MERCOLEDÌ 11 SETTEMBRE 2019, 06:30, IN TERRIS


WASHINGTON D.C. | USA

La marcia interreligiosa in memoria dell’11 settembre

Quest'edizione di "Unity Walk" ha come tema "Abbracciare lo straniero"

MILENA CASTIGLI
Facebook Twitter Copia Link Invia Scrivici
Alcuni rappresentanti religiosi alla marcia
Alcuni rappresentanti religiosi alla marcia
E'

stata battezzata “Unity walk”, la marcia interreligiosa che da 14 anni fa memoria dell’11 settembre percorrendo Massachusset avenue, il viale storico di Washington DC, dove sono ospitati i maggiori monumenti ed edifici di culto.


Speranza per il domani

Quest’anno, si legge sul Sir, hanno marciato l’arcivescovo di Washington, mons. Wilton Gregory, il rabbino della congregazione ebraica di Washington, Bruce Lustig, esponenti della comunità musulmana, sik e di varie denominazioni cristiane. La marcia è ormai una tradizione per la città e mette in evidenza il potenziale non solo spirituale ma civile offerto da persone di tutte le fedi che si impegnano nella conoscenza, nel rispetto, nel dialogo. L’arcivescovo di Washington ha ricordato che la marcia era iniziata in risposta alla violenza degli attacchi terroristici, ma oggi “non è più una risposta alla violenza, è la speranza per il domani; perché mentre tante forze nella società americana sostengono che non siamo destinati a vivere insieme in pace e in armonia, questa passeggiata prova esattamente il contrario perché stiamo camminando insieme verso il futuro”. Il tema della polarizzazione estrema e delle divisioni interne al Paese è stato toccato da tutti i rappresentanti religiosi che, a più riprese, hanno sottolineato l’importanza di compiere gesti quotidiani di gentilezza e riconciliazione verso tutti. Il tema della manifestazione di quest’anno, “Abbracciare lo straniero”, ha ispirato gli organizzatori nel preparare un poster da distribuire a tutti i partecipanti, con citazioni sull’accoglienza tratte dalle Sacre Scritture di tutte le fedi. Non è poi mancata la festa, animata dalle percussioniste afro-brasiliane Batala e dalle marionette colorate che hanno accompagnato il pellegrinaggio del gruppo in dieci luoghi sacri distribuiti sul percorso. La passeggiata si è conclusa davanti alla statua del Mahatma Gandhi in onore del 150° anniversario della sua nascita e per ricordare che “le persone vogliono la pace e vogliono una reciproca comprensione”, hanno spiegato gli organizzatori, annunciando che durante l’anno nel consiglio interreligioso della città si affronteranno i temi della Laudato si’ e, come segno di cura comune dell’ambiente, si offriranno soluzioni concrete per migliorare il trasporto pubblico della città.

Commenti

Gentile lettore, 

la redazione si riserva di approvare i commenti prima della loro pubblicazione. 


Scrivi il tuo commento


Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.
Fai una donazione
Vuoi essere aggiornato?
NEWS
Vacanze
FERIE

In vacanza a settembre 3 italiani su 10

Come cambiano i flussi turistici: giovedì a Roma un convegno sulle prospettive di un settore-chiave (5% del pil)
Test dell'Hiv
MESSINA

Nasconde l'Hiv e contagia 4 donne

Una di loro, l'ex compagna da cui aveva anche avuto un figlio, è poi morta
SANITÀ

Muore per una semplice trasfusione

Secondo le prime indagini, alla base uno scambio d'identità
La certificazione del record (foto Ansa)
RECORD

Il profiterole da Guinness è Made in Italy

Per realizzare la torta i pasticcieri di Latina hanno usato novemila bigné. Il primato precedente era svizzero
Il Presidente del Consiglio, Giuseppe Conte
GOVERNO

Conte II, giurano i sottosegretari

La cerimonia si è tenuta a Palazzo Chigi
Norcia, terremoto del 2016
TERREMOTO

Scossa 3.0 in Umbria

Quattro eventi nel giro di 20 minuti con epicentro a Norcia
PENSIONE

Riscatto laurea: si studia sconto anche per lavoratori pre-1996

La norma attuale prevede agevolazioni per chi versa i contributi da dopo il 1996. Nel 2019 già 32mila domande
Willy il Coyote e Bee-Beep - Foto © Looney Tunes
TELEVISIONE

Buon compleanno Willy il Coyote, 70 anni senza arrendersi

Il 16 settembre 1949 nasceva dalla penna di Chuck Jones il cartone animato-simbolo della ricerca della felicità