GIOVEDÌ 11 MAGGIO 2017, 16:51, IN TERRIS

Il Pontefice a Santa Marta: "Ognuno è in cammino verso la pienezza del proprio tempo"

Il Santo Padre ha meditato sulle parole di San Paolo, spiegando che tale cammino "è la grande opera di misericordia di Dio"

REDAZIONE
Facebook Twitter Copia Link Invia Scrivici
Il Pontefice a Santa Marta:
Il Pontefice a Santa Marta: "Ognuno è in cammino verso la pienezza del proprio tempo"
"Un popolo in cammino che, fra grazia e peccato, va avanti nella storia verso la pienezza dei tempi". Papa Francesco, nella sua omelia a Santa Marta, ha sottolineato l'importanza, per ciascun cristiano, di compiere un proprio itinerario "verso il giorno in cui si troverà 'faccia a faccia' con quel Dio che nel frattempo 'mai ci lascia soli'". "Dio si è fatto conoscere nella storia - ha spiegato il Pontefice meditando sulla Prima lettura, tratta dagli Atti degli Apostoli, nella quale San Paolo parla di Gesù e della salvezza, iniziando dalla liberazione del popolo di Israele dall'Egitto -. Il Signore guida il suo popolo, con momenti buoni e momenti brutti, con libertà e schiavitù; ma guida il popolo verso la pienezza", verso l'incontro con lui. Ma c'è un secondo cammino, spiega ancora, perché Gesù "ci ha lasciato lo Spirito che ci fa ricordare, ci fa capire il suo messaggio: incomincia un secondo cammino, quello del popolo di Dio dopo Gesù". E la Chiesa "va avanti, così, con tanti santi e tanti peccatori; fra grazia e peccato".

Approfondire la morale


Ed è proprio questo nuovo percorso che ci è utile "per capire, per approfondire la persona di Gesù, per approfondire la fede", ma anche per comprendere "la morale e i Comandamenti: una cosa che un tempo sembrava normale, che non era peccato era in realtà un peccato mortale". Il non riconoscerla come tale derivava dal momento storico, "che non permetteva di percepirla in tal modo". In questo senso, il Pontefice ha fatto alcuni esempi, iniziando dalla schiavitù: "Quando andavamo a scuola ci raccontavano cosa facevano agli schiavi: li portavano da un posto, li vendevano in un altro, in America latina si vendevano, si compravano. Oggi viene considerato peccato mortale, prima no; anzi, alcuni dicevano che si poteva fare questo, perché questa gente non aveva anima! Evidentemente si doveva andare avanti per capire meglio la fede, per capire meglio la morale". Oggi, ammonisce il Papa, "non è che non ci siano più schiavi, ce ne sono di più... ma almeno sappiamo che è peccato mortale". Lo stesso vale per la pena di morte: "Era normale, un tempo. E oggi diciamo che è inammissibile".

Un popolo in cammino


In questo processo di chiarimento della fede, "ci sono i santi, i santi che tutti conosciamo e i santi nascosti". E, di questi ultimi, ha specificato Papa Francesco, "la Chiesa è piena". Anzi, è proprio questa la santità "che ci porta avanti, verso la seconda pienezza dei tempi, quando il Signore verrà, alla fine, per essere tutto in tutti". In questo modo il Signore "ha voluto farsi conoscere dal suo popolo: in cammino". E il popolo, a sua volta, è sempre in cammino, verso il Signore e verso l'approfondimento della fede. Qualora dovesse fermarsi, "diventa prigioniero in una stalla, come un asinello, lì: non capisce, non va avanti, non approfondisce la fede, l’amore, non purifica l’anima". Ma, ha proseguito il Pontefice, "c’è un’altra pienezza dei tempi, la terza. La nostra. Ognuno di noi è in cammino verso la pienezza del proprio tempo. Ognuno di noi arriverà al momento del tempo pieno e la vita finirà e dovrà trovare il Signore. E questo è il momento nostro. Personale". Per incoraggiare e sospingere il nostro cammino, Gesù ha inviato lo Spirito Santo: "Ed è lo Spirito che ci spinge a camminare".

