DOMENICA 12 LUGLIO 2015, 002:00, IN TERRIS

BERGOGLIO IN PARAGUAY: “LA CORRUZIONE È LA CANCRENA DI UN POPOLO”

L’intensa giornata di Francesco è iniziata con la visita all’ospedale pediatrico “Niños de Acosta Ñú”

STEFANO CICCHINI
BERGOGLIO IN PARAGUAY: “LA CORRUZIONE È LA CANCRENA DI UN POPOLO”
BERGOGLIO IN PARAGUAY: “LA CORRUZIONE È LA CANCRENA DI UN POPOLO”
“Un incontro che sappia riconoscere che la diversità non solo è buona: è necessaria. L’uniformità ci annulla, ci trasforma in automi”. E’ quanto affermato da Papa Francesco nell’appuntamento con i rappresentanti della società civile del Paraguay radunati nel Palazzetto dello Sport “León Condou” di Asunción. Il Pontefice ha spiegato quanto sia importante, per i giovani, capire che “la vera felicità passa attraverso la lotta per un mondo più fraterno” e giusto. “La felicità e il piacere – ha sottolineato – non sono sinonimi” perché “la felicità richiede l’impegno e la dedizione”, esige “grandi ideali” per non vivere la vita come “anestetizzati”.

“Un aspetto fondamentale per promuovere i poveri – ha poi osservato ricordando che è necessario costruire una società più inclusiva – è nel modo in cui li vediamo. Non serve uno sguardo ideologico, che finisce per utilizzare i poveri al servizio di altri interessi politici o personali”. Fraternità, giustizia, pace, ha evidenziato a braccio, “sono parole concrete, non nominalismi, il nominalismo è un pericolo, se non sono parole concrete, non servono”. “Sapete – ha continuato – di quelle persone che fanno tanti discorsi, molto eloquenti, con tante parole, poi quando conosci la persona, capisci che per lui sono solo parole, e pensi: ‘che bugiardo’”. Infine l’appello contro la corruzione: “la corruzione è la cancrena, il marcio di un popolo”.

In mattinata il vescovo di Roma ha celebrato la Messa nel Santuario di Caacupé, dedicato all’Immacolata Concezione. Come Maria, ha affermato durante l’omelia, anche le donne e le madri paraguayane hanno vissuto situazioni molto difficili e hanno continuato a credere, anche “sperando contro ogni speranza”. “Dio benedica questa tenacia – ha soggiunto – Dio benedica e conforti la vostra fede, Dio benedica la donna paraguayana, la più gloriosa d’America”. La giornata del successore di Pietro era iniziata con la visita, ad Asunción, dell’ospedale pediatrico “Niños de Acosta Ñú”. Francesco aveva visitato tre reparti, vivendo un momento privato coi piccoli degenti, e poi aveva incontrato una rappresentanza della struttura ospedaliera.
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.
Facebook Twitter Google + Scrivici Scrivici
Commenti

Gentile lettore, 

la redazione si riserva di approvare i commenti prima della loro pubblicazione. 

Fai una donazione
Vuoi essere aggiornato?
NEWS
La missione Apollo 11
NASA

Sono online i dialoghi delle missioni Apollo

Le storiche frasi degli astronauti si possono riascoltare grazie ad un software ideato dai ricercatori texani
Esplosione in un impianto di stoccaggio di gas in Austria
AUSTRIA

Esplosione in un impianto di gas: 1 morto

Almeno 60 persone sono rimaste ferite
Medico in corsia (repertorio)
SCIOPERO DEI MEDICI

A rischio 40 mila interventi chirurgici

Incrociano le braccia in 134 mila. Lorenzin: "Sono al loro fianco"
Telefono in auto

Il rischio del telefono

Le norme draconiane annunciate per combattere l'uso del cellulare in auto, non si faranno perché la...
prostitute
PROSTITUZIONE

Cisl Campania contro la tratta

Una conferenza a Napoli per promuovere strumenti di contrasto al fenomeno
L'esultanza dei Granata
CALCIO | SERIE A

Lazio, Immobile-rosso: il Toro espugna l'Olimpico

I granata vincono 3-1 a Roma ma è furia biancoceleste per l'espulsione dell'attaccante
VAPRIO D'ADDA

Uccise ladro in casa: archiviata l'accusa di omicidio

Riconosciuta la legittima difesa a Francesco Sicignano: colpì a morte un giovane albanese nel 2015
Luigi Di Maio
FESTIVITÀ

Negozi chiusi a Natale,
Di Maio: "Famiglie più felici"

Il candidato premier torna sulla proposta di legge di Dell'Orco: "Tutti hanno diritto al riposo"