SABATO 02 MAGGIO 2015, 000:01, IN TERRIS

BUDDISMO, AUGURI DAL VATICANO PER LA FESTA DEL VESAKH

Nel messaggio a firma del cardinale presidente Jean-Louis Tauran e del segretario mons. Miguke Angel Ayuso Guixot, si invita alla collaborazione interreligiosa per sconfiggere le schiavitù dei nostri giorni

DON MARCO MONDELCI
BUDDISMO, AUGURI DAL VATICANO PER LA FESTA DEL VESAKH
BUDDISMO, AUGURI DAL VATICANO PER LA FESTA DEL VESAKH
Tra pochi giorni si celebrerà la festa buddista del Vesakh, in cui si commemorano tre eventi significativi della vita di Gautama Buddha: nascita, illuminazione e morte. "Questa è l’occasione per farci prossimi a coloro che soffrono e per rinnovare il nostro impegno a portare a loro conforto e felicità attraverso atti di amicizia e compassione" è quanto sottolinea il messaggio di auguri del Pontificio Consiglio per il Dialogo Interreligioso rivolto ai buddisti in occasione di questa festività.

"Preghiamo affinché la vostra celebrazione del Vesakh, che comprende anche un particolare sforzo per portare felicità a chi è meno fortunato in mezzo a noi, possa essere un momento di approfondimento sulle modalità di collaborazione tra noi affinché non ci siano più schiavi, ma fratelli e sorelle che vivono in fraternità, bontà e compassione per tutti". Nel documento, a firma del cardinale presidente Jean-Louis Tauran e del segretario mons. Miguke Angel Ayuso Guixot, si ricordano le parole di Papa Francesco che invitano a superare l’indifferenza e l’ignoranza per sconfiggere le schiavitù dei nostri giorni e in particolare il traffico di esseri umani.

"Cari amici, - sottolinea il messaggio - condividiamo la convinzione che la schiavitù moderna e il traffico di esseri umani sono crimini gravi, ferite aperte sul corpo della società contemporanea. In una sezione dell’ "Ottuplice sentiero" il Buddha dichiara che il commercio di esseri viventi, compresi schiavi e prostitute, è una delle cinque occupazioni nelle quali non ci si deve impegnare (AN 5,177). Egli insegna a procacciarsi i beni pacificamente, con onestà e con mezzi legali, senza coercizione, violenza né inganno, e con mezzi che non provochino danni o sofferenze (cfr. AN 4,47; 5,41; 8,54). In questo modo, il buddismo promuove il rispetto per la vita e la libertà di ogni persona". Infine il documento conclude con un invito esplicito: "Come buddisti e cristiani, solleciti nel rispettare la vita umana, dobbiamo collaborare insieme perché si ponga fine a questa piaga".
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.
Facebook Twitter Google + Scrivici Scrivici
Commenti

Gentile lettore, 

la redazione si riserva di approvare i commenti prima della loro pubblicazione. 

Fai una donazione
Vuoi essere aggiornato?
NEWS
Facebook

Tasse e Facebook: cosa c'è da sapere

Una notizia importante, forse “la” notizia che si inserisce nel dibattito attuale sull’imposizione...
INDONESIA

Sisma di 6.5 a Giava: morti e crolli

L'epicentro a 92 km dalla superficie: panico e gente in strada. Non è ancora chiara l'entità dei danni
No Tav da Eataly - © Il Giornale
MILANO

Assalto No Tav contro Eataly

50 attivisti spintonano i camerieri e urlano: "Studiare e lavorare è un ricatto"
La Suprema Corte australiana
AUSTRALIA

Rapporto sulla pedofilia, "una tragedia nazionale"

Presentate 409 raccomandazioni tra cui quella di rivedere il segreto della confessione e il celibato dei preti
Joe Biden
AUDIZIONI AL COPASIR

"Nessuna ingerenza russa": 007 italiani smentiscono Biden

L'ex vicepresidente Usa parlava di interferenze nella campagna per il referendum costituzionale
Assemblea regionale siciliana
PRESIDENZIALI ARS

Deficit di un voto, Micciché sfiora la nomina

Doppia fumata nera: rinviata a domani l'elezione del presidente dell'Assemblea siciliana