MERCOLEDÌ 05 LUGLIO 2017, 18:07, IN TERRIS

Dalla Cei 13 milioni di euro per finanziare progetti per lo sviluppo dei Paesi più poveri

La formazione, il reinserimento socio-professionale, miglioramento dei servizi sanitari: sono questi alcuni degli ambiti su cui saranno focalizzati i progetti

AUTORE OSPITE
Dalla Cei 13 milioni di euro per finanziare progetti per lo sviluppo dei Paesi più poveri
Dalla Cei 13 milioni di euro per finanziare progetti per lo sviluppo dei Paesi più poveri
Oltre 13 milioni di euro sono stati stanziati dalla Conferenza episcopale italiana (Cei) per finanziare 115 progetti del comitato per gli interventi caritativi a favore dei Paesi del terzo mondo.

Gli ambiti di azione


Formazione, reinserimento socio-professionale, miglioramento dei servizi sanitari: sono questi gli ambiti su cui saranno focalizzati i progetti finanziati grazie ai fondi provenienti dall'8 per mille. L'importo dello stanziamento sarà ripartito tra le diverse iniziative individuate dal comitato: 89 in Africa; 12 in America latina; 13 in Asia; una in Medio oriente.

I progetti in Africa


Tra i progetti in Africa - viene evidenziato in un report diffuso dalla Cei, come riferito dall'Osservatore Romano - è stata segnalata l'edificazione di un sistema di approvvigionamento idrico per i residenti del centro di recupero per persone dipendenti da alcool, droga e fumo di Gouyalé-Tougan in Burkina Faso e la costruzione della scuola di formazione "Pace e diritti umani" nel territorio di Bujumbura, in Burundi.Inoltre, verrà realizzato un centro per la reintegrazione socio-economica dei giovani vittime dell'espulsione e della pulizia etnica a Mweka, nella Repubblica Democratica del Congo, e il consolidamento delle attività dell'ospedale Regina Pacis in Togo, in particolare quelle volte a ridurre la mortalità infantile, quella materna e a combattere l'aids.

I piani di lavoro in America latina


Per quanto riguarda, invece, i 12 piani di lavoro che prenderanno l'avvio in America latina, spiccano la sensibilizzazione ambientale e la formazione della comunità degli Yungas, in Bolivia, attraverso la riforestazione di 75 ettari, e l'accompagnamento al reinserimento socio-professionale dei ragazzi di strada di Haiti. A questi interventi si aggiunge la campagna di durata triennale denominata "Liberi di partire, liberi di restare", a cui la Cei ha destinato 30 milioni di euro dai fondi dell'8 per mille. La strategia di intervento prevede azioni sulle rotte dei migranti a partire dalle realtà locali nei paesi di origine, in quelli di transito e in Europa. Tra i beneficiari privilegiati soprattutto i minori e le loro famiglie, le vittime della tratta e le fasce più deboli.
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.
Facebook Twitter Google + Scrivici Scrivici
Commenti

Gentile lettore, 

la redazione si riserva di approvare i commenti prima della loro pubblicazione. 

Fai una donazione
Vuoi essere aggiornato?
NEWS
Marte, il cratere Schiaparelli
ROMA | MOSTRA RED HOPE

I paesaggi di Marte diventano opere d'arte

Per la realizzazione di queste opere, l'artista ha utilizzato i telai dei laboratori artigianali di un villaggio indiano nei...
Vigili del fuoco in India
INDIA

Scoppia un incendio in fabbrica: almeno 10 morti

Nel 2013, scondo l'Ilo, su un totale di 402 milioni di lavoratori, ci sono stati oltre 40 mila incidenti mortali sui luoghi...
Alessandro Di Battista
LA DECISIONE

Di Battista lascia: "Ma resto nel M5s"

Uno dei maggiori leader pentastellati esce dai palazzi: "Voglio scrivere e girare il mondo". E i militanti già...
La cancelliera Angela Merkel

Governare

La Cancelliera Merkel sicuramente butterà la spugna: ha avuto l’incarico per formare il governo, ma sta...
Alessio Cerci in azione
SERIE A

Okwonkwo-Donsah rimontano il Verona: il Bologna respira

Il monday-night va ai felsinei: scaligeri avanti due volte ma rimontati e superati. E' il quinto k.o. di fila
Sede dell'Ema
UNIONE EUROPEA

Milano beffata: l'Ema va ad Amsterdam

Pari al ballottaggio. La capitale olandese prevale nel sorteggio. L'Eba a Parigi