MERCOLEDÌ 27 MAGGIO 2015, 12:31, IN TERRIS

ALL'UDIENZA GENERALE: "IL FIDANZAMENTO NON SI IMPROVVISA MA SI COSTRUISCE"

Papa Francesco nella catechesi in Piazza San Pietro ha invitato i fedeli e i giovani a riscoprire il capolavoro dei "Promessi Sposi"

AUTORE OSPITE
ALL'UDIENZA GENERALE:
ALL'UDIENZA GENERALE: "IL FIDANZAMENTO NON SI IMPROVVISA MA SI COSTRUISCE"
Come ogni mercoledì il Papa ha tenuto in piazza San Pietro l'Udienza Generale per dialogare con i fedeli e i pellegrini. Seguendo il filo conduttore che ha unito le sue riflessioni negli ultimi mesi sul tema della famiglia, oggi Francesco si è soffermato sul fidanzamento, che come ha spiegato il Santo Padre, "è una parola che ha a che fare con la fiducia, con l'affidabilità. Confidenza con la vocazione che Dio dona, perché il matrimonio è anzitutto la scoperta di una chiamata. Certamente è una cosa bella che oggi i giovani possano scegliere di sposarsi sulla base di un amore reciproco, ma proprio la libertà del legame richiede una consapevole armonia della decisione, non solo una semplice intesa dell'attrazione o del sentimento, di un momento, di un tempo breve: è un cammino graduale".

Nel tempo del fidanzamento, spiega il Papa, l'uomo "impara la donna" e viceversa. E' un'occasione importante di conoscenza per la coppia, è un tempo in cui non "si improvvisa ma si costruisce": "Non c’è il matrimonio express: bisogna lavorare sull'amore, bisogna camminare. L'alleanza dell’amore dell’uomo e della donna si impara e si affina. Mi permetto di dire che è un’alleanza artigianale".

Traendo spunto dalla cultura italiana e facendo riferimento ai Promessi Sposi, il Papa ha esortato i fedeli presenti in piazza: "Nella vostra letteratura avete un capolavoro sul fidanzamento: è necessario che i ragazzi lo conoscano e lo leggano. Si racconta la storia di una coppia che ha subito tanto dolore, ha fatto una strada di tante difficoltà, fino ad arrivare alla fine al matrimonio. Non lasciate da parte questa opera sul fidanzamento che la letteratura italiana ha offerto a voi: andate avanti a leggerlo".

Proseguendo nella sua riflessione Francesco ha definito "quasi un miracolo" il fatto che due vita diventino una sola, è il frutto della libertà del cuore affidato alla fede. "Dovremmo impegnarci di più su questo punto, perché le nostre 'coordinate sentimentali' sono andate un po' in confusione. Chi pretende di volere tutto e subito poi cede alla prima difficoltà. Non c’è speranza per la fiducia e la fedeltà se prevale l’abitudine a consumare l'amore come una specie di 'integratore' del benessere psico-fisico. L’amore non è questo! Il fidanzamento mette a fuoco la volontà di custodire insieme qualcosa che mai dovrà essere comprato o venduto, tradito o abbandonato, per quanto allettante possa essere l’offerta".

In un secondo passaggio della sua catechesi Bergoglio ha sottolineato le differenze tra l'essere fidanzati e spostati". Una distinzione che la Chiesa custodisce "in vista della delicatezza e della profondità di questa verifica. I simboli forti del corpo detengono le chiavi dell'anima: non possiamo trattare i legami della carne con leggerezza, senza aprire qualche durevole ferita nello spirito". A riguardo ha portato l'esperienza di fidanzati che si presentano ai corsi prematrimoniali spesso controvoglia e ne escono entusiasti e grati perché è stato offerto loro la possibilità di riflettere sulla loro esperienza in termini non banali.

"Molte coppie stanno insieme da tempo, magari anche nell'intimità, a volte convivendo, ma non si conoscono veramente. Sembra strano, ma l’esperienza dimostra che è così. Per questo va rivalutato il fidanzamento come tempo di conoscenza reciproca e di condivisione di un progetto". A termine del suo intervento, prima di recitare un Ave Maria, il Papa ha concluso invitando ogni coppia a dirsi l'un l'altro : "Ti farò mia sposa, ti farò mio sposo", vivendo tutto il percorso di preparazione senza che tappe del cammino siano "bruciate".

 
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.
Facebook Twitter Google + Scrivici Scrivici
Commenti

Gentile lettore, 

la redazione si riserva di approvare i commenti prima della loro pubblicazione. 

Fai una donazione
Vuoi essere aggiornato?
NEWS
VITERBO

Anziani coniugi trovati morti in casa

La coppia era stata avvolta nel cellophane. Ricercato il figlio che viveva con loro
COPPA ITALIA

Fiorentina e Milan, tris per i quarti

Stese Samp e Verona (3-2 e 3-0): derby al prossimo turno per Gattuso. Forte contestazione a Donnarumma
Giuseppe Sala
EXPO 2015

Sala accusato di concorso in abuso d'ufficio

Al sindaco di Milano è stato contestato il reato in relazione al capitolo "verde" dell'appalto per la...
Silvio Berlusconi
RISCHIO STRAPPO

Berlusconi: "Salvini? Fa i capricci"

Il leader del Carroccio duro dopo il 'no' di Forza Italia alle legge sui reati gravissimi: "Stop agli...
Pesante sentenza di condanna per un giovane marocchino
TORINO

Sei anni al jihadista "della porta accanto"

Marocchino condannato per terrorismo
Il procuratore Verzera
CATANIA

Anziane sorelle massacrate in casa

Uccise a coltellate. Si segue la pista della rapina
Miliziani dell'Isis
GENOVA

Istigazione al terrorismo, tunisino indagato

Sulla sua pagina Facebook foto e video inneggianti all'Isis
Senato
BIOTESTAMENTO

Si va verso l'approvazione della legge

Passano i primi articoli. Centro Studi Livatino: "Sigillo funesto a un Paese che sta scomparendo"