MARTEDÌ 14 GIUGNO 2016, 004:00, IN TERRIS

IL PATRIARCA CALDEO IN IRAQ: "IN SOLIDARIETA' CON I MUSULMANI, DIGIUNIAMO E PREGHIAMO PER LA PACE"

L'invito, rivolto a tutti i battezzati iracheni, è per il prossimo venerdì 17 giugno che cade durante il mese di Ramadan, osservato dai musulmani

AUTORE OSPITE
IL PATRIARCA CALDEO IN IRAQ:
IL PATRIARCA CALDEO IN IRAQ: "IN SOLIDARIETA' CON I MUSULMANI, DIGIUNIAMO E PREGHIAMO PER LA PACE"
La Chiesa caldea irachena ha invitato i cristiani dell’Iraq a unirsi per un giorno al digiuno praticato dai musulmani nel mese sacro del Ramadan per chiedere a Dio la pace nel martoriato Paese mediorientale. L'invito, rivolto dal Patriarcato caldeo ai propri fedeli e a tutti i battezzati iracheni, è per il prossimo venerdì 17 giugno. “In solidarietà con i musulmani che digiunano durante questo mese di Ramadan” si legge in un comunicato diffuso dai media del Patriarcato “noi digiuneremo e pregheremo insieme per la pace e la stabilità del nostro Paese e dell'intera regione”.

Nel comunicato si sottolinea anche come le Chiese presenti in Iraq, davanti alle tragedie e alle catastrofi umanitarie provocate dall'autoproclamato Stato islamico (Daesh), si siano fatte carico dei bisogni della popolazione senza discriminazioni settarie o etnico-religiose, soccorrendo i profughi, prestando cure mediche a feriti e malati, organizzando i pasti serali (Iftar) per i musulmani alla fine della giornata di digiuno e soccorrendo i più bisogni attraverso la rete di Caritas Iraq in diverse aree del Paese. Con lo stesso spirito – si legge a conclusione del comunicato – il Patriarca Louis Raphael I, i Vescovi ausiliari e i suoi collaboratori hanno deciso di digiunare il prossimo venerdì, insieme ai musulmani, e di pregare come sempre “per la pace in Iraq, in Siria e in tutta la regione”.

Pochi giorni fa, in occasione dell’inizio del Ramadan, il Patriarca Louis Raphael I aveva scritto una lettera ai concittadini mussulmani nella quale esprimeva i suoi sentimenti di solidarietà per gli appartenenti all'Umma di Mohammad e li esortava a vivere un "Ramadan eccezionale", rinnegando ogni forma di settarismo, contribuendo ad una “cultura della riconciliazione”, promuovendo “valori condivisi di tolleranza, di prossimità e amicizia” e appoggiando in ogni modo possibile una “convivenza pacifica”, basata sul dialogo e il rispetto reciproco.
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.
Facebook Twitter Google + Scrivici Scrivici
Commenti

Gentile lettore, 

la redazione si riserva di approvare i commenti prima della loro pubblicazione. 

Fai una donazione
Vuoi essere aggiornato?
NEWS
Papa Francesco incontra il clero locale nella Cattedrale di Santiago del Cile Photo © Vatican Media
PAPA IN CILE

"In Gesù le nostre piaghe sono risorte"

Testo integrale del discorso del Pontefice ai religiosi, consacrati e seminaristi nella Cattedrale di Santiago
Papa Francesco nel Carcere femminile di Santiago del Cile benedice i bambini Photo © Vatican Media
PAPA IN CILE

"La maternità non è e non sarà mai un problema"

Il Pontefice in visita al carcere femminile di Santiago: "La sicurezza pubblica si costruisce con il lavoro"
Papa Francesco saluta le detenute del Carcere femminile di Santiago del Cile Photo © Vatican Media
PAPA IN CILE

"Siete privi di libertà non della dignità"

Testo integrale del saluto del Pontefice alle detenute del Carcere Femminile di Santiago del Cile
Milano, i Vigili del fuoco sul luogo della tragedia
TRAGEDIA SUL LAVORO

Milano, tre operai morti intossicati in fabbrica

Si aggrava il bilancio dell'intossicazione nello stabilimento metalmeccanico: gravissimo il quarto lavoratore
Kosovska Mitrovica, la scena del crimine
KOSOVO|LEADER SERBO UCCISO

Tensione alle stelle tra Belgrado e Pristina

Oliver Ivanovic assassinato a Kosovska Mitrovica. Vucic ritira la delegazione da Bruxelles
Una delle chiese assaltate in Cile
CILE

Scontri e chiese assaltate: proteste per la visita del Papa

Carabinieri aprono gli idranti contro la "Marcia dei poveri", date alle fiamme altre tre parrocchie