GIOVEDÌ 17 SETTEMBRE 2015, 18:30, IN TERRIS

LA DENUNCIA DEL SANTO PADRE: “IN SIRIA E IRAQ IL MONDO NON TROVA RISPOSTE”

Francesco ha ricevuto in udienza i partecipanti all’Incontro promosso dal Pontificio Consiglio “Cor Unum”

STEFANO CICCHINI
LA DENUNCIA DEL SANTO PADRE: “IN SIRIA E IRAQ IL MONDO NON TROVA RISPOSTE”
LA DENUNCIA DEL SANTO PADRE: “IN SIRIA E IRAQ IL MONDO NON TROVA RISPOSTE”
“In Siria ed in Iraq, il male distrugge gli edifici e le infrastrutture, ma soprattutto distrugge la coscienza dell’uomo”. E’ quanto affermato da Papa Francesco ricevendo in udienza i partecipanti all’Incontro promosso dal Pontificio Consiglio “Cor Unum” sull’attuale crisi umanitaria in Medio Oriente. Dinanzi a uno scenario di conflitti che vede milioni di persone in preoccupante stato di urgente necessità e costrette a lasciare le proprie terre di origine, il vescovo di Roma ha osservato che “la comunità internazionale non sembra capace di trovare risposte adeguate, mentre i trafficanti di armi continuano a fare i loro interessi: armi bagnate nel sangue, sangue innocente”. “Nessuno – ha tuonato il Pontefice – può fingere di non sapere! Tutti sono consapevoli che questa guerra pesa in maniera sempre più insopportabile sulle spalle della povera gente. Occorre trovare una soluzione, che non è mai quella violenta, perché la violenza crea solo nuove ferite, crea altra violenza”.

Ha ricordato, inoltre, “le comunità cristiane in Siria ed in Iraq, dove molti fratelli e sorelle sono vessati a causa della propria fede, cacciati dalle proprie terre, tenuti in prigionia o addirittura uccisi”. “Nel nome di Gesù, venuto nel mondo per sanare le ferite dell’umanità – ha continuato – la Chiesa si sente chiamata a rispondere al male col bene, promuovendo uno sviluppo umano integrale, occupandosi ‘di ogni uomo e di tutto l’uomo’”. Infine ha esortato i cattolici a rafforzare “la collaborazione intra-ecclesiale ed i legami di comunione che li uniscono alle altre comunità cristiane, cercando anche la collaborazione con le istituzioni umanitarie internazionali e con tutti gli uomini di buona volontà”. “Per favore - ha concluso - non abbandonate le vittime di questa crisi, anche se l’attenzione del mondo venisse meno!”.
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.
Facebook Twitter Google + Scrivici Scrivici
Commenti

Gentile lettore, 

la redazione si riserva di approvare i commenti prima della loro pubblicazione. 

Fai una donazione
Vuoi essere aggiornato?
NEWS
Jacqueline de la Baume Dürrbach, Il cartone del Guernica esposto in Sala Zuccari, Palazzo Giustiniani, Roma
PICASSO

In mostra "Guernica icona di pace"

Alla Sala Zuccari di Palazzo Giustiniani dal 18 dicembre al 5 gennaio 2018
Il Segretario del Pd Matteo Renzi
ELEZIONI

Renzi: "Il Pd sarà il primo partito"

"Boschi oggetto di un’attenzione spasmodica, si deve candidare"
Esempi di colture in una 'serra marziana' (fonte: Enea)
HORTEXTREME

Il primo "orto marziano" è Made in Italy

Ben 4 le prime verdure consegnate al Forum spaziale austriaco
Poliziotti russi (repertorio)
TERRORISMO

Sventato attacco dell'Isis a San Pietroburgo

Putin ha ringraziato Trump per le informazioni passate dalla Cia all'Fsb
 Rebecca Dykes, la vittima
LIBANO

Giallo sulla morte di una diplomatica britannica

Il cadavere della donna è stato rinvenuto lungo un'autostrada. E' stata strangolata
Robert Mueller
RUSSIAGATE

Accuse a Mueller: "Mail acquisite in modo illegale"

Lo sostiene Kory Langhofer, legale di "Trump of America". La replica: "Avevamo il consenso"