
Giampiero Ventura
DISFATTA AZZURRA

Parla Ventura: "Le sconfitte non hanno una sola verità"

L'ex ct saluta i tifosi in una dichiarazione all'Ansa: "Grande dispiacere, mi sento incompiuto"