LUNEDÌ 02 DICEMBRE 2019, 11:29, IN TERRIS

VIOLENZA RELIGIOSA

Il fondamentalismo infiamma ancora il Sahel

Strage in una chiesa cristiana in Burkina Faso. L'allarme dei vescovi: "C'è una persecuzione in atto"

DM
Facebook Twitter Copia Link Invia Scrivici
Militari del Burkina Faso
Militari del Burkina Faso
N

on ha fatto troppo rumore, eppure i numeri sono drammatici: 14 persone sono state uccise nell'attacco alla chiesa protestante di Foutouri, in Burkina Faso, appena al di sotto di quella fascia centro-nord africana corrispondente al Sahel, vittima di un violento e troppo spesso inosservato rigurgito jihadista. Un'irruzione a colpi di mitra quella che ha spezzato la mattina di preghiera nella chiesa burkinabé, da parte di un gruppo di uomini armati di cui, al momento, non è chiara né l'appartenenza né i moventi. Di certo c'è solo il bilancio delle vittime e l'odio perpetrato nei confronti di chi tentava di professare liberamente la propria fede. E non è un caso isolato, visto che in Burkina Faso gli attacchi fondamentalisti hanno iniziato a far registrare numeri sempre maggiori tanto che, secondo i dati Onu, nell'ultimo anno sarebbero stati 500 mila gli abitanti del Paese (a maggioranza musulmana) ad aver lasciato le proprie abitazioni per sottrarsi alle violenze dei gruppi jihadisti.


Attacchi frequenti

L'attacco di Fouturi ha sconvolto la comunità cristiana del Burkina Faso ed è stato condannato duramente sia dal presidente Roch Marc Christian Kaboré ("Condanno il barbaro attacco contro la chiesa protestante di Hantoukoura, nel dipartimento di Foutouri, che ha causato 14 morti e numerosi feriti") che dai rappresentanti ecclesiastici locali, come il vescovo di Ouahigouya Justin Kientega che, in un'intervista a Vatican News, ha ribadito che nel Paese "è in atto una persecuzione dei cristiani. Da mesi noi vescovi denunciamo quanto accade in Burkina Faso, ma nessuno ci ascolta. Evidentemente preferiscono tutelare i propri interessi". Un ulteriore segnale di come le violenze fondamentaliste stiano logorando il tessuto sociale di un Paese che, come altri, si trova al centro di un pericoloso incremento di attacchi da parte di gruppi appartenenti ad al Qaeda o al sedicente Stato islamico. Offensive che, secondo gli analisti, mirano a destabilizzare l'equilibrio fra le diverse confessioni nella fascia centro-settentrionale del continente africano, sfruttando alcune divergenze etniche, come in Mali, e gli ultimi focolai integralisti nel Sahel, riattivati in corrispondenza all'arretramento del Califfato nelle aree mediorientali. Una deriva rischiosa che nel Burkina Faso, terra di una convivenza sostanzialmente pacifica fra religioni diverse, riserva effetti ancora più devastanti: "L'attacco non è stato rivendicato, così come non sono stati rivendicati i precedenti - ha detto ancora  il vescovo Kientega - e dunque non sappiamo se si tratti di uno o più gruppi. Quel che è certo è che stanno mettendo in atto una propaganda islamista e cercano di innescare un conflitto tra religioni in un Paese in cui cristiani e musulmani sono sempre andati d'accordo".

Commenti

Gentile lettore, 

la redazione si riserva di approvare i commenti prima della loro pubblicazione. 


Scrivi il tuo commento

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.
Fai una donazione
Vuoi essere aggiornato?
NEWS
La bandiera italiana sventola sul Palazzo del Quirinale, 30 maggio 2018 - Foto © Tony Gentile per Reuters

Italia senza previsioni

Il rapporto del CENSIS, la Fondazione presieduta dal sociologo cattolico Giuseppe De Rita, ha messo, come di consueto,...
Giuseppe Conte e Roberto Gualtieri
GOVERNO

Manovra, accordo su plastic e sugar tax

Una rinviata a luglio e ridotta dell'85%, l'altra a ottobre. Il premier: "Recessione scongiurata, non siamo il...
Mario Sossi durante il rapimento
MAGISTRATURA

E' morto il giudice Mario Sossi: fu rapito dalle Br

Pubblico ministero nel processo alla XXII Ottobre: il suo sequestro durò oltre un mese
Il vertice di maggioranza
GOVERNO

Manovra, braccio di ferro sulle microtasse

Frizione Italia Viva-Pd, sospeso il vertice. Bellanova: "Con plastic e sugar tax si rischia il disastro occupazionale"
Pedoni solitari
53° RAPPORTO CENSIS

Italiani sempre più ansiosi e dipendenti da smartphone

Lo scenario politico odierno è affollato da "non decisioni"
Bimba in lacrime al nido
VARESE

Maltratta i bimbi e si apparta col compagno: maestra sospesa

"Guardati, fai schifo", "piangi che così ti passa" sono le frasi rivolte alle piccole vittime del...
Volontarie della croce rossa e personale ospedaliero
SALUTE

Firmato accordo tra Croce rossa e Campus bio-medico

Le crocerossine, con la loro attività di volontariato, supporteranno l’attività infermieristica
La polizia circonda il furgone Ups dopo l'inseguimento
FLORIDA

La rapina finisce in tragedia: 4 morti a Miami

I banditi fermati dopo un lungo inseguimento: due "vittime collaterali" e una donna ferita alla testa
Un bambino migrante
MIGRANTI

Quasi 6500 minori non accompagnati vivono in centri d’accoglienza

Unicef: "Altri 5000 giovani migranti e rifugiati arrivati nel nostro Paese soli sono irreperibili"

Sondaggio che va, sondaggio che viene

Abbiamo sottolineato più volte che la politica ormai è scandita da sondaggi. Bene che vada settimanali....
Parte del manifesto blasfemo apparso a Bologna

Un'offesa alla Mamma Celeste

A Bologna, una festa universitaria diventa blasfema
Donald Trump
KIEVGATE

Via libera all'impeachment: cosa rischia Trump

L'annuncio della speaker Nancy Pelosi ha mandato su tutte le furie il presidente. Ma c'è lo scoglio del Senato