GIOVEDÌ 11 GIUGNO 2015, 005:30, IN TERRIS

KAZAKISTAN, RELIGIONI IN DIALOGO: AL SUMMIT PRESENTE BAN KI-MOON

Il presidente kazako: “Le religioni favoriscono la pace tra i popoli”

AUTORE OSPITE
KAZAKISTAN, RELIGIONI IN DIALOGO: AL SUMMIT PRESENTE BAN KI-MOON
KAZAKISTAN, RELIGIONI IN DIALOGO: AL SUMMIT PRESENTE BAN KI-MOON
È iniziato ad Astana, capitale del Kazakistan, il V Congresso dei leader delle religioni mondiali e tradizionali. All’inaugurazione erano presenti, tra gli altri, il re di Giordania, sua maestà Abdullah II, il Segretario Generale delle Nazioni Unite Ban Ki-moon, il presidente della Finlandia Sauli Niinisto, il Segretario Generale dell'OSCE Lamberto Zannier, il Segretario Generale dell'Organizzazione per la Cooperazione Islamica Iyad Madani Amin, il presidente del Pontificio Consiglio per il Dialogo Interreligioso Cardinale Jean-Louis Tauran. Ad inaugurare il summit è stato il presidente kazako, Nursultan Nazarbayev, che ha elogiato il ruolo delle diverse religioni come fattore di stabilità e pace tra le popolazioni. Nazarbayev ha poi condannato le azioni del Daesh, sottolineando come i militanti utilizzino l`Islam per “giustificare ogni forma di estremismo e terrorismo”.

“Sono molto contento di partecipare a questo congresso, complimenti alla leadership di Nazarbayev che ha organizzato questa iniziativa. In questo momento abbiamo bisogno del dialogo piu che mai, siamo in un mondo in cambiamento e l`orizzonte della sicurezza globale continua a spostarsi drammaticamente”. È quanto ha dichiarato il Segretario Generale dell’ONU, Ban Ki-moon, nel corso del suo intervento al convegno. In questo contesto, ha spiegato, “i leader religiosi hanno un ruolo importante da giocare e possono unire le comunità”. Parlando poi delle minacce che arrivano dal Daesh, da Boko Haram, da Al Qaeda e dalle altre organizzazioni terroristiche, Ban Ki-moon ha ribadito come “non sono le religioni che usano la violenza e non sono le religioni che odiano le persone. Dobbiamo aprire i nostri cuori, le nostre orecchie e i nostri occhi per le persone che soffrono. Possiamo insegnare imparando uno dagli altri”.

“Le violenze non devono essere fatte in nome della religione”. Questo il monito lanciato dal presidente del Pontificio Consiglio per il Dialogo Interreligioso, Cardinale Tauran, nel corso del Congresso dei leader religiosi. Il porporato ha spiegato che il compito principale della religione è quello di insegnare all`umanità la fiducia reciproca. “L`incontro di oggi è un segno della nostra volontà di avere questa fraternità e pace” e dimostra che “la moltitudine delle religioni puo' essere la ricchezza dell'umanità”.

Nel suo discorso, il presidente kazako cita Cesare Pavese: “La religione consiste nel credere che tutto quello che ci accade è straordinariamente importante.”. È necessario “fermare ogni conflitto e trovare una soluzione pacifica a tutti i contrasti”, soprattutto in un momento in cui si sta tornando alla logica della Guerra Fredda. Il presidente Nursultan continuando il suo discorso afferma che “In Kazakistan abbiamo fatto un grande lavoro per creare una nazione multiculturale e multi religiosa”, realizzando così “un modello di convivenza tra le 18 diverse religioni presenti”. La presenza al Congresso del Segretario Generale delle Nazioni Unite “sottolinea ancor di più l`importanza che la comunità internazionale dà al dialogo delle religioni di Astana”.
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.
Facebook Twitter Google + Scrivici Scrivici
Commenti

Gentile lettore, 

la redazione si riserva di approvare i commenti prima della loro pubblicazione. 

Fai una donazione
Vuoi essere aggiornato?
NEWS
Pesante sentenza di condanna per un giovane marocchino
TORINO

Sei anni al jihadista "della porta accanto"

Marocchino condannato per terrorismo
Il procuratore Verzera
CATANIA

Anziane sorelle massacrate in casa

Uccise a coltellate. Si segue la pista della rapina
Miliziani dell'Isis
GENOVA

Istigazione al terrorismo, tunisino indagato

Sulla sua pagina Facebook foto e video inneggianti all'Isis
Senato
BIOTESTAMENTO

Si va verso l'approvazione della legge

Passano i primi articoli. Centro Studi Livatino: "Sigillo funesto a un Paese che sta scomparendo"
Arte sacra, Calabria
ARTE SACRA

La Calabria della fede raccontata in un libro

Il volume raccoglie 173 santuari in altrettante schede con contenuti iconografici, bibliografici e archivistici
Il ciclista Chris Froome
CICLISMO

Chris Froome positivo al doping

Trovate tracce superiori al consentito di salbutamolo. Ad annunciarlo l'Uci
Il logo di Confindustria
CONFINDUSTRIA

"Il Pil cresce, Italia al bivio dopo il voto"

Il Centro studi rivede al rialzo le stime del 2018 ma avverte: "C'è il rischio arretramento"
Recep Tayyip Erdogan
CAOS GERUSALEMME

Erdogan al vetriolo: "Israele terrorista"

Il presidente turco apre il vertice dell'Oic: "La Città santa sia capitale della Palestina"