LUNEDÌ 13 AGOSTO 2018, 11:26, IN TERRIS


TOLLERANZA ZERO

Il Card. O'Malley apre un'indagine sul seminario di Boston

L'arcivescovo vuole fare chiarezza sulla vicenda dei presunti abusi denunciati nella struttura

REDAZIONE
Il Cardinale Sean O'Malley
Il Cardinale Sean O'Malley
I

l cardinale Sean O'Malley, presidente della Pontificia Commissione per la Tutela dei minori ed arcivescovo di Boston, ha comunicato via mail ai media la sua intenzione di aprire un'indagine sui presunti casi di abusi che sarebbero avvenuti all'interno del semimario St. John di Boston. La vicenda è emersa dopo la 'denuncia' via social di due ex seminaristi. Il porporato americano ha disposto un periodo sabbatico per il rettore della struttura, mons. James Moroney, che verrà sostituito provvisoriamente da Stephen Salocks, professore di Sacra Scrittura.


L'indagine

Il cardinal O'Malley ha annunciato di aver ordinato un'indagine per investigare "sulle accuse formulate questa settimana" e per supervisionare "la cultura del seminario riguardo agli standard personali previsti e richiesti ai candidati al sacerdozio, e qualsiasi questione relativa al seminario di molestie sessuali o altro forme di intimidazione o discriminazione ".


Il grande lavoro del card. O'Malley

Proprio Boston era stato il teatro dello scandalo abusi emerso nel 2002 e che aveva portato alle dimissioni dell'allora arcivescovo, il cardinale Bernard Law, accusato di essersi limitato a spostare da una parrocchia all'altra i sacerdoti colpevoli di violenze. Da allora, molto è cambiato con l'arrivo alla guida della diocesi statunitense di Sean O'Malley, frate cappuccino che ha risollevato in questi anni la reputazione della Chiesa locale perseguendo strenuamente la linea della fermezza contro la pedofilia voluta fortemente da Benedetto XVI e da Francesco. L'attuale presidente della Pontificia Commissione per la Tutela dei Minori non si è limitato a chidere scusa, ma è arrivato a vendere i locali del vescovado pur di pagare gli indennizzi di risarcimento a tutte le vittime. O'Malley ha sperimentato con successo un metodo consistente nel "cercare di ricostruire la fiducia, aiutare le vittime a fidarsi ancora di noi", come ha detto in un'intervista.


Tolleranza zero

Nella dichiarazione rilasciata alla stampa all'emergere della denuncia social dei due ex seminaristi, O'Malley ha detto: "Le accuse fatte questa settimana sono fonte di seria preoccupazione per me come arcivescovo di Boston. Il ministero del sacerdozio cattolico richiede un fondamento di fiducia con il popolo della Chiesa e la più ampia comunità in cui i nostri sacerdoti servono. Sono determinato a far sì che tutti i nostri seminari siano in grado di fornire questo livello di fiducia e prestare la formazione necessaria affinché i sacerdoti possano vivere una vocazione esigente di servizio nella nostra società contemporanea.” Per il suo impegno nella lotta alla pedofilia, il cardinale O'Malley è uno degli uomini di fiducia di Papa Francesco che lo ha voluto nel cosiddetto C9, il consiglio dei cardinali che aiuta il pontefice nel suo progetto di riforme.

Spazio al lettore: per commentare questo articolo scrivi a direttore@interris.it

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.
Facebook Twitter Google + Scrivici Scrivici
Commenti

Gentile lettore, 

la redazione si riserva di approvare i commenti prima della loro pubblicazione. 

Fai una donazione
Vuoi essere aggiornato?
NEWS
Febbre alta nel bimbo colpito da meningite
FIRENZE

Bimbo di 8 anni ricoverato per meningite

A Napoli quinto episodio in pochi mesi: deceduto l'operaio giunto ieri in ospedale
La nave turca Efe Murat tra i flutti
PUGLIA

Nave turca arenata sul litorale di Bari

A bordo quindici persone, ferito un soccorritore
Il confine
VENEZUELA

Aiuti: Maduro blinda il confine con la Colombia

La frontiera era stata attraversata dall'autoproclamato presidente Guaidò
Cantiere Tav di Chiomonte

Grave insufficienza

Dopo il congelamento concordato della tav Torino-Lione da parte della maggioranza del governo,  ecco che arriva la...
L'ambasciatrice Usa in Canada
USA

Trump ha deciso: Kelly Craft portavoce all'Onu

L'attuale amabasciatrice in Canada dovrebbe sostituire Nikki Haley, che si congratula: "Ha fatto un ottimo lavoro"
Bin Salman e Xi
PECHINO

Xi e Bin Salman: un incontro all'insegna del business

Siglati 35 accordi bilaterali per un valore di 24,6 miliardi di euro