VENERDÌ 03 APRILE 2015, 13:32, IN TERRIS

I VESCOVI FRANCESI SCHIERATI CONTRO LA RIFORMA SANITARIA

Diversi i punti critici, secondo i presuli transalpini, ad iniziare dalle nuove regole su trapianto di organi, tossicodipendenza e contraccezione

STEFANO CICCHINI
I VESCOVI FRANCESI SCHIERATI CONTRO LA RIFORMA SANITARIA
I VESCOVI FRANCESI SCHIERATI CONTRO LA RIFORMA SANITARIA
Rafforzare “una concezione riduttiva della dignità umana” facendo del “bambino non nato un semplice oggetto di cui si può disporre liberamente e sottraendo alla donna in gravidanza gli strumenti per potere esercitare veramente la sua libertà di coscienza”. E’ questo uno dei rischi paventato dai vescovi francesi dinanzi alla proposta di riforma del sistema sanitario nazionale transalpino. La nuova legge prevede l’abolizione del periodo di riflessione per poter interrompere una gravidanza. I presuli l’Oltralpe, attraverso un comunicato, hanno criticato anche altri punti della riforma. Come quello che vorrebbe abolire la richiesta di consenso dei medici ai familiari del defunto nel caso che quest’ultimo non abbia espresso la sua volontà alla donazioni dei propri organi.

L’abolizione della norma, secondo i vescovi, consentirebbe più trapianti, ma renderebbe il corpo umano “una mera riserva di organi”. Un altro aspetto della nuova normativa è l’introduzione in via sperimentale delle “camere del buco” per tossicodipendenti. Il pericolo, in questo caso, “è di banalizzare e incoraggiare, anziché contenere il consumo di stupefacenti”. Infine, la correzione delle norme sulla contraccezione di emergenza dei minori, toglierebbe qualsiasi voce in capitolo ai genitori. Anche qui, hanno spiegato i vescovi francesi nella nota, è evidente l’intento di “banalizzare” la contraccezione tra i giovani, ai quali viene trasmessa una falsa idea di libertà, deresponsabilizzando completamente il mondo adulto.
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.
Facebook Twitter Google + Scrivici Scrivici
Commenti

Gentile lettore, 

la redazione si riserva di approvare i commenti prima della loro pubblicazione. 

Fai una donazione
Vuoi essere aggiornato?
NEWS
L'esultanza del Milan al termine del match contro il Bologna
CALCIO | SERIE A

Frenano Roma e Napoli, sorride il Milan

Giallorossi e partenopei fermati sullo 0-0 da Chievo e Fiorentina. Primo successo per Gattuso, ok Udinese e Sassuolo
Monsignor Antonio Riboldi
NAPOLI

Addio a monsignor Riboldi, protagonista della lotta alla camorra

Il vescovo emerito di Acerra (Napoli) si è spento all'età di 94 anni
Il presidente della Repubblica Sergio Mattarella
MATTARELLA

"Il rispetto dei diritti umani è il pilastro di una società giusta"

Il messaggio del presidente della Repubblica in occasione della Giornata mondiale per i diritti umani
Il Duomo di Milano
CONCERTO DI NATALE

Arie sacre in Duomo di Milano

In scaletta le più belle "Ave Maria" del reportorio classico
Spelacchio
NATALE A ROMA

"Spelacchio", l'albero più sbeffeggiato sui social

L'abete di Piazza Venezia è considerato uno dei peggiori che Roma Capitale abbia mai avuto
La Stazione spaziale internazionale
MICRORGANISMI IN ORBITA

Trovati batteri terrestri all'interno della Stazione Spaziale

Sono stati portati in orbita dagli astronauti