VENERDÌ 03 APRILE 2015, 23:30, IN TERRIS

"CRISTIANI PERSEGUITATI E UCCISI NEL SILENZIO COMPLICE"

Dinanzi a migliaia di fedeli riuniti al Colosseo per la Via Crucis del venerdì santo il Papa ha ricordato le ferite del crocifisso e dell’umanità

STEFANO CICCHINI
"CRISTIANI PERSEGUITATI E UCCISI NEL SILENZIO COMPLICE"
“Adesso torniamo a casa col ricordo di Gesù, della sua passione, del suo grande amore, e anche con la speranza della sua gloriosa resurrezione”. Sono queste le parole con le quali Papa Francesco ha concluso la Via Crucis al Colosseo. Dinanzi a migliaia di fedeli il Santo Padre ha ricordato le ferite del crocifisso e dell’umanità, in particolare i cristiani perseguitati e le vittime della violenza. “Nella tua obbedienza alla volontà del Padre – ha affermato – noi ci accorgiamo della nostra ribellione e disobbedienza. In te venduto e crocifisso vediamo i nostri consueti tradimenti e quotidiane infedeltà, nel tuo viso sfigurato vediamo la brutalità dei nostri peccati, la crudeltà del nostro cuore e azioni”.

Il Pontefice ha ricordato “tutti gli abbandonati dai familiari, dalla società, dall’attenzione e dalla solidarietà”. “Nel tuo corpo sacrificato, squarciato e dilaniato – ha soggiunto – noi vediamo i corpi dei nostri fratelli abbandonati lungo le strade, sfigurati dalla nostra negligenza e dalla nostra indifferenza”. Vediamo ancora oggi, ha osservato, i “nostri fratelli perseguitati, decapitati e crocifissi per la loro fede in te, sotto i nostri occhi o spesso con il nostro silenzio complice”. Il vescovo di Roma ha concluso con un’ultima invocazione: “Insegnaci che il Venerdì Santo è strada verso la Pasqua della luce. Insegnaci che Dio non dimentica mai nessuno dei suoi figli e non si stanca mai di perdonarci e di abbracciarci con la sua infinita misericordia, ma insegnaci anche a non stancarci mai di chiedere perdono e di credere nella misericordia senza limiti del Padre”.
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.
Facebook Twitter Google + Scrivici Scrivici
Commenti

Gentile lettore, 

la redazione si riserva di approvare i commenti prima della loro pubblicazione. 

Fai una donazione
Vuoi essere aggiornato?
NEWS
L’albero di Natale Prosecco Doc a Venezia
FEDERALBERGHI

Tra Natale e Capodanno 15 milioni di italiani in viaggio

Il giro d’affari complessivo sarà di 9,9 miliardi di euro
L'incontro con Uspi e Fisc
INCONTRO CON USPI E FISC

"Non cadete nei peccati della comunicazione"

Il Papa ha ricordato che la piccola editoria difende dai "polveroni mediatici"
Il Papa incontra Acr
AZIONE CATTOLICA RAGAZZI

Il Papa: "Fissate l'obiettivo sulle periferie"

Udienza del Pontefice ad Acr: "Siate buoni fotografi della realtà che vi circonda"
Una partecipante al corteo pro migranti a Roma
ROMA

Corteo pro migranti: "Diritti senza confine"

Gli organizzatori: "Oltre 15 mila partecipanti"
Il cardinale Camillo Ruini
BIOTESTAMENTO

Card. Ruini: “Così si apre all’eutanasia”

Il porporato intervistato su Repubblica
I coniugi Sherman
TORONTO

Trovato morto il "re" del farmaco generico

Le condoglianze del premier Trudeau