MARTEDÌ 14 APRILE 2015, 18:05, IN TERRIS

LA VOCAZIONE CRISTIANA E' UNA CHIAMATA ALL'AMORE

Il Pontefice ha diffuso un messaggio in occasione della 52esima giornata mondiale di preghiera per le vocazioni

HORTENSIA HONORATI
LA VOCAZIONE CRISTIANA E' UNA CHIAMATA ALL'AMORE
LA VOCAZIONE CRISTIANA E' UNA CHIAMATA ALL'AMORE
"La Chiesa è davvero fedele al suo Maestro nella misura in cui è una Chiesa 'in uscita', non preoccupata di se stessa, delle proprie strutture e delle proprie conquiste, quanto piuttosto capace di andare, di muoversi, di incontrare i figli di Dio nella loro situazione reale e di compatire per le loro ferite". Sono le parole che Papa Francesco scrive in occasione della 52esima giornata mondiale di preghiera per le vocazioni, che sarà celebrata il prossimo 26 aprile. Nel testo il Pontefice spiega come l'amore di Dio, inserito in una continua dinamica di relazione trinitaria, è un amore che si concretizza nella liberazione dell'uomo dalla sua miseria.

Per questo la Chiesa che evangelizza, esce per incontrare chi è più ferito e ha bisogno di una Parola nuova che possa guarire le sue piaghe in profondità. "Alla radice di ogni vocazione cristiana - scrive Jorge Mario Bergoglio nel testo - c'è questo movimento fondamentale dell'esperienza di fede: credere vuol dire lasciare se stessi, uscire dalla comodità e rigidità del proprio io per centrare la nostra vita in Gesù Cristo". I cristiani devono poter vivere l'esperienza di Abramo che lascia la sua terra per mettersi in cammino dietro la promessa di Dio, certi che Lui indicherà la strada verso una nuova terra.

"Questa 'uscita' - sottolinea Francesco - non è da intendersi come un disprezzo della propria vita, del proprio sentire, della propria umanità; al contrario, chi si mette in cammino alla sequela del Cristo trova la vita in abbondanza, mettendo tutto se stesso a disposizione di Dio e del suo Regno". A riguardo il Santo Padre ricorda nel suo messaggio le parole del Vangelo in cui Gesù dice: "Chiunque avrà lasciato case, o fratelli, o sorelle, o padre, o madre, o figli, o campi per il mio nome, riceverà cento volte tanto e avrà in eredità la vita eterna".

Concludendo il Papa sintetizza la sua esortazione con una breve ma incisiva frase: "La vocazione cristiana è prima di ogni altra cosa una chiamata d'amore, nel quale - e qui cita il predecessore Ratzinger - si innesca un esodo permanente dell'io chiuso in sé stesso verso la sua liberazione nel dono di se, e proprio così verso il ritrovamento di se, anzi verso la scoperta di Dio".
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.
Facebook Twitter Google + Scrivici Scrivici
Commenti

Gentile lettore, 

la redazione si riserva di approvare i commenti prima della loro pubblicazione. 

Fai una donazione
Vuoi essere aggiornato?
NEWS
Il premier italiano, Paolo Gentiloni
MIGRANTI

Gentiloni: "Le quote obbligatorie sono il minimo sindacale”

Il Premier al termine del V4: "Serve più impegno da parte della Ue"
Polizia
ORRORE A FOGGIA

Violenta la figlia davanti alla nipotina

Arrestato il padre di 48 anni per i reati di violenza sessuale aggravata e atti persecutori
Banca Etruria
BANCA ETRURIA

Consob: "Taciute criticità ai risparmiatori"

Il vice dg della Consob Giuseppe D'Agostino in audizione alla commissione d'inchiesta sulle banche
LINKIN PARK

"One More Light Live", l'album in cui rivive Chester

Il 15 dicembre esce la nuova raccolta dedicata al cantante scomparso
Silvio Berlusconi
ENDORSEMENT A GENTILONI

Botta e risposta fra Lega e Berlusconi

Il Carroccio: "Non tradiremo gli elettori". La replica dell'ex Cav: "Lo prevede la Costituzione"
polizia somala
SOMALIA

Sangue a Mogadiscio: attentato in una scuola di polizia

Un uomo del gruppo al-Shabaab si è fatto saltare in aria: almeno 17 morti
La navetta Soyuz
MISSIONE VITA

Rientrata la Soyuz con a bordo Paolo Nespoli

La navetta è atterrata nella steppa del Kazakistan dopo 139 giorni nello spazio
Valeria Fedeli

La ministra

La ministra dell'Istruzione, in un'intervista al ‘Mattino’ di Napoli, ha annunciato che...