GIOVEDÌ 23 FEBBRAIO 2017, 10:37, IN TERRIS

Iraq: nel nuovo disegno di legge sul Parlamento, un seggio in più riservato ai cristiani

Nella revisione della distribuzione dei seggi della Camera dei rappresentanti, i seggi cristiani passano da 5 a 6

MILENA CASTIGLI
Iraq: nel nuovo disegno di legge sul Parlamento, un seggio in più riservato ai cristiani
Iraq: nel nuovo disegno di legge sul Parlamento, un seggio in più riservato ai cristiani
Il nuovo disegno di legge pubblicato dalle istituzioni parlamentari irachene lunedì scorso e concernente la revisione della distribuzione dei seggi della Camera dei rappresentanti tra le diverse circoscrizioni elettorali irachene, prevede l'aumento dei seggi riservati alle minoranze cristiane, che passerebbero da cinque a sei, con l'aggiunta di un seggio riservato ai cristiani armeni presenti nella capitale irachena, Baghdad. Ne dà notizia l'agenzia Fides, l'organo di informazione delle Pontificie Opere Missionarie.

Secondo il disegno - che andrà ora sottoposto alla discussione delle forze politiche prima dell'approvazione in legge - i seggi della nuova Assemblea parlamentare passerebbero da 325 a 328, con 318 di essi distribuiti tra le diverse province in base ai confini amministrativi. Sabei, mandei e yazidi avrebbero nel nuovo Parlamento un solo seggio garantito per ciascuna delle tre minoranze. Attualmente, i seggi distribuiti alle tre componenti principali del Paese: sunniti, sciiti (la maggioranza) e curdi. A questi, si aggiungono le minoranze religiose, in primis i cristiani copti.

Alle ultime elezioni, avvenute nel 2014, 157 seggi sono andati ai tre partiti sciiti: la Coalizione Stato di Diritto ne ha guadagnati da solo 92; trattasi dello schieramento sciita guidato dal Primo ministro Nūrī al-Mālikī; 55 seggi erano andati ai curdi divisi in tre partiti; 38 ai sunniti (2 liste) e infine 54 agli altri, compresi i 5 cristiani.

Recentemente, riporta sempre Fides, il Patriarca caldeo Louis Raphael I Sako, incontrando domenica 19 febbraio a Erbil alcuni autorevoli rappresentanti della Lega Caldea, ha rinnovato l'appello a mettere in atto processi di riconciliazione e di cooperazione tra tutte le componenti sociali, etniche e religiose evitando di trasformare le diverse appartenenze confessionali dei cristiani in un pretesto per accentuare le derive settarie che continuano a minacciare l'unità del Paese.
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.
Facebook Twitter Google + Scrivici Scrivici
Commenti

Gentile lettore, 

la redazione si riserva di approvare i commenti prima della loro pubblicazione. 

Fai una donazione
Vuoi essere aggiornato?
NEWS
Banca Etruria
BANCA ETRURIA

Consob: "Taciute criticità ai risparmiatori"

Il vice dg della Consob Giuseppe D'Agostino in audizione alla commissione d'inchiesta sulle banche
LINKIN PARK

"One More Light Live", l'album in cui rivive Chester

Il 15 dicembre esce la nuova raccolta dedicata al cantante scomparso
Silvio Berlusconi
ENDORSEMENT A GENTILONI

Botta e risposta fra Lega e Berlusconi

Il Carroccio: "Non tradiremo gli elettori". La replica dell'ex Cav: "Lo prevede la Costituzione"
La navetta Soyuz
MISSIONE VITA

Rientrata la Soyuz con a bordo Paolo Nespoli

La navetta è atterrata nella steppa del Kazakistan dopo 139 giorni nello spazio
Valeria Fedeli

La ministra

La ministra dell'Istruzione, in un'intervista al ‘Mattino’ di Napoli, ha annunciato che...
Jorge Glas
CASO ODEBRECHT

Condannato il vicepresidente dell'Ecuador

Sei anni a Jorge Glas, già sospeso dalle funzioni: avrebbe intascato 14 milioni di dollari in tangenti
VITERBO

Anziani coniugi trovati morti in casa

La coppia era stata avvolta nel cellophane. Ricercato il figlio che viveva con loro
COPPA ITALIA

Fiorentina e Milan, tris per i quarti

Stese Samp e Verona (3-2 e 3-0): derby al prossimo turno per Gattuso. Forte contestazione a Donnarumma