GIOVEDÌ 08 SETTEMBRE 2016, 11:36, IN TERRIS

BERGOGLIO A SANTA MARTA: "GRANDI INCONTRI INTERNAZIONALI INUTILI SE NON SI FA PACE NEL QUOTIDIANO"

Dopo la pausa estiva sono riprese nel giorno della Festa della Natività di Maria le messe mattutine a Casa Santa Marta

MATTIA SHERIDAN
BERGOGLIO A SANTA MARTA:
BERGOGLIO A SANTA MARTA: "GRANDI INCONTRI INTERNAZIONALI INUTILI SE NON SI FA PACE NEL QUOTIDIANO"
"La pace è un dono, è un dono artigianale che dobbiamo lavorare, tutti i giorni, ma lavorarlo nelle piccole cose: nelle piccolezze quotidiane. Non bastano i grandi manifesti per la pace, i grandi incontri internazionali se poi non si fa, questa pace, nel piccolo". E' quanto ha detto Papa Francesco, questa mattina, durante l'omelia nella celebrazione della messa a Casa Santa Marta.

Si tratta della prima messa mattutina celebrata nella Domus, dopo la pausa del periodo estivo. L'intera omelia del Pontefice è stata incentrata sulla pace, su come raggiungerla e come curarla giorno per giorno, perché è proprio dalle "piccolezze quotidiane" che si iniziano a gettare le fondamenta per costruire la pace.

Nel giorno in cui la Chiesa celebra la Festa della Natività di Maria, Bergoglio ha invitato i presenti a chiedere a Dio "la saggezza di fare le pace nelle cose di ogni giorno ma puntando all'orizzonte di tutta l'umanità", perché è dai piccoli gesti che nasce la possibilità della pace su scala mondiale. "Tu puoi parlare della pace con parole splendide, fare una conferenza grande...Ma se nel tuo piccolo, nel tuo cuore non c'è pace, nella tua famiglia non c'è pace, nel tuo quartiere non c'è pace, nel tuo posto di lavoro non c'è pace, non ci sarà neppure nel mondo", ha sottolineato Francesco, secondo quanto riportato da Radio Vaticana.

"La strada di santi e peccatori ci dice che anche noi - ha detto il Pontefice - dobbiamo prendere questo dono della pace e farlo strada nella nostra vita, farlo entrare in noi, farlo entrare nel mondo. La pace non si fa da un giorno all'altro; la pace è un dono, ma un dono che deve essere preso e lavorato ogni giorno. Per questo, possiamo dire che la pace è un dono che diviene artigianale nelle mani degli uomini. Siamo noi uomini, ogni giorno, a fare un passo per la pace: è il nostro lavoro. È il nostro lavoro con il dono ricevuto: fare la pace".

"Questa è la domanda che oggi io vorrei fare: come è il cuore di ognuno di noi? E' in pace? Come è la famiglia di ognuno di noi? E' in pace? E così, no? Per arrivare al mondo in pace", ha concluso il Papa.
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.
Facebook Twitter Google + Scrivici Scrivici
Commenti

Gentile lettore, 

la redazione si riserva di approvare i commenti prima della loro pubblicazione. 

Fai una donazione
Vuoi essere aggiornato?
NEWS
Malmo, Forze dell'ordine al lavoro sul luogo dell'esplosione
SVEZIA

Malmo, forte esplosione in un commissariato

Forse una bomba a mano nel cortile della stazione di Rosengard: auto distrutte ma nessun ferito
Carlo De Benedetti
L'INGEGNERE

De Benedetti: "Caso Popolari? Un segreto di Pulcinella"

L'ex editore di 'Repubblica' ospite a 'Otto e mezzo' ne ha per tutti: "Scalfari? Un ingrato. Alle...
MONTECITORIO

Ok della Camera alla missione in Niger

Verranno impiegati 470 uomini per arginare il traffico di esseri umani. Incrementi in Tunisia, meno forze in Iraq
Venti forti sull'Italia
MALTEMPO

Venti forti e freddo artico: temperature in calo in Italia

Da sabato 20 gennaio netto peggioramento delle condizioni climatiche
Benjamin Netanyahu
AMBASCIATA USA

Netanyahu: "Entro un anno sarà a Gerusalemme"

Il premier israeliano: "Il trasferimento sarà veloce. I tagli all'Urnwa? Giusti"
Marco Cappato
MILANO

Il pm chiede l'assoluzione per Marco Cappato

L'esponente radicale nel febbraio 2017 portò Dj Fabo a morire in Svizzera