DOMENICA 14 GIUGNO 2015, 004:30, IN TERRIS

GRAN BRETAGNA, E' POLEMICA PER LA SCUOLA ELEMENTARE CHE VIETA AI BIMBI IL RAMADAN

Per i dirigenti scolastici, i piccoli si debilitano troppo a restare per 18 ore senza acqua né cibo

MILENA CASTIGLI
GRAN BRETAGNA, E' POLEMICA PER LA SCUOLA ELEMENTARE CHE VIETA AI BIMBI IL RAMADAN
GRAN BRETAGNA, E' POLEMICA PER LA SCUOLA ELEMENTARE CHE VIETA AI BIMBI IL RAMADAN
È polemica nel Regno Unito per una scuola elementare di Leyton, quartiere a est di Londra, che ha chiesto alle famiglie musulmane - tramite lettera - di non far digiunare i propri figli durante il Ramadan, che partirà la prossima settimana. "Come scuola abbiamo il dovere di tutelare il benessere dei bambini pur riconoscendo il valore delle tradizioni religiose” scrivono dall'istituto. I dirigenti hanno ricordato, a quanti hanno chiesto spiegazioni per l'inusuale richiesta che, negli anni passati, diversi minori erano svenuti o si erano sentiti male a causa della denutrizione e della disidratazione poiché, durante il Ramadan,si rimane senza cibo né acqua per almeno 18 ore al giorno.Troppo, secondo gli educatori, per un bimbo di neppure 10 anni.

"Sappiamo bene che secondo la legge islamica i bambini non sono obbligati a digiunare per il Ramadan, lo sono solo quando diventano adulti, anche se non c'è un vero limite d'età", sottolineano il preside e le insegnati. "Un digiuno troppo duro per un bambino", dice la Barclay Primary School, che allargherà il divieto anche ad altre tre scuole sotto la stessa direzione, la Sybourn Primary School e la Thomas Gamuel Primary School di Waltham Forest, così come la Brook House Primary School del quartiere di Haringey. L’associazione degli islamici britannici (la Muslim Association of Britain) ha risposto duramente alla lettera, sostenendo che la decisione se far digiunare o meno i bambini spetta "alle famiglie e non alle scuole". una polemica che non mancherà di accendere. anche nel super "politically correct" Regno Unito, un vivace dibattito.
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.
Facebook Twitter Google + Scrivici Scrivici
Commenti

Gentile lettore, 

la redazione si riserva di approvare i commenti prima della loro pubblicazione. 

Fai una donazione
Vuoi essere aggiornato?
NEWS
L’albero di Natale Prosecco Doc a Venezia
FEDERALBERGHI

Tra Natale e Capodanno 15 milioni di italiani in viaggio

Il giro d’affari complessivo sarà di 9,9 miliardi di euro
L'incontro con Uspi e Fisc
INCONTRO CON USPI E FISC

"Non cadete nei peccati della comunicazione"

Il Papa ha ricordato che la piccola editoria difende dai "polveroni mediatici"
Il Papa incontra Acr
AZIONE CATTOLICA RAGAZZI

Il Papa: "Fissate l'obiettivo sulle periferie"

Udienza del Pontefice ad Acr: "Siate buoni fotografi della realtà che vi circonda"
Una partecipante al corteo pro migranti a Roma
ROMA

Corteo pro migranti: "Diritti senza confine"

Gli organizzatori: "Oltre 15 mila partecipanti"
Il cardinale Camillo Ruini
BIOTESTAMENTO

Card. Ruini: “Così si apre all’eutanasia”

Il porporato intervistato su Repubblica
I coniugi Sherman
TORONTO

Trovato morto il "re" del farmaco generico

Le condoglianze del premier Trudeau