DOMENICA 17 SETTEMBRE 2017, 14:53, IN TERRIS

Angelus, il Pontefice: "L'uomo creato da Dio è più grande del male che commette"

Papa ha commentato la parabola del "re misericordioso e del servo spietato" invitando chi ha conosciuto "la gioia del perdono" a "perdonare a sua volta"

REDAZIONE
Facebook Twitter Copia Link Invia Scrivici
Angelus, il Pontefice:
Angelus, il Pontefice: "L'uomo creato da Dio è più grande del male che commette"
Chi ha ricevuto il dono del perdono non può, a sua volta, non perdonare. Questo il cuore del messaggio rivolto dal Papa alle 30 mila persone che assiepavano piazza San Pietro in occasione del consueto Angelus domenicale. "Chi dona il proprio perdono - ha detto il Pontefice - non nega il torto subito ma riconosce che l'essere umano, creato ad immagine di Dio, è sempre più grande del male che commette". E "chiunque abbia sperimentato la gioia, la pace e la libertà interiore che viene dall'essere perdonato può aprirsi alla possibilità di perdonare a sua volta".

Il Santo Padre ha spiegato che "la parabola del re misericordioso e del servo spietato" "mostra l'incoerenza di colui che prima è stato perdonato e poi si rifiuta di perdonare". "Il re della parabola - ha proseguito Bergoglio - è un uomo generoso che, preso da compassione, condona un debito enorme, 'diecimila talenti', a un servo che lo supplica. Ma quello stesso servo, appena incontra un altro servo come lui che gli deve cento denari, cioè molto meno, si comporta in modo spietato, facendolo gettare in prigione. L'atteggiamento incoerente di questo servo è anche il nostro quando rifiutiamo il perdono ai nostri fratelli. Mentre il re della parabola è l'immagine di Dio che ci ama di un amore così ricco di misericordia da accoglierci, amarci e perdonarci continuamente".

Dopo la preghiera il Papa ha rivolto un saluto ai "partecipanti alla corsa podistica Via Pacis, che ha toccato luoghi di culto delle diverse confessioni religiose presenti a Roma. Auspico che questa iniziativa culturale e sportiva possa favorire il dialogo, la convivenza e la pace".

Sempre oggi, in occasione della visita pastorale in Giappone del cardinale Fernando Filoni, prefetto della Congregazione per l'evangelizzazione dei popoli, il Pontefice ha scritto ai vescovi del Sol Levante. "I cristiani giapponesi - si legge nel testo - memori della testimonianza di tanti loro martiri e dei cristiani nascosti che per oltre cento anni preservarono la fede cristiana nel loro Paese, devono affrontare le sfide che la realtà attuale ci pone dinanzi, senza essere rassegnati, né rimandando a un dialogo irenico e paralizzante, anche se alcune situazioni problematiche destano non poche preoccupazioni".

Tra le situazioni che destano preoccupazione Papa Francesco dice di riferirsi, tra l'altro, "all'alto tasso di divorzi, ai suicidi anche tra i giovani, a persone che scelgono di vivere totalmente sganciate dalla vita sociale (hikikomori), al formalismo religioso e spirituale, al relativismo morale, all'indifferenza religiosa, all'ossessione per il lavoro e il guadagno". È altresì vero, prosegue la lettera, "che una società che corre nello sviluppo economico crea anche tra voi i poveri, gli emarginati, gli esclusi; penso non solo a quelli che sono materialmente tali, ma anche a quelli che lo sono spiritualmente e moralmente. In questo contesto così peculiare si pone con urgenza la necessità che la Chiesa in Giappone rinnovi costantemente la scelta per la missione di Gesù e sia sale e luce. La genuina forza evangelizzatrice della vostra Chiesa, che le proviene anche dall'essere stata Chiesa di martiri e confessori della fede, è un bene grande da custodire e sviluppare".
Commenti

Gentile lettore, 

la redazione si riserva di approvare i commenti prima della loro pubblicazione. 


Scrivi il tuo commento


Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.
Fai una donazione
Vuoi essere aggiornato?
NEWS
Laboratorio
NASCITE

Solo il 5% dei bimbi nati da gameti italiani

Nel 95% dei casi i donatori per la procreazione eterologa provengono dall’estero
Immagine di repertorio
IL CASO

Milano, il pm sospende il gioco horror

Per gli inquirenti, l'assenza di illuminazione avrebbe messo in pericolo i concorrenti
La statua d'arte indigena, oggetto di controversie, trasportata lungo via della Conciliazione durante la Via Crucis del 19 ottobre scorso - Foto © Andrew Medichini per AP
SINODO PER L'AMAZZONIA

Statue indigene in chiesa gettate nel Tevere. Per alcuni erano pagane

Continua il caso controverso sulle statue di arte indigena collocate in una chiesa durante il Sinodo
Scritta per Desirée sul portone dello stabile dove il suo corpo è stato ritrovato
ROMA

Morte di Desirée, in quattro a processo

La 16enne venne ritrovata priva di vita, un anno fa, in uno stabile abbandonato del quartiere di San Lorenzo
Giuseppe Conte e Luigi Di Maio
GOVERNO

Manovra, bilaterali coi partiti: Conte prova a ricucire

Il premier incontra le forze di maggioranza per snodare i punti critici. E anche dall'Ue arriva una missiva per chiedere...
Il Ministro degli Esteri turco Mevlut Cavusoglu
DIPLOMAZIA

Ministro turco: "L'Italia ci aiuti con i terroristi"

"L’embargo sulle armi porterà un vulnus nelle relazioni italo-turche"
L'incendio e i danni al tetto della struttura storica
TORINO

In fiamme la Cavallerizza Reale, patrimonio Unesco

Appendino: "Il tema oggi non è l’occupazione ma che la Cavallerizza così non può stare"
Immagine di repertorio
NUOVI MERCATI

La tecnologia rilancia l'impresa, ma mancano 45 mila tecnici digitali

In agosto recupero della produzione industriale. Richieste nuove competenze e nel weekend 100 mila visitatori a Roma alla fiera...
La merce sequestrata
SALERNO

Contrabbando di tabacchi: 12 arresti

Sospeso il reddito di cittadinanza a cinque dei fermati
Strade allagate
ALLERTA METEO

Nubifragio a Milano, città allagata

Il fiume Seveso è vicino all'esondazione, sotto osservazione anche il Lambro
Bandiera cilena
CILE

Sale a 10 il numero delle vittime

Il Presidente Piñera: "Siamo in guerra". Arrestate 152 persone per violenze
L'Aula del Senato

Un centro che sia centro

Il meeting della Leopolda organizzato dall’ex premier Renzi, è stato tutto rivolto al messaggio da...