SABATO 06 MAGGIO 2017, 12:40, IN TERRIS

Bergoglio: "Oggi i cristiani hanno bisogno di preti che li guidino nel riconoscere la voce di Dio"

Papa Francesco all'incontro con la comunità del Pontificio seminario di Posillipo guidato dai gesuiti

REDAZIONE
Bergoglio:
Bergoglio: "Oggi i cristiani hanno bisogno di preti che li guidino nel riconoscere la voce di Dio"
Oggi i cristiani hanno bisogno di preti che li guidino "nel saper riconoscere la voce di Dio nella folla di voci spesso confuse che si accavallano, con messaggi contrastanti tra loro, nel nostro mondo caratterizzato da una pluralità di sensibilità culturali e religiose". E' l'esordio di Papa Francesco all'incontro con la comunità del Pontificio seminario di Posillipo (Napoli), l'unico in Italia affidato ai gesuiti dalla sua fondazione, nel 1912, per volontà di Pio X.

"Educare al discernimento vuol dire 'esporsi'"


Il Pontefice ha aggiunto anche che servono preti "esperti nell'arte del discernimento", che per "il discernimento è una scelta di coraggio, al contrario delle vie più comode e riduttive del rigorismo e del lassismo". Educare al discernimento significa, ha spiegato, "fuggire dalla tentazione di rifugiarsi dietro una norma rigida o dietro l'immagine di una libertà idealizzata. Educare al discernimento vuol dire 'esporsi', uscire dal mondo delle proprie convinzioni e pregiudizi per aprirsi a comprendere come Dio ci sta parlando, oggi, in questo mondo, in questo tempo, in questo momento, e come parla a me adesso".

"Voi non siete un dizionario"


Per i sacerdoti in formazione, inoltre, "è importante conoscere, accogliere e riformare continuamente la propria umanità, non stancarsi di andare avanti, riformare, sempre in cammino". "In questa direzione, - ha proseguito Bergoglio - anche la formazione intellettuale non tende ad essere il semplice apprendimento di nozioni per diventare eruditi, ma voi non siete un dizionario, ma vuole favorire l'acquisizione di strumenti sempre più raffinati per una lettura critica della realtà, a partire da sé stessi".

"Aprirsi in trasparenza e verità"


"Cari seminaristi, - ha detto ancora - non abbiate paura di chiamare le cose per nome, di guardare in faccia la verità della vostra vita e di aprirvi in trasparenza e verità agli altri, soprattutto ai vostri formatori, fuggendo la tentazione del formalismo e del clericalismo che sono alla radice della doppia vita".

"Siate liberi da beni, il diavolo entra da tasche"


"Cercare il Regno - ha detto il Papa a seminaristi e formatori di Posillipo - vuol dire rifuggire la logica della mediocrità e del 'minimo indispensabile', ma aprirsi a scoprire i grandi sogni di Dio per noi. Cercare il Regno vuol dire cercare la giustizia di Dio e adoperarsi perché le nostre relazioni, le comunità, le nostre città siano trasformate dall'amore misericordioso e giusto di Dio, che ascolta il grido dei poveri. La ricerca della vera giustizia deve stimolare nel chiamato una crescente libertà interiore verso i beni, i riconoscimenti di questo mondo, verso gli affetti e verso la sua stessa vocazione. Libertà interiore verso i beni, voglio sottolineare questo, eh, è il primo scalino brutto, non dimenticatevi, il diavolo entra per le tasche".

Il discernimento - stile centrale dei gesuiti - è di vitale importanza nella formazione e nella vita dei sacerdoti. Nella udienza, svoltasi nella Sala del Concistoro, il Papa ha poi raccontato: "A me piace incontrare i seminaristi. Negli ultimi decenni è andata sempre più crescendo la collaborazione e l'interazione con le Chiese diocesane", e "una comunità formativa interdiocesana rappresenta un'indubbia opportunità di arricchimento".

"In questo tempo, - ha detto Bergoglio - in cui tutti ci sentiamo piccoli, forse impotenti di fronte alla sfida educativa, camminare insieme, in autentico spirito 'sinodale', risulta una scelta vincente, che ci aiuta a sentirci sostenuti, incoraggiati e arricchiti gli uni dagli altri". Papa Francesco ha invitato a "formare alla spiritualità propria del presbitero diocesano secondo la pedagogia degli Esercizi di Sant'Ignazio", "una sfida ardua, - ha commentato - ma al tempo stesso esaltante, che ha la responsabilità di indicare la direzione per il futuro ministero sacerdotale".

