MERCOLEDÌ 19 GIUGNO 2019, 13:59, IN TERRIS


VATICANO

Il Papa: "Usare il linguaggio dell'amore per farsi capire da tutti"

L'udienza generale in Piazza San Pietro

MANUELA PETRINI
Facebook Twitter Copia Link Invia Scrivici
C

ome fare per farsi capire da tutti? La risposta alla domanda è stata data questa mattina, nel corso dell'udienza generale a San Pietro da Papa Francesco. Bisogna usare il "linguaggio della verità e dell'amore, che è la lingua universale: anche gli analfabeti possono capirla. Il linguaggio della verità e dell'amore lo capiscono tutti. E' una lingua che tutti possono capire. Se tu vai con la verità, la verità del tuo cuore, la verità, la sincerità, e vai con amore, tutti ti capiranno, anche se non puoi parlare, con una carezza, che sia veritiera e amorevole". 


L'udienza

Nel corso dell'udienza il Pontefice ha riflettutto sulla Pentecoste e proseguito con il ciclo di catechesi sugli Atti degli Apostoli. Ha ricordato che lo Spirito Santo è "l'artista della riconciliazione", come riportato da Vatcan News, e ha il potere di "fraternizzare ogni contesto". La catechesi di oggi è stata incentrata sul Cenacolo degli Apostoli, che vivono "un evento che supera le loro aspettative" perché vengono "sorpresi dall'irruzione di Dio". Francesco spiega che lo Spirito Santo non "tollera il chiuso" e, sottoforma di un vento impetuoso spalanca le porte; a questo elemento si aggiunge il fuoco - che richiama il Sinai - elementi che rafforzano la parola di Pietro. Così nasce la Chiesa e la parola degli Apostoli diventa comprensibile a tutti come se "fosse tradotta in tutte le lngue". 


I saluti al termine dell'udienza

Al termine dell'udienza, il Pontefice ha rivolto un saluto particolare ai Giovani Messaggeri di Pace di Hiroshima e Nagasaki, e ai vincitori del Concorso Biblico in Terra Santa.  Il Papa si sofferma poi, nei saluti ai pellegrini di lingua francese e polacca, sulla Festa del Corpo e Sangue di Cristo, con la celebrazione della Messa, l'adorazione eucaristica e le processioni,  che si sta per celebrare: invito a dare un posto centrale all'Eucaristia nella vita e "un’opportunità particolare per ravvivare la nostra fede nella reale presenza del Signore nell’Eucaristia". Ai pellegrini di lingua italiana, infine, ricorda che dopodomani sarà la memoria liturgica di san Luigi Gonzaga, "esempio di austerità e purezza evangelica". 

Spazio al lettore: per commentare questo articolo scrivi a direttore@interris.it

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.
Commenti

Gentile lettore, 

la redazione si riserva di approvare i commenti prima della loro pubblicazione. 

Fai una donazione
Vuoi essere aggiornato?
NEWS
TREVISO

Morta dopo aver scelto una chemio non invasiva per partorie

La notizia del tumore al seno durante la gravidanza. Le cure meno forti le consentono di diventare madre, ma muore tre mesi dopo
TASSE

Fino al 25 ottobre è possibile integrare il proprio “730”

Nel caso si sia dimenticata una deduzione o una detrazione, si ricorre al modello integrativo. Per i rimborsi o le compensazioni...
La vittima, Melissa Trotter, e a dx Larry Swearingen
USA

Pena di morte, nuova esecuzione in Texas

Le ultime parole del condannato: "Perdonali, non sanno quello che fanno"
L'epicentro del sisma
LAZIO

Terremoto, scossa nel Tirreno vicino Roma

Non sono stati riportati danni a cose e persone né sulla costa né nella Capitale
Ufficio comunale chiuso
PUBBLICA AMMINISTRAZIONE

Quota 100: oltre 10mila domande nella Pa

E' boom di richieste di pensionamento ma è allarme "rimpiazzi" in comuni e ospedali
Carabinieri del Ros in azione
GIARDINI NAXOS

Ndrangheta: arrestato il latitante Riitano

Era ricercato per traffico internazionale di stupefacenti ed altro