VENERDÌ 03 APRILE 2015, 23:30, IN TERRIS

"CRISTIANI PERSEGUITATI E UCCISI NEL SILENZIO COMPLICE"

Dinanzi a migliaia di fedeli riuniti al Colosseo per la Via Crucis del venerdì santo il Papa ha ricordato le ferite del crocifisso e dell’umanità

STEFANO CICCHINI
Facebook Twitter Copia Link Invia Scrivici
"CRISTIANI PERSEGUITATI E UCCISI NEL SILENZIO COMPLICE"
“Adesso torniamo a casa col ricordo di Gesù, della sua passione, del suo grande amore, e anche con la speranza della sua gloriosa resurrezione”. Sono queste le parole con le quali Papa Francesco ha concluso la Via Crucis al Colosseo. Dinanzi a migliaia di fedeli il Santo Padre ha ricordato le ferite del crocifisso e dell’umanità, in particolare i cristiani perseguitati e le vittime della violenza. “Nella tua obbedienza alla volontà del Padre – ha affermato – noi ci accorgiamo della nostra ribellione e disobbedienza. In te venduto e crocifisso vediamo i nostri consueti tradimenti e quotidiane infedeltà, nel tuo viso sfigurato vediamo la brutalità dei nostri peccati, la crudeltà del nostro cuore e azioni”.

Il Pontefice ha ricordato “tutti gli abbandonati dai familiari, dalla società, dall’attenzione e dalla solidarietà”. “Nel tuo corpo sacrificato, squarciato e dilaniato – ha soggiunto – noi vediamo i corpi dei nostri fratelli abbandonati lungo le strade, sfigurati dalla nostra negligenza e dalla nostra indifferenza”. Vediamo ancora oggi, ha osservato, i “nostri fratelli perseguitati, decapitati e crocifissi per la loro fede in te, sotto i nostri occhi o spesso con il nostro silenzio complice”. Il vescovo di Roma ha concluso con un’ultima invocazione: “Insegnaci che il Venerdì Santo è strada verso la Pasqua della luce. Insegnaci che Dio non dimentica mai nessuno dei suoi figli e non si stanca mai di perdonarci e di abbracciarci con la sua infinita misericordia, ma insegnaci anche a non stancarci mai di chiedere perdono e di credere nella misericordia senza limiti del Padre”.
Spazio al lettore: per commentare questo articolo scrivi a direttore@interris.it

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.
Commenti

Gentile lettore, 

la redazione si riserva di approvare i commenti prima della loro pubblicazione. 

Fai una donazione
Vuoi essere aggiornato?
NEWS
TREVISO

Morta dopo aver scelto una chemio non invasiva per partorie

La notizia del tumore al seno durante la gravidanza. Le cure meno forti le consentono di diventare madre, ma muore tre mesi dopo
TASSE

Fino al 25 ottobre è possibile integrare il proprio “730”

Nel caso si sia dimenticata una deduzione o una detrazione, si ricorre al modello integrativo. Per i rimborsi o le compensazioni...
La vittima, Melissa Trotter, e a dx Larry Swearingen
USA

Pena di morte, nuova esecuzione in Texas

Le ultime parole del condannato: "Perdonali, non sanno quello che fanno"
L'epicentro del sisma
LAZIO

Terremoto, scossa nel Tirreno vicino Roma

Non sono stati riportati danni a cose e persone né sulla costa né nella Capitale
Ufficio comunale chiuso
PUBBLICA AMMINISTRAZIONE

Quota 100: oltre 10mila domande nella Pa

E' boom di richieste di pensionamento ma è allarme "rimpiazzi" in comuni e ospedali
Carabinieri del Ros in azione
GIARDINI NAXOS

Ndrangheta: arrestato il latitante Riitano

Era ricercato per traffico internazionale di stupefacenti ed altro