LUNEDÌ 11 MAGGIO 2015, 18:30, IN TERRIS

COSTRUISCE CHIESE IN PAKISTAN, MINACCE A UN LEADER CRISTIANO

Javed David, della Hope for the light ministries ha denunciato l'accaduto ad AsiaNews

AUTORE OSPITE
COSTRUISCE CHIESE IN PAKISTAN, MINACCE A UN LEADER CRISTIANO
COSTRUISCE CHIESE IN PAKISTAN, MINACCE A UN LEADER CRISTIANO
"Sappiamo quello che state facendo qui. Smettetela di costruire chiese. Convertitevi all'islam, che è una vera religione. Altrimenti diventerete degli orribili esempi". E' solo un esempio delle minacce che dal mese di febbraio sta ricevendo Javed David, un leader cristiano di Lahore, in Pakistan, che fa parte dell'associazione cristiana "Hope for the Light Ministries".

A minacciare lui e i suoi collaboratori, è un gruppo di "estremisti sconosciuti", contrari al suo impegno nel costruire luoghi di culto per le popolazioni povere. L'ultimo episodio risale alla vigilia di Pasqua, il 4 aprile, quando si è recato ad un incontro alla chiesa di Sheikhupura insieme ai suoi collaboratori. Una volta saliti in auto per rientrare a casa, due uomini in moto, con il volto coperto, li hanno avvicinati e minacciati di smettere di costruire chiese.

Un'episodio molto simile si è verificato lo scorso 22 febbraio, quando sempre due uomini in moto gli hanno lanciato all'interno dell'auto un bigliettino con su scritto "Questa è una nazione islamica. Non possiamo permettere di costruire chiese. O vi convertite all'Islam, o lasciate il Paese. Smettetela di costruire chiese, o ne pagherete le conseguenze".

Ata-ur-Rehman Saman, collaboratore di Javed, ha raccontato ad Asianews che in passato hanno incontrato delle resistenze al momento dell'acquisto dei territori da destinare alla costruzione delle chiese, ma che poi il tutto si era risolto pacificamente, tanto che il capo della madrassa aveva deciso di partecipare all'evento e di posare la prima pietra. "Entrambe le comunità vivono in pace qui - ha dichiarato l'uomo - anche se stiamo assistendo a un aumento degli episodi di intolleranza religiosa".

"Io e la mia famiglia siamo spaventati e preoccupati - ha detto Javed David - poiché continuo a ricevere minacce. Dove potremmo andare per avere libertà religiosa? Questo è il nostro Paese, viviamo qui da generazioni. Dopo la tragedia di Youhanabad le circostanze sono cambiate e c'è più paura. Io ho dedicato la mia vita a Cristo e continuerò a servire il suo popolo, qualunque cosa accada".
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.
Facebook Twitter Google + Scrivici Scrivici
Commenti

Gentile lettore, 

la redazione si riserva di approvare i commenti prima della loro pubblicazione. 

Fai una donazione
Vuoi essere aggiornato?
NEWS
Facebook

Tasse e Facebook: cosa c'è da sapere

Una notizia importante, forse “la” notizia che si inserisce nel dibattito attuale sull’imposizione...
INDONESIA

Sisma di 6.5 a Giava: morti e crolli

L'epicentro a 92 km dalla superficie: panico e gente in strada. Non è ancora chiara l'entità dei danni
No Tav da Eataly - © Il Giornale
MILANO

Assalto No Tav contro Eataly

50 attivisti spintonano i camerieri e urlano: "Studiare e lavorare è un ricatto"
La Suprema Corte australiana
AUSTRALIA

Rapporto sulla pedofilia, "una tragedia nazionale"

Presentate 409 raccomandazioni tra cui quella di rivedere il segreto della confessione e il celibato dei preti
Joe Biden
AUDIZIONI AL COPASIR

"Nessuna ingerenza russa": 007 italiani smentiscono Biden

L'ex vicepresidente Usa parlava di interferenze nella campagna per il referendum costituzionale
Assemblea regionale siciliana
PRESIDENZIALI ARS

Deficit di un voto, Micciché sfiora la nomina

Doppia fumata nera: rinviata a domani l'elezione del presidente dell'Assemblea siciliana