Così la Curia Romana vivrà la Quaresima

ULTIMO AGGIORNAMENTO 18:31

Prenderanno il via il prossimo 10 marzo e si concluderanno il 15 marzo, gli esercizi spirituali della Curia Romana. Per condurre le meditazioni di questo importante appuntamento di inizio Quaresima, in programma alla Casa del Divin Maestro di Ariccia, Papa Francesco ha chiamato un padre benedettino olivetano. 

Ecco chi guiderà le meditazioni

Si tratta di don Bernardo Francesco Maria Gianni, abate dell'abazia di San Miniato al Monte di Firenze. La notizia, anticipata da alcuni quotidiani, è stata confermata dalla Sala Stampa Vaticana. Nato a Prato nel 1968, Padre Bernardo è priore di San Miniato dal 2009, abate dal 2015. E' stato membro della giunta del Comitato preparatorio del quinto Convegno nazionale della Chiesa italiana che si è tenuto a Firenze nel 2015, con la visita del Papa il 10 novembre. Durante il periodo deglie sricizi spirituali, il Pontefice interromperà tutte le udienze, compresa l'udienza genereale di mercoledì 13 marzo, sesto anniversario della sua elezione. 

I temi delle meditazioni 

Il tema degli esercizi spirituali sarà “La città degli ardenti desideri. Per sguardi e gesti pasquali nella vita del mondo“. Gli esercizi inizieranno domenica 10 marzo alle ore 16.00. Da lunedì a giovedì ci saranno due meditazioni al giorno, una la mattina alle 10 e una al pomeriggio alle 16.30. Venerdì 15 marzo ci sarà soltanto la meditazione della mattina, poi il rientro in Vaticano. Il ritiro si apre ogni giorno con la Messa e si conclude con i vespri e l'adorazione eucaristica. 

Ecco i temi delle 10 meditazioni: “Siamo qui per questo” (introduzione di domenica); “Il sogno di La Pira” e “Siamo qui per ravvivarne col nostro alito le braci” (lunedì); “Il presente di infami, di sangue, di indifferenza” e “Ricordate?” (martedì); “Gli ardenti desideri” e “Le sue bandiere di pace e d'amicizia” (mercoledì); “Stringiamoci la mano” e “Stellò forte la notte” (giovedì); “La città posta sul monte” (conclusione di venerdì). 

 

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.