VENERDÌ 03 MARZO 2017, 11:11, IN TERRIS

Egitto, al Azhar: "Principio di cittadinanza e Stato di diritto contro le discriminazioni religiose"

La “Dichiarazione di reciproca coesistenza islamo-cristiana" frutto del convegno su “libertà, cittadinanza, diversità e integrazione”

MILENA CASTIGLI
Egitto, al Azhar:
Egitto, al Azhar: "Principio di cittadinanza e Stato di diritto contro le discriminazioni religiose"
Al termine dei due giorni di convegno e conferenza su “libertà, cittadinanza, diversità e integrazione”, organizzato al Cairo dall'Università sunnita di al Azhar e dal Consiglio dei saggi musulmani è stata sottoscritta la “Dichiarazione di reciproca coesistenza islamo-cristiana".

Avallata dagli oltre 600 delegati (politici, accademici, leader religiosi cristiani e musulmani) partecipanti alla conferenza, provenienti da 50 Paesi diversi, la Dichiarazione condanna l'uso della violenza in nome della religione e indica nel principio di cittadinanza il criterio principe per garantire la pacifica convivenza tra persone appartenenti a diverse fedi religiose.

Sheikh Ahmed al Tayyib, Grande Imam di Al Azhar,  nell'intervento finale ha spiegato la necessità di applicare i principi di cittadinanza, uguaglianza e Stato di diritto per contrastare discriminazioni e maltrattamenti subiti dalle minoranze. Il Grande Imam ha respinto le pratiche sociali e giuridiche che configurano “doppi standard”, discriminando i cittadini sulla base della loro appartenenza o meno all'islam.

Al Tayyib, nell'intervento inviato all'Agenzia Fides, ha anche ribadito l'incompatibilità tra l'autentico islam e gli atti persecutori nei confronti dei credenti non musulmani, rimarcando però che la difesa delle libertà dei cittadini è compito riservato agli Stati nazionali, e nessuna entità, religiosa o di altra natura, deve interferire con i legittimi governi nazionali.
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.
Facebook Twitter Google + Scrivici Scrivici
Commenti

Gentile lettore, 

la redazione si riserva di approvare i commenti prima della loro pubblicazione. 

Fai una donazione
Vuoi essere aggiornato?
NEWS
Il sottomarino argentino Ara San Juan
ARGENTINA

Nessuna traccia del sottomarino Ara San Juan

Scomparso da due giorni, a bordo 44 uomini
La struttura in cui è rimasto ferito il clochard
AVELLINO

Molotov contro un rifugio di clochard

Senzatetto ucraino ustionato alle gambe
Jost Sustermans, Ritratto di Galileo, 1636, olio su tela, Firenze, Galleria degli Uffizi (particolare)
PADOVA

Galileo: in mostra il genio che ha ridisegnato l'universo

Dal 18 novembre 2017 al 18 marzo 2018 a Palazzo Monte di Pietà
MORTE RIINA

La Cei: "Nessun funerale pubblico per il boss"

Lo ha confermato il portavoce, don Maffeis: "Ricordo la scomunica del Papa ai mafiosi"
Carles Puigdemont
CATALOGNA

Puigdemont, sull'estradizione si decide il 4 dicembre

Il giudice rinvia al mese prossimo la decisione sul mandato d'arresto europeo. L'ex presidente resta in Belgio
DIFESA DELLA VITA NASCENTE

Aborto: una campagna per informare le donne

La rilancia l'Associazione ProVita proprio mentre a Roma spuntano manifesti sul tema