DOMENICA 10 MAGGIO 2015, 004:45, IN TERRIS

CHIESA INDIANA AL SERVIZIO DEI TERREMOTATI DEL NEPAL

Il presidente della Conferenza episcopale lancia un appello a tutto il clero cattolico, per incoraggiare laici e persone di buona volontà a fare donazioni volontarie

DON MARCO MONDELCI
CHIESA INDIANA AL SERVIZIO DEI TERREMOTATI DEL NEPAL
CHIESA INDIANA AL SERVIZIO DEI TERREMOTATI DEL NEPAL
La Caritas India partecipa alle operazioni di recupero e soccorso in Nepal, il Paese colpito nuovamente dal sisma. Da diversi giorni Caritas India è sul posto per partecipare alle operazioni di recupero e soccorso. La Chiesa cattolica indiana infatti è stata tra i primi a esprimere la sua solidarietà al popolo nepalese e ha offrire preghiere e condoglianze a tutti quelli che hanno perso vite e proprietà a causa del sisma

"A nome della Chiesa cattolica dell’India, mi rivolgo alla coscienza di vescovi, sacerdoti, suore e religiosi affinché incoraggino la comunità dei fedeli, le istituzioni e le persone di buona volontà a fare donazioni volontarie a questa emergenza umanitaria". È l'appello lanciato dal cardinale Mar Baselios Cleemis Thottunkal, presidente della Conferenza episcopale dell’India (Cbci), per esprimere solidarietà e sostegno alle vittime del terremoto che ha devastato il Nepal.

Dopo la devastante scossa del 25 aprile di magnitudo 7.8, un'altra di magnitudo 4.9 è stata registrata venerdì scorso. Una serie continua di movimenti tellurici d’assestamento stanno facendo tremare il Paese, terrorizzando la popolazione. È proprio in questa seconda fase che si stanno registrando le perdite e i danni più imponenti, molti antichi monumenti e luoghi sacri stanno infatti cedendo. A questo si sono aggiunte le piogge, che hanno reso difficili le operazioni di aiuto e accresciuto la paura per il diffondersi di malattie. Molte persone vivono all’aperto, senza neanche una tenda "sopra il capo". L’acqua potabile inizia a scarseggiare e si teme soprattutto per i bambini, i più vulnerabili a possibili epidemie.

Le Ong che operano in Nepal lanciano inoltre l'allarme per il rischio di traffico di esseri umani in questa situazione di grande disagio. Sfruttatori alla ricerca di giovani donne, spacciandosi per soccorritori, potrebbero infatti recarsi nelle zone devastate dal sisma per rapire ragazze e costringerle a prostituirsi in diversi parti dell'Asia. Anche la Caritas Italiana è accanto alle sofferenze della popolazione e chiede un sostegno ai suoi progetti di primo intervento.
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.
Facebook Twitter Google + Scrivici Scrivici
Commenti

Gentile lettore, 

la redazione si riserva di approvare i commenti prima della loro pubblicazione. 

Fai una donazione
Vuoi essere aggiornato?
NEWS
Pesante sentenza di condanna per un giovane marocchino
TORINO

Sei anni al jihadista "della porta accanto"

Marocchino condannato per terrorismo
Il procuratore Verzera
CATANIA

Anziane sorelle massacrate in casa

Uccise a coltellate. Si segue la pista della rapina
Miliziani dell'Isis
GENOVA

Istigazione al terrorismo, tunisino indagato

Sulla sua pagina Facebook foto e video inneggianti all'Isis
Senato
BIOTESTAMENTO

Si va verso l'approvazione della legge

Passano i primi articoli. Centro Studi Livatino: "Sigillo funesto a un Paese che sta scomparendo"
Un dipendente Ryanair
RYANAIR

Calenda: "Lettera indegna", il Garante: "Incostituzionale"

Il ministro: "Chi è sul mercato deve rispettare le regole". Furlan: "Compagnia arrogante"
Arte sacra, Calabria
ARTE SACRA

La Calabria della fede raccontata in un libro

Il volume raccoglie 173 santuari in altrettante schede con contenuti iconografici, bibliografici e archivistici
Il ciclista Chris Froome
CICLISMO

Chris Froome positivo al doping

Trovate tracce superiori al consentito di salbutamolo. Ad annunciarlo l'Uci
Il logo di Confindustria
CONFINDUSTRIA

"Il Pil cresce, Italia al bivio dopo il voto"

Il Centro studi rivede al rialzo le stime del 2018 ma avverte: "C'è il rischio arretramento"