SABATO 17 MARZO 2018, 11:55, IN TERRIS

SAN GIOVANNI ROTONDO

"Come a Sparta, si scartano bambini e anziani"

Prima della Messa, il Papa ha visitato la Casa Sollievo della Sofferenza e le spoglie di San Pio

FEDERICO CENCI
Facebook Twitter Copia Link Invia Scrivici
Papa Francesco a Messa a San Giovanni Rotondo - © Vatican Media
Papa Francesco a Messa a San Giovanni Rotondo - © Vatican Media
P

apa Francesco a San Giovanni Rotondo. E' nel luogo dove Padre Pio ha vissuto gli ultimi 50 anni della sua vita che il Pontefice si è recato nella sua seconda e ultima tappa sulle orme del santo di Pietrelcina. Proprio dal paese del beneventano il Pontefice è giunto in elicottero, accolto nel campo sportivo “Antonio Massa” da monsignor Michele Castoro, arcivescovo di Manfredonia-Vieste-San Giovanni Rotondo e dal sindaco Costanzo Cascavilla.


L'incontro con i bambini ricoverati

Dopo i saluti, Papa Bergoglio si è recato nella Casa Sollievo della Sofferenza, l'ospedale fondato da Padre Pio e inaugurato nel 1956. Qui ha incontrato i bambini ricoverati nel reparto di oncologia, circa 21. La visita è avvenuta a porte chiuse. Mentre il Papa entrava nella struttura, ha salutato e benedetto gli ammalati affacciati alle finestre e i fedeli presenti.

Papa a Casa Sollievo della Sofferenza - © Vatican Media


Davanti alle spoglie del Santo

Uscito dalla Casa Sollievo della Sofferenza, il Vescovo di Roma si è recato al santuario Santa Maria delle Grazie, per venerare le spoglie mortali di Padre Pio. Ad accogliere il Pontefice, il generale dei cappuccini, fr. Mauro Johor, fr. Maurizio Placentino, ministro provinciale della Provincia religiosa di Sant’Angelo e Padre Pio dei Frati Minori Cappuccini, fr. Carlo Laborde, guardiano del Convento di San Giovanni Rotondo, e fr. Francesco Dileo, rettore del Santuario. Papa Francesco ha prima salutato i vari frati, poi ha sostato alcuni minuti davanti alle spoglie del Santo, dopo di che si è avvicinato e ha deposto sopra la teca una stola rossa. Dopo essersi raccolto in preghiera davanti alle spoglie di Padre Pio, Papa Francesco ha avuto modo di recarsi nella stanza del santo.


La Messa

Ultimo appuntamento del Papa a San Giovanni Rotondo è sul sagrato della Chiesa di san Pio, dove ha celebrato una Messa. Nell'omelia egli ha posto l'accento sull'importanza della preghiera. “Spesso, al momento di pregare, vengono in mente tante scuse, tante cose da dover fare”, ha spiegato il Pontefice. Ma questo "attivismo" che coinvolge molte persone diventa “inconcludente” perché “senza di Lui non possiamo fare nulla”. Al tempo stesso Francesco ha invitato a non approcciarsi alle preghiere come “saltuarie chiamate di emergenza” o “tranquillanti da assumere a dosi regolari per avere un po’ di sollievo dallo stress”. Piuttosto, ha richiamato a seguire la raccomandazione di Padre Pio a "pregare sempre", magari "in silenzio", per meglio assumere una condizione di "meditazione" e "lode".

Il silenzio, appunto, che si collega all'umiltà, tema che il Santo Padre ha richiamato. “Quando si è pieni di sé - ha detto - non c’è posto per Dio”. Perciò "Dio preferisce i piccoli, per questo bisogna abbassarsi, riconoscersi bisognosi”. Del resto - ha proseguito - "il mistero di Gesù Cristo è mistero di piccolezza: lui si è abbassato, si è annientato”.

E "chi preferisce i piccoli proclama una profezia di vita contro i profeti di morte di ogni tempo". Papa Francesco ha ricordato la soppressione di vite che la società utilitaristica ritiene "inutili", quelle dei bambini nel ventre materno o degli anziani. Ha ricordato un aneddoto, di quando era bambino e, a scuola, rimaneva scioccato nell'apprendere che nell'antica Sparta i bambini malformati venivano gettati via alla nascita. "Noi facciamo lo stesso, con più crudeltà - ha detto il Papa riferendosi all'aborto -: quello che non serve, lo buttiamo. Questa è la cultura dello scarto. I piccoli non sono voluti oggi”. Contro la cultura dello scarto, il Papa pone quella dell'incontro, di cui è testimone la Casa Sollievo della Sofferenza. "Nell’ammalato si trova Gesù, e nella cura amorevole di chi si china sulle ferite del prossimo c’è la via per incontrarlo", ha detto.