La grande opera di misericordia di Dio


Un percorso sul quale, ha detto ancora il Santo Padre, bisogna porsi delle domande: "Io credo che la promessa di Dio era in cammino? Io credo che il popolo di Dio, la Chiesa, è in cammino? Io credo che io sono in cammino?". E anche durante la confessione, è necessario interrogare se stessi chiedendosi: "Penso che quel passo che io faccio è un passo nel cammino verso la pienezza dei tempi?". Occorre comprendere che "chiedere perdono a Dio non è una cosa automatica. È capire che sono in cammino, in un popolo in cammino e che un giorno... mi troverò faccia a faccia con quel Signore che mai ci lascia soli, ma ci accompagna" in quel cammino che, ha spiegato Papa Francesco, "è la grande opera di misericordia di Dio".
Commenti

Gentile lettore, 

la redazione si riserva di approvare i commenti prima della loro pubblicazione. 


Scrivi il tuo commento

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.
Fai una donazione
Vuoi essere aggiornato?
NEWS
Iraniani a Teheran indossano la mascherina - Foto © AFP
EMERGENZA GLOBALE

Coronavirus, la paura da Pechino al Medio Oriente

Aumentano i casi di contagio globale. In Iran isolata la città santa di Qom
Clochard
MORIRE DI FREDDO

Il gelo dell'indifferenza uccide i più fragili

In preghiera a Genova per i clochard. 51 mila a rischio in Italia
ALLARME SANITARIO

"I social contagiano la psiche"

Appello degli psicologi contro la "diffusione digitale del virus del terrore"
Coronavirus
L'EPIDEMIA

Coronavirus, aumentano i casi nel Nord Italia

A Crema registrata la terza vittima, stop a scuole e musei in tutto il Settentrione. Milano chiude il Duomo, Venezia il...
Preghiera
EMERGENZA SANITARIA

Coronavirus, a Padova scuola di preghiera da casa su YouTube

Alla Basilica di Assisi si è pregato oggi per la fine dell'epidemia
Sala parto
NASCITE

Troppo bisturi in sala parto. All'Italia il record Ue

Negli ultimi 15 anni è raddoppiato il numero dei bambini nati con parto cesareo (1 su 5 nel mondo, 1 su 4 in Italia)
Macerie nella provincia di Van, in Turchia
IL SISMA

Terremoto di 5.7 fra Iran e Turchia

Epicentro in territorio iraniano ma 7 vittime segnalate nella provincia turca di Van, numerosi gli edifici crollati
Xi Jinping
CORONAVIRUS

Xi: "La nostra emergenza sanitaria più grave dal '49"

Le vittime in Cina sono 2.442, allerta massima anche in Giappone e Corea del Sud. In quarantena i migranti sbarcati a Pozzallo
Papa Francesco incontra i fedeli - Foto © Vatican Media
CHIESA IN USCITA

Papa Francesco a Bari: scegliere l’estremismo della carità

L'omelia del Santo Padre alla messa in Corso Vittorio: "Gesù, col suo amore senza limiti, alza l’asticella...
Papa Francesco a Bari - Foto © Vatican Media
CHIESA IN USCITA

Il Papa: "La guerra è il fallimento di ogni progetto umano e divino"

Il Santo Padre al convegno "Mediterraneo frontiera di pace": "Non ci sono vie alternative al dialogo"
Mediterraneo frontiera di pace
CHIESA IN USCITA

Nel Mediterraneo come promotori di pace

Chiusi i lavori del meeting dei vescovi mediterranei a Bari. Bassetti: "Le Chiese non siano più rivali"
Raccolta differenziata
LA GREEN ECONOMY DEI PICCOLI

"Noi bambini ricicliamo più degli adulti"

Letizia, 11 anni: "Ho chiesto ai miei genitori di parlarmi di Greta. E a casa faccio la raccolta differenziata"

Chi riduce il cristianesimo a una regoletta

"Vogliamo pregare anche per quelli che hanno colpito il mio papà perché, senza nulla togliere...

Chi ci perde se nasce un bambino in più?

Sul fronte della difesa della vita “dal concepimento alla morte naturale” le buone notizie sono una...
L'EPIDEMIA

Coronavirus, Conte: "Il decreto legge è per tutelare la salute degli italiani"

Nel provvedimento misure per il contenimento e la gestione dell'emergenza epidemiologica
ANNIVERSARIO

Ad Ancona due vie per il Papa che ha cambiato la storia

Nel capoluogo marchigiano saranno intitolate Largo San Giovanni Paolo II e Molo Wojtyla. Convegni e mostre nel centenario della...