LUNEDÌ 22 GIUGNO 2015, 13:14, IN TERRIS

EGITTO, IL PATRIARCA COPTO ORTODOSSO RICEVE LA DELEGAZIONE DELLA CINA POPOLARE

Nel programma della visita anche incontri con i vertici dell'Università islamica di al- Azhar

MILENA CASTIGLI
EGITTO, IL PATRIARCA COPTO ORTODOSSO RICEVE LA DELEGAZIONE DELLA CINA POPOLARE
EGITTO, IL PATRIARCA COPTO ORTODOSSO RICEVE LA DELEGAZIONE DELLA CINA POPOLARE
Segnali di apertura religiosa da parte della Cina comunista. Una delegazione guidata da Wang Zuo'an, direttore dell'Amministrazione statale per gli affari religiosi della Repubblica popolare cinese (SARA), è stata ricevuta il 18 giugno scorso dal Patriarca copto ortodosso Tawadros II presso la sede patriarcale cairota di San Marco. Durante l’incontro, Tawadros ha esposto brevemente la vicenda storica della Chiesa copta, i suoi rapporti – definiti “buoni” - con la società egiziana, con la comunità islamica e con le istituzioni statali, e ha parlato anche della comunità di famiglie di copti immigrati che risiedono in Cina.

Il capo della delegazione cinese ha invece parlato della pluralità delle comunità religiose presenti in Cina. Il governo cinese si dichiara formalmente "laico" e in quanto tale non riconosce alcuna religione come "di Stato". Le religioni ufficialmente riconosciute sono cinque: il Buddismo, il Taoismo, il Protestantesimo, il Cattolicesimo e l'Islam. L'articolo 36 della Costituzione cinese stabilisce la libertà di credo religioso, bandendo e proibendo qualsiasi forma di intolleranza e coercizione. Il quadro del Paese è tuttavia più complesso e spesso le minoranze religiose vengono ostacolate.

Lo scopo del viaggio in Egitto, secondo Zuo'an, è quello di approfondire la conoscenza della nazione nord-africana sotto il profilo religioso e trovare occasioni di dialogo e collaborazione con le autorità e le istituzioni religiose egiziane. A promuovere la visita nel Paese dei Faraoni è stato Mounir Hanna, Arcivescovo della Chiesa anglicana d'Egitto. Nel programma della visita sono stati inseriti anche incontri con i rappresentanti del ministero egiziano per gli affari religiosi e con i vertici dell'Università islamica di al- Azhar.
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.
Facebook Twitter Google + Scrivici Scrivici
Commenti

Gentile lettore, 

la redazione si riserva di approvare i commenti prima della loro pubblicazione. 

Fai una donazione
Vuoi essere aggiornato?
NEWS
VITERBO

Anziani coniugi trovati morti in casa

La coppia era stata avvolta nel cellophane. Ricercato il figlio che viveva con loro
COPPA ITALIA

Fiorentina e Milan, tris per i quarti

Stese Samp e Verona (3-2 e 3-0): derby al prossimo turno per Gattuso. Forte contestazione a Donnarumma
Giuseppe Sala
EXPO 2015

Sala accusato di concorso in abuso d'ufficio

Al sindaco di Milano è stato contestato il reato in relazione al capitolo "verde" dell'appalto per la...
Silvio Berlusconi
RISCHIO STRAPPO

Berlusconi: "Salvini? Fa i capricci"

Il leader del Carroccio duro dopo il 'no' di Forza Italia alle legge sui reati gravissimi: "Stop agli...
Pesante sentenza di condanna per un giovane marocchino
TORINO

Sei anni al jihadista "della porta accanto"

Marocchino condannato per terrorismo
Il procuratore Verzera
CATANIA

Anziane sorelle massacrate in casa

Uccise a coltellate. Si segue la pista della rapina
Miliziani dell'Isis
GENOVA

Istigazione al terrorismo, tunisino indagato

Sulla sua pagina Facebook foto e video inneggianti all'Isis
Senato
BIOTESTAMENTO

Si va verso l'approvazione della legge

Passano i primi articoli. Centro Studi Livatino: "Sigillo funesto a un Paese che sta scomparendo"