Proprio sul valore del donarsi agli altri si è snodata l'ultima parte dell'omelia. "La vita profuma quando è offerta in dono; diventa insipida quando è tenuta per sé", ha affermato Francesco. Di questa carità è stato testimone Padre Pio, che - ha ricordato il Pontefice - "ha offerto la vita e innumerevoli sofferenze per far incontrare il Signore ai fratelli. E il mezzo decisivo per incontrarlo era la Confessione, il sacramento della Riconciliazione. Lì comincia e ricomincia una vita sapiente, amata e perdonata, lì inizia la guarigione del cuore. Padre Pio è stato un apostolo del confessionale. Anche oggi ci invita lì", ha concluso.

Papa Francesco nella stanza di Padre Pio - Copyright: Vatican Media
Papa Francesco nella stanza di Padre Pio - Copyright: Vatican Media.

Commenti

Gentile lettore, 

la redazione si riserva di approvare i commenti prima della loro pubblicazione. 


Scrivi il tuo commento

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.
Fai una donazione
Vuoi essere aggiornato?
PIETRELCINA

"Un paese che litiga ogni giorno è malato"

Papa Francesco ricorda poi la fedeltà del Santo cappuccino: "Amava la Chiesa, con i suoi peccati"

Papa Francesco a Pietrelcina
Sulle orme di Padre Pio. Papa Francesco è arrivato stamattina a Pietrelcina, nel beneventano, paese natio del celebre santo cappuccino, in...

"Quando si è pieni di sé, non c’è posto per Dio"

Testo integrale dell'omelia pronunciata da Papa Francesco sul Sagrato della Chiesa di San Pio

Papa celebra la Messa a San Giovanni Rotondo - © Vatican Media
NEWS
Un frame del video dell'opera di Banksy postato sui social
STREET ART

Il commovente murales natalizio di Banksy in un video virale

Al centro dell'opera i senzatetto soli durante le festività
Antonio Salieri e Wolfgang Amadeus Mozart (Foto di scena)
TEATRO

Amadeus, il dramma dell'uomo contro il genio

In scena al Teatro della Pergola di Firenze, dal 10 al 15 dicembre, l'opera di Peter Shaffer sotto la regia di Andrej...
ANNIVERSARIO

40 anni dalla missione di solidarietà nel Sud est asiatico

Nel 1979 l'Italia soccorse un migliaio di profughi vietnamiti che vagavano per il mare con mezzi di fortuna in una drammatica...
Bandiere della Russia e dei Giochi olimpici
SCANDALO DOPING

La Russia è fuori dalle Olimpiadi

La decisione dell'Agenzia mondiale antidoping esclude i russi da Tokyo 2020 e Pechino 2022. Possibile ricorso al Tas
CAPOLAVORI IN MOSTRA

I patroni di Roma tornano a casa

Dalle collezioni dell’Ermitage di San Pietroburgo alla capitale d'Italia e della cattolicità: sarà...
IL PUNTO

La settimana politica

Dalla manovra alla legge elettorale, i temi al centro del dibattito
Olio d'oliva extra vergine
ALLARME COLDIRETTI

Olio: crolla il prezzo della produzione nazionale

"Le giacenze di olio straniero (spagnolo e tunisino) hanno superato i 62 milioni di chili prodotti"
 White Island
NUOVA ZELANDA

Erutta il vulcano Maha Whakaari: morti e dispersi

E' successo nella White Island proprio mentre c’era un gruppo di turisti in visita
Diritti umani

Aspettando la vera rivoluzione

"Tutti gli esseri umani nascono liberi ed eguali in dignità e diritti. Essi sono dotati di ragione e di...
Il cardinal Tagle
CURIA VATICANA

Il nuovo “papa rosso” è il filippino Tagle

Il Santo Padre nomina Prefetto di Propaganda Fide l’arcivescovo di Manila e presidente della Caritas internazionale
Il monumento dedicato a Cristina Biagi
IL CASO

Femmincidio Biagi, l'Inps rinuncia al rimborso

La richiesta era stata avanzata alle figlie minorenni della donna uccisa dall'ex marito, che ferì un'altra...
Anthony Joshua
DIRIYYA

Boxe, ritmo e strategia: così Joshua è tornato re

L'inglese di nuovo campione dei pesi massimi: quello contro Ruiz è il match perfetto