MARTEDÌ 09 APRILE 2019, 11:14, IN TERRIS


VATICANO

"L'insoddisfazione campo perfetto per la semina del diavolo"

L'omelia di Papa Francesco a Santa Marta

CAROLINA GARCIA
Facebook Twitter Copia Link Invia Scrivici
Papa Francesco celebra la messa a Santa Marta - ©Vatican News
Papa Francesco celebra la messa a Santa Marta - ©Vatican News
A

 volte i cristiani "cedono al fallimento", lasciando spazio alle lamentele e all'insoddisfazione che è "il campo perfetto per la semina del diavolo". E' quanto ha detto Papa Francesco, questa mattina, durante la messa celebrata nella cappella di Casa Santa Marta, riflettendo sulla "stanchezza" che ci toglie la speranza. 


Lo spirito di insoddisfazione

"La stanchezza è selettiva - ha proseguito il Pontefice, come riporta Vatican News - sempre ci fa vedere il brutto del momento che stiamo vivendo e dimenticare le cose buone che abbiamo ricevuto. E noi, quando siamo in desolazione, non sopportiamo il viaggio e cerchiamo rifugio o negli idoli o nella mormorazione, o tante cose... Questo è un modello per noi. E questo spirito di stanchezza in noi cristiani ci porta anche a un modo di vivere insoddisfatto: lo spirito di insoddisfazione. Tutto non ci piace, tutto va male... lo stesso Gesù ci ha insegnato che questo quando dice di questo spirito di insoddisfazione che noi siamo come bambini che giocano". 


La desolazione è del serpente

Il Pontefice, commentando le letture del giorno, ha continuato a spiegare che è così che vivono tanti cristiani, che a volte hanno anche paura delle consalzioni. "Vivono lamentandosi, vivono criticando, vivono nella mormorazione, vivono insoddisfatti - ha continuato - Noi cristiani tante volte non sopportiamo il viaggio. E la nostra preferenza è l'attacamento al fallimento, cioè la desolazione. La desolazione è del serpente: il serpente antico, quello del Paradiso terrestre. E' un simbolo, qui: lo stesso serpente che aveva sedotto Eva e questo è un modo di far vedere il serpente che hanno dentro, che morsica sempre nella desolazione". "Siamo più attaccati all'insoddisfazione, alla stanchezza, al fallimento - ha concluso il Pontefice - Il Signore ci liberi da questa malattia". 

Spazio al lettore: per commentare questo articolo scrivi a direttore@interris.it

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.
Commenti

Gentile lettore, 

la redazione si riserva di approvare i commenti prima della loro pubblicazione. 

Fai una donazione
Vuoi essere aggiornato?
NEWS
Una ragazza nigeriana costretta a prostituirsi
INCUBO TRATTA

Scoperto giro di prostituzione a Teramo

Le ragazze nigeriane erano costrette a prostituirsi per estinguere il debito di viaggio
Il magistrato Francesco Saverio Borrelli
LUTTO NELLA GIUSTIZIA

Morto Francesco Saverio Borrelli, magistrato di Mani Pulite

Il giudice è stato il volto di importanti inchieste italiane. Bobo Craxi: "Guidò un colpo di Stato"
Una sommità dell'Etna in eruzione
SICILIA

Etna in eruzione, riapre lo scalo di Catania

Dopo la colata della notte, attesi ritardi e disagi
Un agente dell'Arma dei Carabinieri pattuglia piazza San Pietro
ALLERTA ATTENTATO

Roma, rientrato l'allarme terrorismo

Continua l'indagine sul siriano sospettato di preparare un attacco nella Capitale
L'interno della parrocchia di San Giuseppe
CONCERTISTICA

La stagione musicale della parrocchia di Santa Marinella

Interessanti e numerosi gli appuntamenti organizzati nei fine settimana estivi

Oasi d'amore

Ieri sera sono andato a trovare mia zia di 98 anni in una casa-albergo nel mio paese di origine; l’ho...