MARTEDÌ 19 LUGLIO 2016, 003:30, IN TERRIS

BANGLADESH, IL GOVERNO DISTRIBUISCE A TAPPETO SERMONI ANTI TERRORISMO

Riportano il testo che gli imam hanno pronunciato durante la preghiera del venerdì

AUTORE OSPITE
BANGLADESH, IL GOVERNO DISTRIBUISCE A TAPPETO SERMONI ANTI TERRORISMO
BANGLADESH, IL GOVERNO DISTRIBUISCE A TAPPETO SERMONI ANTI TERRORISMO
Per la prima volta nella storia del Bangladesh il Governo ha distribuito a tappeto i sermoni anti terrorismo che gli imam hanno pronunciato durante la preghiera del venerdì. Il testo, scritto dall’Islamic Foundation Bangladesh e pronunciato dagli imam in lingua bengalese, è stato distribuito in 300mila moschee su un totale di 600mila presenti nel Paese. Shamim Mohammad Afzal, capo della fondazione, ha spiegato che “non è obbligatorio seguire il sermone, ma speriamo che gli imam lo facciano o prendano spunto da esso”.

L’iniziativa dei sermoni “khutba”, annunciata la scorsa settimana, è stata messa in pratica a partire dal 15 luglio scorso, venerdì, giorno di preghiera per la religione islamica. Safiqual Haq, un musulmano residente nell’area di Uttara, ha affermato: “Nella nostra moschea l’imam ci ha chiesto di pregare per la pace nel Paese e ha condannato gli attentati commessi in nome dell’islam. Egli ha detto in modo chiaro che dobbiamo astenerci da qualsiasi attività terroristica”. Faruk Hossion, un altro musulmano, ha detto: “Gli assalitori sono davvero pochi. Se tutti noi ci ponessimo in maniera netta contro il terrorismo e diffondessimo i giusti insegnamenti ai nostri bambini, nessuno sarebbe fuorviato da queste idee. Così riusciremmo a bloccare ogni violenza in nome dell’islam”. L’uomo ha aggiunto inoltre che “chi uccide un’altra persona in nome dell’islam, non è un vero musulmano”.

L’intento delle autorità è quello di frenare la diffusione di idee estremiste e radicalizzazioni tra i giovani del Bangladesh. Dopo la strage di Dhaka (in cui morirono anche 9 italiani) compiuta da giovani militanti appartenenti a famiglie di spicco, e il successivo attacco durante la preghiera di fine Ramadan a Sholakia, il governo ha messo in campo tutta una serie di misure volte a frenare la deriva fondamentalista dell’islam locale. Tra queste, anche la chiusura del canale televisivo “Peace Tv” del predicatore indiano Zakir Naik - i cui discorsi inneggianti al jihad avrebbero influenzato in maniera diretta gli attentatori dell’Holey Artisan Bakery Cafè di Dhaka - e il fermo di decine di docenti di scuole medie e superiori che incitavano i propri studenti a colpire i non musulmani.
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.
Facebook Twitter Google + Scrivici Scrivici
Commenti

Gentile lettore, 

la redazione si riserva di approvare i commenti prima della loro pubblicazione. 

Fai una donazione
Vuoi essere aggiornato?
NEWS
Beppe Grillo e Luigi Di Maio
VERSO LE ELEZIONI

Grillo sgancia il blog, Di Maio: "Avanti da soli"

Il candidato premier a 'Porta a porta': "Nessun parricidio ma il Movimento può camminare sulle sue...
Polizia belga
BELGIO | GAND

Agenti sparano su un aggressore armato di coltello

Paura alla stazione ferroviaria: l'uomo avrebbe gridato l'inneggiamento dei fondamentalisti. Ora è in fin di vita
Benton, l'ingresso dell'istituto scolastico teatro della sparatoria
USA | KENTUCKY

Sparatoria in una scuola superiore: 2 morti e 19 feriti

L'episodio è avvenuto nella cittadina di Benton: la polizia ha fermato uno studente 15enne
Simboli elettorali al Viminale
ELEZIONI

"Solo" 75 simboli ammessi

103 quelli presentati al Viminale, per 19 chieste integrazioni entro due giorni
Funerale di Dolores O'Riordan, Ballybricken (Irlanda) - © Press Association
IRLANDA

Il commosso addio a Dolores O'Riordan

Si è svolto il funerale della cantante. Il sacerdote: "Ora canta nel coro celeste"
Mike Pence al Muro del Pianto
MEDIO ORIENTE

Pence visita il Muro del Pianto

Il vicepresidente Usa: "Grande onore pregare in questo luogo sacro"