Evangelizzare, un servizio d’amore che nasce dallo Spirito

ULTIMO AGGIORNAMENTO 14:57

Se evangelizzare è un servizio d’amore, occorre un nuovo slancio di fede per riaffermare il protagonismo dei cristiani oggi, con un linguaggio più spirituale e con una presenza missionaria nella società umana frutto di un discernimento più ampio e mirato”. È il messaggio della 43esima Conferenza Nazionale Animatori del Rinnovamento nello Spirito Santo, in programma al Palacongressi di Rimini da giovedì 31 ottobre a domenica 3 novembre, ed è chiaro il messaggio che arriva dal Presidente Salvatore Martinez: serve una stagione nuova di protagonismo dei cattolici, ma che nasce dallo Spirito e non da progetti partoriti da ragionamenti mondani e di breve durata. Il momento particolare dell’incontro riminese coincide con la chiusura del Mese Missionario Straordinario, voluto da Papa Francesco a livello mondiale, che nello specifico ha visto il Rinnovamento declinarlo nel Pellegrinaggio Nazionale a Pompei, e il suo presidente Martinez nella doppia missione in Cina e in Moldavia, ma anche con le elezioni dei responsabili del Rinnovamento a tutti i livelli.

La conferenza

Sono poi numerose le personalità che hanno preso parte alla Conferenza, incentrata sul tema tratto dal Vangelo di Giovanni, “Tutti sapranno che siete mie discepoli se avrete amore gli uni per gli altri“: da padre Francesco Occhetta, gesuita redattore della Civiltà Cattolica, al francescano Paolo Benanti, docente alla Gregoriana ed esperto di nuove tecnologie, oppure il giurista presidente di Scienza e Vita Alberto Gambino, il presidente dell’Associazione italiana psicologi e psichiatri cattolici Tonino Cantelmi, i fondatori del Centro di formazione per la Pastorale familiare 'Betania' di Roma Claudio Gentili e Laura Viscardi. Sul palco della Sala Plenaria del Palacongressi, a fare da sfondo a gran parte degli interventi, compresi i due principali tenuti della biblista Rosanna Virgili e del teologo don Vito Impellizzeri, l’espressione “Evangelizzare è amare”, con cui Papa Francesco ha scelto di rivolgersi al Rinnovamento Carismatico Cattolico lo scorso giugno, in occasione della Vigilia di Pentecoste e dell’inaugurazione di Charis, il Servizio Internazionale di Comunione della grande famiglia dei carismatici cattolici, giunto a compimento dopo un cammino trentennale da parte dell’ICCRS e della Fraternità Cattolica.

Il senso della Pentecoste

L’evento, aperto dal coordinatore nazionale del RnS Mario Landi, è stato scandito anche dalle Celebrazioni Eucaristiche del Vescovo di Alessandria Guido Gallese, del Vescovo di Rimini Francesco Lambiasi, del Consigliere spirituale nazionale del RnS Guido Maria Pietrogrande, e per ultimo del Segretario Generale della Cei Stefano Russo. Lambiasi ha poi approfittato dell’occasione per annunciare ai presenti il tanto atteso termine del processo diocesano per la causa di beatificazione di don Oreste Benzi, e per la giovane Sandra Sabattini, la giovane nota come “la santa della porta accanto”. Il filo rosso degli interventi è il tema dell’evangelizzazione, e in particolare “Il Rinnovamento per una Cultura della Pentecoste”. “Pentecoste è tradurre nelle lingue del mondo il fuoco dello Spirito”, ha infatti spiegato dal palco la biblista Virgili, autrice della prima relazione, e molto applaudita dal pubblico, che tra le altre cose ha messo in guardia dal rischio sempre attuale di “rendere il nostro Dio, che è spirituale e non si può tradurre in una statua, un idolo”. Mentre al contrario “la Pentecoste perenne è responsabilità di un annuncio”, e “ci chiede il coraggio di rompere tutti gli apparati ipocriti”, di “essere partecipi della vita del nostro popolo”, ha spiegato la docente dell’Istituto Teologico Marchigiano.

Un miracolo d'amore

Le domande poste in filigrana tra i partecipanti, tuttavia, risuonano fin dal saluto introduttivo di Salvatore Martinez, e hanno pervaso tutte le riflessioni svoltesi nei vari momenti della Conferenza, per non parlare delle nottate passate a turni in adorazione eucaristica: a che punto è, oggi, in una società sempre alle prese con la frammentazione e l’incertezza, in una quotidianità che ci mette continuamente alla prova, l’effusione dello Spirito? E l’amore che porta al servizio viene dallo Spirito, oppure accade di ritrovarsi dentro una spinta “moribonda e non autentica?”. “Evangelizzare è voce del verbo amare, voce del verbo servire, con amore e per amore. Fuori da questa verità non c’è storia”, è la risposta offerta Martinez, mentre sottolinea che il cammino che il Rinnovamento compie ogni giorno va esplicitamente in questa direzione, consapevoli di rappresentare “un miracolo d’amore, oltre ogni infedeltà e inadeguatezza umana”.

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.