I tre punti: amicizia, discernimento, apertura


A questo proposito ha sottolineato "tre punti che mi sembrano importanti": "amicizia personale con il Signore Gesù", "discernimento", "aprirsi sempre alla dimensione del Regno di Dio, coltivando il desiderio del 'magis', di quel 'di più' nella generosità del donarci al Signore e ai fratelli, che ci sta sempre dinanzi".

"L'educazione al discernimento - ha osservato il Pontefice - non è un'esclusiva della proposta ignaziana, ma è sicuramente un suo punto di forza. Il tempo del seminario è tempo di discernimento per eccellenza, in cui, grazie all'accompagnamento di coloro che, come Eli con Samuele, aiutano i giovani a riconoscere la voce del Signore tra le tante voci che risuonano e a volta rimbombano nelle orecchie e nel cuore. Ma in questo tempo l'esercizio del discernimento deve diventare una vera e propria arte educativa, perché il sacerdote - ha concluso il Papa - sia un vero 'uomo del discernimento'". Fonte: Ansa
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.
Facebook Twitter Google + Scrivici Scrivici
Commenti

Gentile lettore, 

la redazione si riserva di approvare i commenti prima della loro pubblicazione. 

Fai una donazione
Vuoi essere aggiornato?
NEWS
Agenti della polizia tedesca
GERMANIA | TERRORISMO

Pianificavano attentato al mercatino di Natale: 6 arresti

Per l'attacco i fermati intendevano utilizzare armi ed esplosivo
Il premier Gentiloni e la segretaria generale Cgil, Susanna Camusso
PENSIONI

La Cgil boccia la proposta del Governo

Gentiloni: "Misure rilevanti e sostenibili. Camusso critica: "Mobilitazione il 2 dicembre"
CASCINA

Proiettili al sindaco donna che combatte gli stupri

Bossoli accompagnati da una lettera in cui la Ceccardi viene accusata di razzismo
VIOLENZA SUI MINORI

Sposa a nove anni a Padova: la Procura smentisce

La terribile notizia diffusa da un quotidiano locale stamattina
Oguz Guven
TURCHIA

Il direttore di Cumhuriyet web condannato per terrorismo

Oguz Guven dovrà scontare 3 anni e 1 mese per un tweet sulla morte sospetta di un magistrato
Sciopero nazionale dei taxi
SCIOPERO NAZIONALE DEI TAXI

Salta la trattativa col ministero, auto bianche ferme in tutta Italia

I sindacati hanno definito "insufficiente" il decreto attuativo emesso dal governo dopo l'accordo dello scorso...
L'asteroide 1I/2017 U1 o Oumuamua
OGGETTI INTERSTELLARI

Ecco Oumuamua, l'asteroide alieno

Osservato il 17 ottobre, presenta una forma simile a un sigaro e viene da fuori il Sistema solare
Marte, il cratere Schiaparelli
ROMA | MOSTRA RED HOPE

I paesaggi di Marte diventano opere d'arte

Per la realizzazione di queste opere, l'artista ha utilizzato i telai dei laboratori artigianali di un villaggio indiano nei...
Vigili del fuoco in India
INDIA

Scoppia un incendio in fabbrica: almeno 10 morti

Nel 2013, scondo l'Ilo, su un totale di 402 milioni di lavoratori, ci sono stati oltre 40 mila incidenti mortali sui luoghi...
Putin e Assad
SOCHI

Putin vede Assad: "Terrorismo verso la sconfitta"

Il presidente russo: "Le operazioni si avviano a conclusione. Ora avanzi il processo politico"
Angela Merkel
GERMANIA

Merkel punta a nuove elezioni

Manca ancora l'accordo per il governo. La cancelliera non vuole un esecutivo di minoranza
Il videomessaggio del Pontefice
PAPA FRANCESCO

"I credenti promuovano la reciproca comprensione"

Videomessaggio alla popolazione del Bangladesh alla vigilia del viaggio apostolico
Alessandro Di Battista
LA DECISIONE

Di Battista lascia: "Ma resto nel M5s"

Uno dei maggiori leader pentastellati esce dai palazzi: "Voglio scrivere e girare il mondo". E i militanti già...
Il sottomarino Ara San Juan
SOTTOMARINO DISPERSO

"I segnali non sono del 'San Juan'"

La Marina militare argentina smentisce che i suoni captati dai sonar appartengano al sommergibile, sparito dai radar da 5 giorni