GIOVEDÌ 23 APRILE 2015, 11:40, IN TERRIS

AUGURI A JORGE, OGGI E' L'ONOMASTICO DI BERGOGLIO

S.Giorgio è stato un importante martire, ma è conosciuto soprattutto per la leggenda che avvolge la sua figura

AUTORE OSPITE
AUGURI A JORGE, OGGI E' L'ONOMASTICO DI BERGOGLIO
AUGURI A JORGE, OGGI E' L'ONOMASTICO DI BERGOGLIO
Oggi Papa Jorge Bergoglio festeggia il suo onomastico: San Giorgio, che peraltro viene consideranto anche dai musulmani come un profeta. Sulla sua vita non si hanno notizie certe, ma dovrebbe essere nativo della Cappadocia attorno al 275-285 da una famiglia cristiana, che gli ha permesso di crescere secondo i dettami della religione. Successivamente, il giovane Giorgio divenne soldato, mettendo in bella mostra tutte le sue capacità di natura fisica in particolare nella lotta, la sua eccezionale bravura era indubbia, tanto che lo stesso Diocleziano lo volle tra i componenti della sua guardia del corpo. Nonostante la carriera militare non perse di vista la propria fede, che lo portò ben presto a diventare martire. Infatti San Giorgio decise di rendere pubblica la propria fede cristiana, mettendosi in una posizione abbastanza pericolosa dato che l'Imperatore è stato uno dei più feroci oppositori del cristianesimo.

Oggi San Giorgio è Patrono di tantissime città e paesi sparsi per tutta Europa e non solo, ma anche protettore di acieri, cavalieri, soldati, alabardieri e armaioli, nonchè degli scout di tutto il mondo, anche grazie alla leggenda che avvolge la sua figura. Il mito narra che in una città chiamata Selem, in Libia, c'era un grande stagno, abbastanza grande da contenere un drago, che avvicinandosi alla città uccideva tutte le persone che incontrava. Per placare la bestia i poveri abitanti gli offrivano due pecore al giorno, ma quando queste cominciarono a scarseggiare, furono costretti ad offrirgli una pecora e un giovane tirato a sorte. Un giorno fu estratta la giovane figlia del re, la principessa Silene. Il re offrì metà del regno e il suo patrimonio per cercare un sostituto alla principessa, ma la popolazione si ribellò e la giovane si avviò per essere offerta al drago. Ma un giovane cavaliere di nome Giorgio, avendo saputo la notizia, mise al servizio del paese la sua lancia e con coraggio andò ad uccidere il drago, dicendo ai cittadini "Iddio mi ha mandato a voi per liberarvi dal drago: se abbraccerete la fede in Cristo, riceverete il battesimo e io ucciderò il mostro". Allora tutti si convertirono e il prode cavaliere uccise il drago e liberò la città.

Rinnoviamo allora i nostri auguri al Santo Padre, che porta un nome importante, che racchiude i valori del coraggio, del servizio, ma anche una fede incrollabile nel Signore e un desiderio di evangelizzazione come strumento di salvezza.
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.
Facebook Twitter Google + Scrivici Scrivici
Commenti

Gentile lettore, 

la redazione si riserva di approvare i commenti prima della loro pubblicazione. 

Fai una donazione
Vuoi essere aggiornato?
NEWS
Andrea La Rosa
MILANO

Trovato morto l'ex calciatore La Rosa

Il 35enne era scomparso lo scorso 16 novembre: il suo corpo è stato rinvenuto nel bagliaio di un'auto
Spiaggia sul Tevere
IL PROGETTO

Tevere, una spiaggia a Ponte Marconi

La sindaca Raggi lo annuncia in Campidoglio: "Lido entro l'estate 2018"
Maria Elena Boschi
BANCA ETRURIA

Boschi: "Mai mentito al Parlamento"

Presidente della Consob: "Parlai della questione con lei"
Le
F1

Niente più "ombrelline" sulla griglia di partenza

Chase Carey: "Una giusta decisione per il futuro dello sport è necessaria"
Il premier italiano, Paolo Gentiloni
MIGRANTI

Gentiloni: "Le quote obbligatorie sono il minimo sindacale”

Il Premier al termine del V4: "Serve più impegno da parte della Ue"
Vladimir Putin
RUSSIA

Putin, un fiume in piena

Elezioni, economia e politica estera i temi affrontati in oltre 3 ore di conferenza stampa
Il vicepresidente Usa, Mike Pence
GERUSALEMME CAPITALE

Rinviata la visita di Pence

Viaggio spostato "di qualche giorno". Sulla decisione pesano anche le tensioni con la Palestina
Polizia
ORRORE A FOGGIA

Violenta la figlia davanti alla nipotina

Arrestato il padre di 48 anni per i reati di violenza sessuale aggravata e atti persecutori