LUNEDÌ 22 GIUGNO 2015, 10:30, IN TERRIS

IL SANTO PADRE AI VALDESI: "PERDONATE LA CHIESA PER COME VI HA TRATTATO"

Il Pontefice è stato accolto con calore dal moderatore della Tavola Valdese Eugenio Bernardini, dal pastore titolare della chiesa di Torino Paolo Ribet e dal presidente del Concistoro, Sergio Velluto

AUTORE OSPITE
IL SANTO PADRE AI VALDESI:
IL SANTO PADRE AI VALDESI: "PERDONATE LA CHIESA PER COME VI HA TRATTATO"
Francesco è il primo Pontefice ad entrare in un tempio valdese. Si tratta di un un incontro storico che ha avuto inizio con parole di riconciliazione da parte di Bergoglio: "Vi chiedo perdono, da parte della Chiesa cattolica, per gli atteggiamenti e i comportamenti non cristiani, persino non umani, che nella Storia abbiamo avuto contro di voi: in nome di Cristo, perdonateci!".

L'accoglienza è stata affidata al moderatore della Tavola Valdese Eugenio Bernardini, al presidente del Concistoro, Sergio Velluto e al pastore titolare della chiesa di Torino Paolo Ribet. Quest'ultimo rivolgendosi al Santo Padre con la parola "fratello" ha esordito: "Nel momento in cui siamo chiamati alla fede siamo anche esortati a metterci in cammino verso Cristo, che è e rimane al di fuori e al di sopra di noi. In questo percorso di persone e chiese incontriamo fratelli e sorelle che condividono con noi il cammino. Oggi con gioia immensa incontriamo lei, Papa Francesco, come un nuovo fratello nel nostro percorso e vogliamo leggere la sua visita proprio in questa dimensione".

Proseguendo il suo intervento Ribet spiega che il tempio è stato costruito nella città con la volontà di predicare l'Evangelo. "Questa consapevolezza - ha spiegato il pastore di Torino - 150 anni fa portava allo scontro fra le Chiese, ma oggi vuole essere la base su cui costruire ogni discorso ecumenico nel pieno riconoscimento e nel rispetto reciproco, secondo la prospettiva dell'unità nella diversità. Oggi viviamo un'esperienza incoraggiante e, spero - ha concluso Ribet - anticipatrice di ulteriori esperienze ecumeniche anche a Torino".

Bernardini ha invece rimarcato l'importanza di tale visita riconoscendo nelle azioni del Papa quell'opera di "artigiano della pace" e costruttore di ponti tra realtà segnate dalla divisione: "Entrando in questo tempio Lei ha varcato una soglia storica, quella di un muro alzatosi oltre otto secoli fa, quando il movimento valdese fu accusato di eresia e scomunicato dallo Chiesa romana".

La visita alla comunità Valdese è il primo appuntamento della seconda giornata torinese di Papa Bergoglio, al termine della quale Francesco troverà spazio per un pranzo con i parenti e a seguire un incontro con un gruppo di rifugiati.
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.
Facebook Twitter Google + Scrivici Scrivici
Commenti

Gentile lettore, 

la redazione si riserva di approvare i commenti prima della loro pubblicazione. 

Fai una donazione
Vuoi essere aggiornato?
NEWS
L'esultanza del Milan al termine del match contro il Bologna
CALCIO | SERIE A

Frenano Roma e Napoli, sorride il Milan

Giallorossi e partenopei fermati sullo 0-0 da Chievo e Fiorentina. Primo successo per Gattuso, ok Udinese e Sassuolo
Monsignor Antonio Riboldi
NAPOLI

Addio a monsignor Riboldi, protagonista della lotta alla camorra

Il vescovo emerito di Acerra (Napoli) si è spento all'età di 94 anni
Il presidente della Repubblica Sergio Mattarella
MATTARELLA

"Il rispetto dei diritti umani è il pilastro di una società giusta"

Il messaggio del presidente della Repubblica in occasione della Giornata mondiale per i diritti umani
Il Duomo di Milano
CONCERTO DI NATALE

Arie sacre in Duomo di Milano

In scaletta le più belle "Ave Maria" del reportorio classico
Spelacchio
NATALE A ROMA

"Spelacchio", l'albero più sbeffeggiato sui social

L'abete di Piazza Venezia è considerato uno dei peggiori che Roma Capitale abbia mai avuto
La Stazione spaziale internazionale
MICRORGANISMI IN ORBITA

Trovati batteri terrestri all'interno della Stazione Spaziale

Sono stati portati in orbita dagli astronauti