LUNEDÌ 15 GIUGNO 2015, 16:09, IN TERRIS

IL PONTEFICE RICEVE IL PRESIDENTE COLOMBIANO SANTOS: "PER IL PROCESSO DI PACE HO PREGATO E PREGO MOLTO"

Francesco ha regalato a Santos il medaglione di San Martino: "perché si ricordi di proteggere i poveri"

EDITH DRISCOLL
IL PONTEFICE RICEVE IL PRESIDENTE COLOMBIANO SANTOS:
IL PONTEFICE RICEVE IL PRESIDENTE COLOMBIANO SANTOS: "PER IL PROCESSO DI PACE HO PREGATO E PREGO MOLTO"
E' durato circa venti minuti il colloquio privato tra il Papa e il presidente della Colombia, Juan Manuel Santos, ricevuto in udienza con un seguito di dieci persone, tra cui il figlio Martin. "Per lei ho pregato molto, per il processo di pace ho pregato, e prego, prego molto per questo", ha detto il Papa incontrando il presidente colombiano, che ha risposto: "per questo sono qua, per chiedere il suo aiuto".

Dopo l'incontro privato il presidente Santos ha presentato il seguito e c'è stato anche un momento dedicato alle foto. Al momento dello scambio dei doni, Papa Francesco, offrendo il medaglione di San Martino e facendo un gesto come per togliersi un mantello, ha detto: "mi piace molto regalare questo ai governanti, perchè così ricordo loro il dovere i proteggere i poveri", infatti la leggenda di San Martino narra che donò il suo mantello a un povero. Inoltre il Pontefice ha donato al presidente Santos anche una copia della Evangelii Gaudium.

Santos ha anche spiegato al Pontefice che negli ultimi quattro anni - che coincidono con la sua presidenza - la Colombia è il paese dell'America latina in cui la povertà è diminuita in misura maggiore. Il presidente ha donato al Papa un servizio di piatti di ceramica colombiana dipinta a mano, con foglie verdi in campo bianco. Il presidente ha poi raccontato ai giornalisti che il servizio è per otto persone, e lo ha regalato appositamente per il C8 dei cardinali. Il presidente ha donato anche una bandiera della Colombia con la colomba della pace. Al momento della presentazione del seguito, una signora ha portato al Papa perchè la benedisse, la medaglia della Colombia che il presidente Santos tiene sulla sua scrivania.

Dopo l'udienza, il presidente ha riferito ai giornalisti di aver parlato con il Pontefice anche di un viaggio di questi in Colombia. "Le confermo che voglio venire - ha detto il Papa, secondo quanto riferisce il presidente - ma le date non ci sono ancora, però se si firma la pace, questo sarà un'accelerazione dei tempi". Santos ha anche riferito ai giornalisti che il Papa ha detto che sia lui personalmente che la Chiesa sono disponibili ad aiutare la mediazione". Secondo il resoconto del presidente, tra i temi del colloquio con il Papa anche l'ecologia e i danni che all'ambiente produce anche il narcotraffico.
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.
Facebook Twitter Google + Scrivici Scrivici
Commenti

Gentile lettore, 

la redazione si riserva di approvare i commenti prima della loro pubblicazione. 

Fai una donazione
Vuoi essere aggiornato?
NEWS
Polizia
ORRORE A FOGGIA

Violenta la figlia davanti alla nipotina

Arrestato il padre di 48 anni per i reati di violenza sessuale aggravata e atti persecutori
Banca Etruria
BANCA ETRURIA

Consob: "Taciute criticità ai risparmiatori"

Il vice dg della Consob Giuseppe D'Agostino in audizione alla commissione d'inchiesta sulle banche
LINKIN PARK

"One More Light Live", l'album in cui rivive Chester

Il 15 dicembre esce la nuova raccolta dedicata al cantante scomparso
Silvio Berlusconi
ENDORSEMENT A GENTILONI

Botta e risposta fra Lega e Berlusconi

Il Carroccio: "Non tradiremo gli elettori". La replica dell'ex Cav: "Lo prevede la Costituzione"
La navetta Soyuz
MISSIONE VITA

Rientrata la Soyuz con a bordo Paolo Nespoli

La navetta è atterrata nella steppa del Kazakistan dopo 139 giorni nello spazio
Valeria Fedeli

La ministra

La ministra dell'Istruzione, in un'intervista al ‘Mattino’ di Napoli, ha annunciato che...
Il ministro Mohamed Taher Siala
MIGRANTI

Tripoli replica ad Amnesty: "Rapporto esagerato"

Il ministro libico degli Esteri: "L'Italia ci sta aiutando. Abusi? C'è una commissione al lavoro"
Jorge Glas
CASO ODEBRECHT

Condannato il vicepresidente dell'Ecuador

Sei anni a Jorge Glas, già sospeso dalle funzioni: avrebbe intascato 14 milioni di dollari in tangenti